UniCa UniCa News Notizie Verso un futuro condiviso, con UniCa

Verso un futuro condiviso, con UniCa

Il ruolo dell’Ateneo nella definizione del Piano Strategico della Città Metropolitana di Cagliari: venerdì 13 dicembre a Palazzo Regio numerosi ricercatori intervengono al Forum, il Prorettore vicario Francesco Mola tra i relatori della tavola rotonda
13 dicembre 2019
Un dettaglio della locandina dell'iniziativa

Sergio Nuvoli

Cagliari, 11 dicembre 2019 – Si aprirà alle 9.30 di venerdì 13 dicembre a Palazzo Regio con i saluti istituzionali il primo Forum Strategico, che costituisce l’avvio del processo partecipativo che condurrà, anche attraverso numerosi altri momenti, alla definizione delle priorità di sviluppo economico, ambientale e sociale della Città Metropolitana di Cagliari e che si concretizzeranno nel Piano Strategico.

La Città Metropolitana di Cagliari ha affidato, a seguito di un bando pubblico, la definizione del piano strategico alla ATI composta da Lattanzio Advisory e Lattanzio Communication. Il team interdisciplinare di progetto vede la presenza di numerosi docenti dell’ateneo cagliaritano a partire da Luigi Mundula (DICAAR) in qualità di capo progetto e di Piero Addis (DISVA), Ginevra Balletto (DICAAR), Michele Campagna (DICAAR), Ester Cois (DISSI), Paolo Contu (DSMSP), Gianfranco Fancello (DICAAR), Ferdinando Fornara (DPPF), Paolo Mattana (DISEA), Giuseppe Melis (DISEA) e Giovanni Maria Sechi (DICAAR) in qualità di esperti.

E’ dunque rilevante la partecipazione dell’Ateneo ai lavori di venerdì: previsti, tra gli altri, gli interventi del Capo Progetto Luigi Mundula, a seguire di Ginevra Balletto, Gianfranco Fancello, Giovanni Maria Sechi ed Ester Cois, che tracceranno una fotografia dell’area metropolitana secondo le quattro direttrici della Sostenibilità, dello Smartness, della Resilienza e della Coesione, mentre alla successiva tavola rotonda interverrà il Prorettore vicario Francesco Mola.

La riforma degli enti locali effettuata con la legge 56/2014, che ha istituito le città metropolitane, ha infatti anche definito l’obbligo per le stesse della adozione di un piano strategico, che costituisce atto di indirizzo per l'ente e per l'esercizio delle funzioni dei comuni e delle unioni di comuni compresi nel territorio metropolitano, anche in relazione all'esercizio di funzioni delegate o assegnate dalle regioni, nel rispetto delle leggi delle regioni nelle materie di loro competenza. Al Piano Strategico, si dovrà adeguare il successivo Piano territoriale.

L’istituzione delle Città Metropolitane, porta quindi la pianificazione strategica a un nuovo, rilevantissimo ruolo. Oltre a diventare, sotto il profilo formale, l’atto di indirizzo per l’azione amministrativa dei nuovi enti, essa ha il compito di dare concretezza e fattibilità a progetti che diano forma al futuro delle città metropolitane. In questo modo i piani strategici diventano gli strumenti essenziali per la programmazione dei fondi dell’Unione Europea, che cerca nelle città e negli agglomerati metropolitani i luoghi a cui destinare rilevanti risorse.

Luigi Mundula, docente di Geografia economico-politica al DICAAR e capo progetto
Luigi Mundula, docente di Geografia economico-politica al DICAAR e capo progetto

Allegati

Link

Ultime notizie

07 maggio 2021

Parità di genere: in Ateneo due iniziative di formazione

I corsi, previsti dal Piano di uguaglianza di genere di ateneo, saranno utili ad approfondire i temi delle discriminazioni e degli stereotipi che possono condizionare i percorsi di carriera. Il primo corso è rivolto a studenti e studentesse di corsi di dottorato e specializzazione e a titolari di assegni e borse di ricerca e il secondo al personale tecnico, amministrativo e bibliotecario

04 maggio 2021

Indicazioni a seguito del passaggio della Sardegna in zona arancione

Messaggio del Rettore a seguito dell’ordinanza del Ministero della salute del 30.04.2021: le attività didattiche e i servizi agli studenti (segreterie studenti, orientamento e counseling psicologico, biblioteche e sale studio) riprenderanno a svolgersi con le stesse modalità adottate prima del passaggio in zona rossa. Le lezioni riprenderanno ad essere erogate in presenza (e contestualmente online) sulla base delle opzioni già acquisite a partire da lunedì 10 maggio secondo i calendari definiti a inizio semestre e consultabili nell’Agenda web studente. Il sistema di prenotazione del posto in aula sarà nuovamente attivo, per le studentesse e gli studenti già abilitati, a partire dal pomeriggio di lunedì 3 maggio.

03 maggio 2021

Open day e prorettori: oggi Francesco Mola presenta la due giorni di orientamento e i nove colleghi del pool di governo d’ateneo

Nel primo incontro con i media il rettore illustra in aula magna le novità su lauree triennali e magistrali a ciclo unico e le proposte didattiche per il 2021/22. Spazio anche alle aree dei professori Alessandra Carucci, Luciano Colombo, Paola Fadda,  Elisabetta Gola, Valentina Onnis, Giorgio La Nasa, Fabrizio Pilo, Ignazio Putzu, Ilenia Ruggiu e Ester Cois

Questionario e social

Condividi su: