UniCa UniCa News Notizie UniCa al FestivalScienza

UniCa al FestivalScienza

Sarà inaugurata con i saluti del Rettore Francesco Mola - giovedì 4 novembre alle 16 nell'Aula magna del Rettorato - la XIV edizione dell'iniziativa organizzata dall'associazione "Scienza Società Scienza" in collaborazione con il nostro Ateneo. Aprono la manifestazione gli interventi di Elena Cattaneo e Ilaria Capua, in dialogo con la docente Micaela Morelli e il giornalista Paolo Magliocco. Il 7 novembre tavola rotonda coordinata da Maria Del Zompo, fino al 9 novembre le ricercatrici, i ricercatori e le collezioni museali di UniCa protagonisti di numerosi eventi divulgativi. RASSEGNA STAMPA
04 novembre 2021
Il logo del FestivalScienza 2021

Il 4 novembre inaugurazione del FestivalScienza nell'aula magna del Rettorato con Elena Cattaneo e Ilaria Capua

di Sergio Nuvoli (ha collaborato Roberto Ibba)

Cagliari, 3 novembre 2021 - Sarà inaugurata giovedì 4 novembre alle 16, nell'Aula magna del Rettorato dell'Università degli Studi di Cagliari, la XIV edizione del FestivalScienza Cagliari, organizzato dall'associazione ScienzaSocietàScienza con la collaborazione del nostro Ateneo.

L'evento inaugurale sarà aperto dai saluti del Rettore Francesco Mola e delle autorità. Seguirà l'intervento di Elena Cattaneo, farmacologa, biologa, accademica e senatrice italiana, che dialogherà sul tema "Il metodo scientifico: una bussola per affrontare l’ignoto" con Micaela Morelli, docente di Farmacoterapia dell'Università di Cagliari. 

La seconda parte della serata sarà dedicata alla relazione di Ilaria Capua, responsabile del Centro di Eccellenza One Health dell’Università della Florida, che in collegamento video si confronterà sul tema "Salute circolare, una rivoluzione necessaria" con il giornalista Paolo Magliocco.

Per partecipare all'inaugurazione è indispensabile presentare il green pass e sottoporsi al controllo della temperatura.

Micaela Morelli, docente di Farmacoterapia del dipartimento di Scienze biomediche
Micaela Morelli, docente di Farmacoterapia del dipartimento di Scienze biomediche

Un denso calendario di appuntamenti organizzati all'EXMA con la partecipazione attiva delle ricercatrici e dei ricercatori di UniCa

Dopo la manifestazione inaugurale, il festival proseguirà fino al 9 novembre all'EXMA di Cagliari. Diversi appuntamenti avranno tra i protagonisti le ricercatrici e i ricercatori dell'Università di Cagliari.

Si comincia il 5 novembre alle 9 nella sala conferenze, dove Giulia Manca, del dipartimento di Fisica, terrà il seminario "Alla scoperta del bosone di Higgs e oltre". Sabato 6 novembre alle 16, Germano Orrù, del dipartimento Scienze tecniche mediche applicate dell'Università di Cagliari ed Enrica Tuveri, docente di chimica nelle scuole, illustreranno "La tecnologia nella ricerca delle varianti del Sars-Cov-2". A seguire, alle 17.30 Antonella Rossi, del dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell’Università di Cagliari, curerà la conferenza "Donne, ragazze e scienza".

Domenica 7 novembre alle 10, Maria Del Zompo, già Rettore di UniCa e docente del dipartimento di Scienze biomediche, coordinerà la tavola rotonda "La scienza tra scoperte e speranze. Senza scoperte non può esserci speranza di sviluppo e senza ricerca non può esserci scoperta", con la partecipazione di Annalisa Bonfiglio (dipartimento di Biongegneria elettronica e informatica dell’Università di Cagliari), Maria Chiara Di Guardo (dipartimento di Organizzazione aziendale di scienze economiche dell’Università di Cagliari), Silvia Marchesan (dipartimento di Scienze chimiche e farmaceutiche dell’Università di Trieste), Sabrina Giglio (dipartimento di Scienze mediche e sanità pubblica dell’Università di Cagliari) e Alfonso Damiano (dipartimento di Ingegneria elettrica ed elettronica dell’Università di Cagliari). Sempre domenica 7 novembre, alle 17.30  Enzo Tramontano, del dipartimento di Scienze della vita e dell’ambiente e Loredana Onidi, biologa e insegnante, saranno protagonisti della conferenza "All’origine della vita: i virus nella storia del pianeta,2tra vecchie sfide e nuove frontiere".

Lunedì 8 novembre, alle 16, Viviana Fanti, del Dipartimento di Fisica, terrà il seminario "L’avventura delle radiazioni: dalla loro strabiliante scoperta alle applicazioni più innovative in campo medico". Martedì 9 novembre, alle 16 si svolgerà la cerimonia di consegna del Premio Donna di Scienza, coordinata da Carla Romagnino con la partecipazione di una rappresentanza dell'Università di Cagliari.

Dal 5 al 9 novembre sarà possibile partecipare ai laboratori "La chimica in aiuto dell’umanità" a cura di Ivana Cocco, Valentina Devoto, Alessandra Fanni, Rossana Loddo, M. Vittoria Massidda, M. Cristina Mereu, Silvia Piludu e Antonella Rossi (DDSCI Società Chimica Italiana, Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche) e "Lo studio della biodiversità è una delle sfide per migliorare l’umanità" a cura di Licia Carbini, Battistina Carzedda, M. Antonietta Manca, Loredana Onidi, Elisabetta Piro, M. Grazia Rachele, Michela Stefani, M. Bonaria Zandara, con la collaborazione di Enzo Tramontano e Angela Corona del dipartimento di Scienze della Vita edell’Ambiente dell'Università di Cagliari.

Nei giorni della manifestazione sarà visitabile anche la mostra "Padri della medicina", curata da Francesco Marcello in collaborazione con il Convitto Nazionale di Cagliari, Thalassa Azione Onlus Sardegna e Università degli studi di Cagliari.

Antonella Rossi, docente di Chimica Analitica del dipartimento di Scienze chimiche e geologiche
Antonella Rossi, docente di Chimica Analitica del dipartimento di Scienze chimiche e geologiche

I musei e le collezioni scientifiche dell'Ateneo aprono le porte alle scuole e ai visitatori in occasione del FestivalScienza

In occazione del FestivalScienza, i musei e le collezioni scientifiche dell'Università di Cagliari saranno aperti alle scuole e al pubblico secondo il calendario definito nel programma. Il Museo di Fisica, con il referente Andrea Mura, sarà visitabile il 5 novembre dalle 16 alle 20. Il Museo sardo di antropologia ed etnografia si potrà visitare il 4 e il 9 novembre dalle 9.30 alle 16 con i responsabili Elisabetta Marini e Marco Melis. Il Museo di geologia e paleontologia “D. Lovisato” e il Museo di mineralogia “Leonardo de Prunner” saranno accessibili contattando il referente Gian Luigi Pillola. Nelle giornate del 5, 8 e 9 novembre dalle 9.30 alle 12 e dalle 14.30 alle 16.30, con Davide Atzei si potra vedere il Museo collezione degli strumenti e degli apparecchi di chimica. Il Museo di Zoologia, grazie alla referente Susanna Salvadori, sarà aperto il 5 novembre dalle 9 alle 13 e l'8 novembre dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19. Il Museo Herbarium si potrà visitare, con la guida di Annalena Cogoni e Roberta Lai, nelle mattine dell' 8 e 9 novembre dalle 9 alle 13.15 e il pomeriggio dell'8 novembre dalle 14.15 alle 17.

 

Il Rettore e il Sindaco con la prof.ssa Salvadori all'interno del Museo di Zoologia
Il Rettore e il Sindaco con la prof.ssa Salvadori all'interno del Museo di Zoologia

Il FestivalScienza e l'Università di Cagliari per la divulgazione scientifica su tutto il territorio regionale

Dopo gli appuntamenti cagliaritani, il FestivalScienza e l'Università di Cagliari estendono gli eventi di divulgazione scientifica a tutto il territorio regionale.

Il 12 novembre alle 11.30, al Teatro Eliseo di Nuoro, Maria Del Zompo incontrerà docenti, studentesse e studenti nella conferenza-dibattito "La sfida della scienza: esperienze e percorso". Il 16 novembre alle 10.30, nel Liceo Michelangelo Pira di Siniscola, la docente di Farmacologia dell'Ateneo cagliaritano curerà la conferenza "La ricerca nel campo delle neuroscienze: esperienze e percorso". Il giorno successivo, 17 novembre, alle 16.30, il fisico Ciriaco Goddi, docente di UniCa, parteciperà in streaming alla conferenza "Le risposte della scienza", organizzata dall'Istituto Comprensivo 1 di Siniscola.

Venerdì 19 novembre alle 18, al Liceo classico "De Castro" di Oristano, Andrea Sanna, del dipartimento di Fisica di UniCa, terrà la conferenza sulla cosmologia, la nascita ed evoluzione dell’universo "Alle origini del tutto".

Mercoledì 24 novembre, all'Istituto "Einaudi" di Senorbì, alle 10 Maria Del Zompo terrà la conferenza "Le sfide della ricerca in neuroscienza: esperienze e percorsi" e alle 11.30 Marco Giuman, Romina Carboni e Emiliano Cruccas, del dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali dell' Università degli Studi di Cagliari, presenteranno "Le ricerche archeologiche dell’università di Cagliari tra costa ed entroterra".

Maria Del Zompo, docente di Farmacologia del dipartimento di Scienze biomediche, già rettore di UniCa, con Annalisa Bonfiglio
Maria Del Zompo, docente di Farmacologia del dipartimento di Scienze biomediche, già rettore di UniCa, con Annalisa Bonfiglio

RASSEGNA STAMPA

L'UNIONE SARDA del 3 novembre 2021

Agenda - pagina 21

Festival Scienza

Al via domani la quattordicesima edizione del Cagliari Festival Scienza "La Scienza tra speranze e scoperte". Nell'Aula Magna del Rettorato a partire dalle 16 ci saranno due conferenze: "Il metodo scientifico: una bussola per affrontare l'ignoto" con Elena Cattaneo, che dialoga con la neurobiologa Micaela Morelli, cui seguirà "Salute circolare, una rivoluzione necessaria" con Ilaria Capua, intervistata da giornalista Paolo Magliocco.

La notizia su L'Unione Sarda del 3 novembre 2021 a pagina 21
La notizia su L'Unione Sarda del 3 novembre 2021 a pagina 21

L'UNIONE SARDA del 4 novembre 2021

Cultura - pagina 48

Kermesse. A Cagliari

Capua e Cattaneo aprono oggi il Festival Scienza

È "La Scienza tra speranze e scoperte" il titolo della 14/a edizione del Cagliari Festival Scienza, che si apre oggi a Cagliari. «Se riflettiamo su quanto successo a partire dallo scorso anno, questa edizione del Cagliari Festival Scienza non poteva che essere celebrata con questo titolo – afferma Maria Becchere, presidente dell'Associazione Scienza Società Scienza che organizza la manifestazione - . Tanti sforzi sono stati profusi da quanti si sono prodigati in campo scientifico e non solo per identificare e studiare il tipo di virus, per debellare il Covid-19 mediante i vaccini e non potevamo non riporre ogni speranza nella scienza affinché i vari studi portassero a risultati concreti». Molti gli incontri organizzati già dalla prima giornata che vedrà protagoniste, questo pomeriggio alle 16 al Rettorato dell'Università di Cagliari le scienziate Ilaria Capua, virologa e direttrice del One Health Center of Excellence dell'Università della Florida, e la senatrice a vita Elena Cattaneo, farmacologa che ha dedicato i suoi studi alla malattia di Huntington e alle cellule staminali. Tra gli altri ospiti altre due donne: Manuela Battaglia, responsabile della ricerca della Fondazione Telethon e Patrizia Caraveo, dirigente di ricerca dell'Istituto Nazionale di Astrofisica partner del festival insieme all'Istituto Nazionale di fisica nucleare.

La notizia su L'Unione Sarda del 4 novembre 2021 a pagina 48
La notizia su L'Unione Sarda del 4 novembre 2021 a pagina 48

L'UNIONE SARDA del 7 novembre 2021

Cultura - pagina 53

Donne scienziate : una rivoluzione ancora incompiuta

Quante donne scienziate conosciamo? La risposta è una: troppo poche. Oppure sapete quante donne si sono aggiudicate almeno uno dei circa 583 Nobel assegnati in campo scientifico? Solamente 23 tra il 1903 e il 2020. Così ci si chiede se le donne abbiano le stesse opportunità e possibilità dei colleghi uomini. La continua discriminazione del genere femminile ha portato le studentesse a scegliere ambiti diversi da quello scientifico. Un dato significativo è senz'altro la percentuale di donne che scelgono le materie STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica) che negli ultimi vent'anni è rimasta stabile ad appena il 18,3%. A causare il fenomeno è la presenza di un forte maschilismo ai vertici delle istituzioni; e che dire del mondo accademico? Attualmente sono solo 7 le rettrici in carica su 82 in Italia. La mancanza di modelli, anche a livello scolastico, porta le donne a non dedicarsi alla carriera. Lo stereotipo di madri e casalinghe si ripercuote anche nell'ambito lavorativo. «Bisogna rassicurare le ragazze che una carriera in campo scientifico è un percorso bellissimo. Oggi ci sono opportunità che non bisogna lasciarsi scappare», dice Antonella Rossi, del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell'Università di Cagliari presente ieri al Festival Scienza di Cagliari, durante la conferenza "Donne, ragazze e scienza". L'importante è intraprendere gli studi scientifici con convinzione «Farlo con passione. Tutte le materie, se si studiano con interesse, portano ad avere successo nel futuro». È il suggerimento di Rossi per le giovani che vogliono seguire una strada scientifica. Le "sconosciute" Scienziate che sono state dimenticate o che ancora giganteggiano nei manuali. Donne spinte da una grande passione. Le storie di Mary Anning, che ha posto le basi della paleontologia, della matematica Emilie Du Châtelet, di Maria Sibylla Merian, entomologa e di Ada Lovelace, antenata dell'informatica sono esemplari. «Non sono state dimenticate, il loro nome non è mai apparso», dice la biologa Alessia Zurru. Malgrado ciò, a distanza anche di qualche secolo, vista la loro grandezza in campo scientifico le stiamo riscoprendo o scoprendo per la prima volta. Ed è proprio di questi temi che domani si parlerà nella conferenza "Sconosciute (o quasi) alla ribalta", dove Zurru racconterà le vite di queste straordinarie scienziate.Concetti che possono essere racchiusi nella frase della ex rettrice dell'Università di Cagliari, Maria Del Zompo: «Ragazze, la società civile ha bisogno di voi. Studiamo, approfondiamo e poi scegliamo assieme. Ma un aspetto è fondamentale: dovete crederci».

Natasha Floris Liceo "E. D'Arborea"

Ambra Steri Liceo Scientifico "Alberti"

L'articolo su L'Unione Sarda del 7 novembre 2021 a pagina 53
L'articolo su L'Unione Sarda del 7 novembre 2021 a pagina 53

Allegati

Link

Ultime notizie

15 gennaio 2022

Le cere anatomiche di Clemente Susini in vetrina su Italia1

Lunedì, in prima serata tv nazionale, la trasmissione Freedom-Oltre il confine è dedicata a uno dei principali e pregiati tesori dell'Università di Cagliari. Un viaggio tra le straordinarie opere scientifiche e artistiche custodite in Cittadella nel museo fondato da Alessandro Riva e curato dal suo allievo, Francesco Loy

14 gennaio 2022

La solidarietà dell'Ateneo alla studentessa aggredita

L’Università di Cagliari supporta con forza la necessità di denunciare ogni episodio violento di cui si sia vittime o testimoni alle autorità competenti, con le quali conferma un rapporto di massima e fattiva collaborazione, e di promuovere e tenere vivo il dibattito pubblico su questi temi fondamentali per la tutela e l’esercizio dei diritti di cittadinanza sostanziale di tutte e tutti

12 gennaio 2022

Esami e lauree possibili anche a distanza

Lo prevede un decreto firmato dal Rettore Francesco Mola che precisa che “la modalità in presenza potrà essere adottata se, in relazione al numero degli iscritti a ciascun appello, al numero di laureandi e alla disponibilità di spazi adeguati, potranno essere garantite le condizioni di sicurezza previste dai protocolli vigenti”. “Gli organi dell’Ateneo – commenta il Magnifico – stanno portando avanti una costante opera di monitoraggio per garantire la prosecuzione delle attività in sicurezza, calibrando e adottando le misure a seconda dell’evoluzione della situazione”. RASSEGNA STAMPA E SERVIZI DEI TG

Questionario e social

Condividi su: