UniCa UniCa News Notizie «Un orto al mese» fa tappa all'Università di Cagliari

«Un orto al mese» fa tappa all'Università di Cagliari

Il gruppo “Orto botanici e giardini storici” della Società Botanica Italiana racconta sui social le bellezze verdi dell'Italia attraverso una diretta con i protagonisti: dal Nord al Sud del nostro Paese in mostra i polmoni verdi che fanno respirare le nostre città. “Si tratta di una modalità certamente nuova e coinvolgente – spiega Gianluigi Bacchetta, direttore dell’Orto Botanico cagliaritano – per raccontare le collezioni e le attività che quotidianamente si svolgono nel polmone verde dell’Università di Cagliari". I LINK PER SEGUIRE LA DIRETTA GIOVEDI' 28 OTTOBRE A PARTIRE DALLE 17. RASSEGNA STAMPA
28 ottobre 2021
La locandina dell'evento

A raccontare le bellezze dell'Orto saranno il direttore Gianluigi Bacchetta, il responsabile tecnico Gianluca Iiriti e il curatore della Banca del Germoplasma della Sardegna, Marco Porceddu

Sergio Nuvoli

Cagliari, 25 ottobre 2021 - Fa tappa all’Università di Cagliari giovedì 28 ottobre l’iniziativa “Un orto al mese” organizzata dal gruppo “Orto botanici e giardini storici” della Società Botanica Italiana per raccontare sui social media gli orti botanici del nostro Paese. A partire dalle 17 sarà possibile partecipare a un incontro on line che racconterà le attività e la bellezza dell’Orto Botanico del capoluogo sardo. La diretta sarà visibile sul canale YouTube e sulla pagina facebook degli Orti Botanici Italiani.

Si tratta di una modalità nuova, moderna e interattiva, individuata per avviare un dialogo con il pubblico: finora, infatti, gli appuntamenti del ciclo hanno riguardato gli Orti botanici di Pisa, Padova, Bergamo, giardino alpino Chanousia e Giardini Hanbury e proseguiranno – dopo l’Orto Botanico dell’Ateneo cagliaritano – con l’Arboreto di Arco. Ogni Orto Botanico sarà raccontato sui social dalla voce dei protagonisti: nel caso di Cagliari, il direttore Gianluigi Bacchetta, il responsabile tecnico Gianluca Iiriti e il curatore della Banca del Germoplasma della Sardegna, Marco Porceddu.

Gianluigi Bacchetta , direttore dell'Orto
Gianluigi Bacchetta , direttore dell'Orto

“Si tratta di una modalità certamente nuova e coinvolgente – spiega Gianluigi Bacchetta, direttore dell’Orto Botanico cagliaritano – per raccontare le collezioni e le attività che quotidianamente si svolgono nel polmone verde dell’Università"

“Si tratta di una modalità certamente nuova e coinvolgente – spiega Gianluigi Bacchetta, direttore dell’Orto Botanico cagliaritano – per raccontare le collezioni e le attività che quotidianamente si svolgono nel polmone verde dell’Università di Cagliari: il lavoro di ricerca va infatti avanti tutto l’anno e non conosce soste. Il nostro Orto è davvero un gioiello dell’Ateneo e della città, punto di riferimento per tante generazioni di cagliaritani e per tantissimi studenti che qui si sono formati”.

“Abbiamo scelto di aprirci al pubblico più giovane e a nuove forme di comunicazione - dichiara Gianni Bedini, coordinatore del gruppo organizzatore - con la progettazione di un’iniziativa in cui il patrimonio dei nostri orti botanici possa essere raccontato anche a un pubblico non specialista. Un racconto affidato alle voci di chi realmente, ogni giorno, con ruoli diversi e diverse professionalità lavora negli orti botanici e degli orti si prende cura”.

L’Orto Botanico dell’Università degli Studi di Cagliari, il cui acronimo è HBK (Hortus Botanicus Karalitanus), fu fondato nel 1866 da Patrizio Gennari. Unico Orto Botanico della Sardegna, nasce come arboreto per l’acclimatazione delle specie tropicali, ma si caratterizza oggi anche per la presenza di una consistente componente floristica mediterranea.

L'Orto Botanico
L'Orto Botanico

L’Orto è ubicato nel cuore della città di Cagliari, si estende per poco più di 5 ettari lungo la Valle di Palabanda, tra la Villa di Tigellio a valle e l’Anfiteatro Romano a monte. E’ un museo a cielo aperto, esempio di connessione di bene culturale

L’Orto è ubicato nel cuore della città di Cagliari, si estende per poco più di 5 ettari lungo la Valle di Palabanda, tra la Villa di Tigellio a valle e l’Anfiteatro Romano a monte. E’ un museo a cielo aperto, esempio di connessione di bene culturale storico-archeologico, naturalistico e scientifico. Oltre alle numerose collezioni ospita anche vestigia archeologiche di diverse epoche quali il pozzo a noria, la vasca trifoglio, la grotta Gennari, la Cava romana e tre suggestive cisterne romane a forma di bottiglia. All’interno dell’Orto Botanico si trovano la Banca del Germoplasma della Sardegna (BG-SAR), il Centro di Conservazione della Biodiversità (CCB) e il Museo Botanico Karalitano (MBK).

Il gruppo “Orti botanici e giardini storici” della Società Botanica Italiana è attivo dal 1969 ed è impegnato nel coordinamento di queste istituzioni a livello nazionale.

RASSEGNA STAMPA

L'UNIONE SARDA del 27 ottobre 2021

Agenda - pagina 21

Viale Fra Ignazio. Domani pomeriggio

L'Orto botanico in diretta su YouTube

Raccontare e far scoprire gli orti botanici italiani: è lo scopo dell'iniziativa "Un orto al mese" che domani fa tappa a Cagliari con una diretta on line, sul canale YouTube e sulla pagina facebook degli Orti Botanici Italiani, dalle 17. L'appuntamento è organizzato dal gruppo "Orto botanici e giardini storici" della Società botanica italiana. Le finalità Le attività e la bellezza dell'Orto botanico cagliaritano saranno illustrate dal direttore Gianluigi Bacchetta, dal responsabile tecnico Gianluca Iiriti e da Marco Porceddu, curatore della Banca del Germoplasma della Sardegna. «È una modalità innovativa per raccontare le collezioni e le attività che quotidianamente si svolgono nel polmone verde dell'Università di Cagliari», ha sottolineato Bacchetta, «il lavoro di ricerca va avanti tutto l'anno senza soste. Il nostro Orto è un gioiello dell'Ateneo e della città, punto di riferimento per tante generazioni di cagliaritani e per tantissimi studenti che qui si sono formati». L'intenzione è «aprirci al pubblico più giovane e a nuove forme di comunicazione illustrando i nostri orti botanici anche a un pubblico non specialista», ha aggiunto Gianni Bedini, coordinatore del gruppo organizzatore, «un racconto affidato alle voci di chi realmente, ogni giorno, con diversi ruoli e professionalità, ci lavora e se ne prende cura». Il giardino cagliaritano L'Orto botanico di Cagliari fu fondato nel 1866 da Patrizio Gennari. Unico della Sardegna, si estende per 5 ettari tra la valle di Palabanda, la Villa di Tigellio e l'Anfiteatro Romano. È nato come arboreto per l'acclimatazione delle specie tropicali ma è caratterizzato anche dalla presenza di una consistente componente floristica mediterranea.

La notizia su L'Unione Sarda del 27 ottobre 2021 a pagina 21
La notizia su L'Unione Sarda del 27 ottobre 2021 a pagina 21

Link

Ultime notizie

11 agosto 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

10 agosto 2022

Comunicazione, festoso approfondimento tv dei cinque corsi di laurea presentati al Poetto

La puntata sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare è andata in onda all'interno di "Panorama sardo - speciale estate". "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. All'interno il link per la visione

08 agosto 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

05 agosto 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie