UniCa UniCa News Notizie Tirocini curriculari e laboratori on line, c'è il decreto del Rettore

Tirocini curriculari e laboratori on line, c'è il decreto del Rettore

Le nuove regole introducono lo smart working, in cui il tirocinante si affiancherà negli stessi ambienti online usati dai professionisti aziendali nel loro lavoro, assistendo, osservando e riflettendo sui processi in atto. Anche i laboratori curriculari devono essere svolti in remoto compatibilmente con gli obiettivi formativi e in congruenza col percorso formativo e si devono concludere nell’anno accademico in corso. Stabilite anche precise percentuali delle ore previste nel progetto formativo affinchè il tirocinio possa dirsi concluso. RASSEGNA STAMPA
14 aprile 2020
Anche per i tirocini è stato previsto lo smart working

L’atto rettorale adotta modalità online di svolgimento dei tirocini curriculari e di laboratorio non ostativi al raggiungimento del titolo di studio, con indicazioni che consentano il più possibile di attivare e portare a compimento il progetto iniziale

Sergio Nuvoli

Cagliari, 14 aprile 2020 - All’Università di Cagliari si potranno attivare esperienze di tirocinio curriculari in modalità di smart working, svolto in affiancamento alle attività di “lavoro agile” già in atto dall’ente ospitante, dopo aver verificato la disponibilità dell’ente stesso e del tutor aziendale. Lo stabilisce un decreto firmato da Maria Del Zompo, Rettore dell’Ateneo, che precisa che “il tirocinante si affiancherà negli stessi ambienti online usati dai professionisti aziendali (es. piattaforme sincrone o asincrone) nel loro lavoro, assistendo, osservando e riflettendo sui processi in atto”. L’atto rettorale adotta modalità online di svolgimento dei tirocini curriculari e di laboratorio non ostativi al raggiungimento del titolo di studio, introducendo indicazioni che consentano il più possibile agli studenti di attivare e portare a compimento il progetto di tirocinio.

“Per i tirocini già in essere – prosegue il provvedimento - si dovrà predisporre un accordo integrativo del progetto formativo nel quale si specificheranno quali attività dovranno essere svolte in modalità smart working, quali modalità e applicativi o sistemi informatici si utilizzeranno in relazione alle attività da svolgere”.

Il Rettore Del Zompo con il Prorettore alla Didattica, Ignazio Putzu
Il Rettore Del Zompo con il Prorettore alla Didattica, Ignazio Putzu

Il provvedimento prevede due ipotesi: che cioè il tirocinio fosse già in essere prima del periodo dell’emergenza sanitaria (cioè prima del 6 marzo) oppure che debba essere avviato in questo periodo

Il Rettore prevede due ipotesi: che cioè il tirocinio fosse già in essere prima del periodo dell’emergenza sanitaria (cioè prima del 6 marzo) oppure che debba essere avviato in questo periodo. Nel primo caso, se lo studente ha già svolto almeno il 60% delle ore previste nel progetto formativo, il tirocinio si considera concluso con la stesura della relazione finale da parte dello studente e della scheda di valutazione da parte dell’azienda ospitante. In caso contrario, la parte restante delle ore fino al 60% di quelle previste può essere svolta con attività in smart working.

Anche nel caso in cui il tirocinio sia da avviare durante il periodo di emergenza sanitaria, il Decreto prevede due ipotesi: se lo studente è iscritto all’ultimo anno del corso di studi, è dunque prossimo alla laurea, e non ha ancora iniziato il tirocinio, può iniziarlo in modalità online, per un monte ore iniziale pari al 50% delle ore previste nel progetto formativo.

Nel caso in cui, per l’emergenza sanitaria, non sia possibile il completamento del tirocinio in modalità tradizionale in tempo utile per la scadenza della sessione di laurea programmata, lo studente potrà proseguire il tirocinio in modalità online fino alla conclusione dello stesso, cioè fino al raggiungimento del 60% delle ore previste; il tirocinio si considera concluso con la stesura di una relazione finale e la compilazione della scheda di valutazione da parte dell’azienda ospitante.

Il Rettore incontra gli studenti alle Giornate di Orientamento 2019
Il Rettore incontra gli studenti alle Giornate di Orientamento 2019

I laboratori curriculari devono essere svolti in remoto compatibilmente con gli obiettivi formativi e in congruenza col percorso formativo e si devono concludere nell’anno accademico in corso

Se invece lo studente non è iscritto all’ultimo anno di corso di studio e si trova nelle condizioni di poter conseguire il titolo nell’a. a. 2020/2021, e intende avviare l’attività di tirocinio, questa può essere realizzata in modalità online per un numero di ore non superiore al 50% del monte ore totale, con lo svolgimento del restante 50% in presenza qualora cessi lo stato di emergenza; in caso contrario, lo studente potrà proseguire il tirocinio in modalità online fino alla conclusione dello stesso, cioè fino al raggiungimento del 60% delle ore previste; come nel caso precedente, il tirocinio si considera concluso con la stesura di una relazione finale e la compilazione della scheda di valutazione da parte dell’azienda ospitante.

In alternativa allo smart working esterno, potranno essere attivati tirocini interni in modalità online o remoto, da svolgersi sotto la guida di docenti/tutor universitari e dunque autogestiti dal corso di studio. Il tirocinio interno dovrà essere svolto fino al raggiungimento del 60% delle ore previste dal progetto formativo, con le regole finora esposte.

I laboratori curriculari devono essere svolti in remoto compatibilmente con gli obiettivi formativi e in congruenza col percorso formativo e si devono concludere nell’anno accademico in corso.

Con successivo provvedimento – scrive in conclusione il Rettore – saranno disciplinati i tirocini curriculari/professionalizzanti obbligatori previsti da specifica normativa nazionale/europea.

Studenti in aula alla Cittadella di Monserrato
Studenti in aula alla Cittadella di Monserrato

Allegati

Link

Ultime notizie

07 dicembre 2021

DUST IN THE WIND

Perturbazioni e problemi idroclimatici antropogenici nelle terre aride: giovedì 9 dicembre il seminario della professoressa statunitense Kathleen Nicoll (University of Utah) su cause ed effetti della desertificazione in regioni a rischio di siccità, come il Mediterraneo, a confronto con le variabili ecogeomorfiche e le attività umane alla base delle tempeste di polvere a Salt Lake City e nelle vicine montagne Wasatch. Appuntamento organizzato su Teams dal Dipartimento di Scienze chimiche e geologiche e coordinato dal professor Guido Mariani nell’ambito del ciclo di seminari 2021-22 dei Corsi di laurea in Geologia e Scienze e tecnologie geologiche

07 dicembre 2021

Transizione energetica e mobilità

Venerdì 10 dicembre, ore 17:45, continua la serie di conferenze organizzate da Legambiente Sardegna con la collaborazione del Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e architettura dell'Università di Cagliari (Dicaar) con il comune obiettivo di tenere alta l’attenzione a focalizzare ogni sforzo sull’Agenda impostata dall’Unione europea per il Green Deal, la transizione “verde”, giusta e solidale, che ha messo a disposizione ingenti risorse mirate per la ripresa e la resilienza dei Paesi membri. Con i docenti di UniCa Giorgio Massacci, Giorgio Querzoli, Gianfranco Fancello e Italo Meloni, partecipano: Paride Gasparini (Ctm), Paolo Diana (Arst) e l’assessore comunale Alessandro Guarracino. Coordina Vincenzo Tiana (Legambiente)

07 dicembre 2021

BIP, giornata di recruiting

Si svolgerà martedì 21 dicembre, nel Centro servizi di Ateneo per l'innovazione e l'imprenditorialità dell‘Università di Cagliari in via Ospedale 121, la giornata di reclutamento organizzata dalla società di consulenza internazionale BIP Consulting. L'evento è riservato a studentesse e studenti laureandi o laureati nelle discipline STEM. Per partecipare occorre inviare il curriculum entro il 16 dicembre

07 dicembre 2021

Adotta un'impresa

Giunge al quarto anno il progetto che mette in relazione le studentesse e gli studenti dell'Università degli Studi di Cagliari con le aziende del territorio. L'iniziativa è promossa all'interno del corso di Marketing digitale, tenuto da Francesca Cabiddu, per il corso di laurea in Data Science, Business Analytics e Innovazione. Sette le imprese coinvolte: IMI Remosa, Fluorsid, Portale Sardegna, Eurobetonsud, Fattorie Renolia, Biho Cafè Bistro' e Fantasy Pizzeria

Questionario e social

Condividi su: