UniCa UniCa News Notizie «Tecnologia è Biologia», una conferenza alla Fondazione di Sardegna

«Tecnologia è Biologia», una conferenza alla Fondazione di Sardegna

Venerdì 3 e sabato 4 dicembre dalle 18, nella sala conferenze della Fondazione di Sardegna a Cagliari, si svolgerà l'iniziativa dedicata alla conoscenza nell'era digitale con il coordinamento scientifico di Silvano Tagliagambe, l'organizzazione di Kitzanos e EjaTv, il sostegno della Fondazione e il patrocinio dell'Università degli Studi di Cagliari. Previsti gli interventi del Magnifico Rettore, Francesco Mola, e della viceministra allo Sviluppo economico, Alessandra Todde. RASSEGNA STAMPA
03 dicembre 2021
La locandina dell'evento

Due giorni di dibattito e confronto a più voci e a più menti: imprenditori, accademici, giornalisti, politici. Appuntamento venerdì 3 e sabato 4 dicembre dalle 18 alle 23 nella sala conferenze della Fondazione di Sardegna in via San Salvatore da Horta

Cagliari, 27 novembre 2021 - "Tecnologia è Biologia e viceversa. (Ri)pensare la conoscenza nell'era digitale" è il tema della due giorni di dibattito e confronto che si svolgerà sotto la direzione scientifica di Silvano Tagliagambe, docente emerito di Filosofia della scienza, il 3 e il 4 dicembre nella sala conferenze della Fondazione di Sardegna a Cagliari, sotto il patrocinio dell'Università degli Studi di Cagliari.

L'evento si aprirà venerdì 3 dicembre alle 18 con l'introduzione del professor Tagliagambe e gli interventi di Luca De Biase, Andrea Bonaccorsi, Francesco Molinari, Mauro Barberio, Philip Martin Larrey e Nicola Pirina. Il 4 dicembre spazio all'intervento del Magnifico Rettore dell'ateneo cagliaritano, Francesco Mola, che parlerà del "Centro studi sul cervello: impatti desiderabili e necessari su formazione e insegnamento". Nella stessa serata interverranno Antonello Cabras, presidente della Fondazione di Sardegna, Alessandra Todde, viceministra allo Sviluppo Economico, Alberto Felice De Toni, Antonio Grieco, Gianmarco Carnovale, Roberto Masiero e Alfio Quarteroni. Conclusioni affidate a Silvano Tagliagambe e Nicola Pirina.

Le giornaliste Paola Pintus e Simonetta Selloni, assieme al docente di Etica del Digitale e blogger, Michele Kettmaier, saranno i discussant permanenti nel corso della due giorni.

"Un pensiero, un modo di produzione, una visione del mondo, un vero e proprio modo d’essere che va elaborato in un contesto che tutto coinvolge che chiamiamo intelligenza artificiale e che di fatto opera nella simbiosi tra tecnologia e biologia", spiega Silvano Tagliagambe, direttore scientifico dell'iniziativa che vedrà confrontarsi imprenditori, giornalisti, accademici, politici.

EjaTV si occuperà della diretta e del social media management, Kitzanos di coordinamento e organizzazione. A conclusione della manifestazione sarà prodotto un Instant Book.

L'iniziativa si svolgerà in presenza limitatamente ai relatori e al personale tecnico e nel rispetto della normativa anti-Covid vigente, il pubblico potrà seguirla in streaming sul sito dedicato e sui canali social di EjaTV e di Kitzanos.

Il Rettore Francesco Mola
Il Rettore Francesco Mola

RASSEGNA STAMPA

L'UNIONE SARDA del 5 dicembre 2021

Cagliari - pagina 33

Sviluppo, prospettive grazie alla tecnologia

Che contributo possono dare la cultura, la tecnologia e l'innovazione per superare la crisi dettata dalla pandemia? Attorno a questa domanda sono ruotati gli interventi di "Tecnologia è biologia", evento in streaming terminato ieri, trasmesso dalla sala conferenze della Fondazione di Sardegna. Due giornate all'insegna del confronto, che ha coinvolto personalità di spicco quali Silvano Tagliagambe, professore emerito di Filosofia della Scienza, il rettore dell'Università Francesco Mola, Antonello Cabras, presidente della Fondazione di Sardegna, Alessandra Todde viceministro dello Sviluppo economico. Molteplici gli argomenti trattati, come l'organizzazione delle imprese grazie a nuovi linguaggi per l'innovazione industriale possibile nella nuova cultura di impresa e del management, l'Europa post Pnrr, l'intelligenza artificiale, lo spopolamento dell'Isola e la difficoltà degli spostamenti interni con riferimenti anche all'idrogeno "green" e alla transizione energetica. «La scienza non può più solo essere descrittiva ma deve costruire nuovi scenari», ha concluso Silvano Tagliagambe. «Bisogna analizzare i vincoli e le opportunità che si hanno davanti per ottenere una progettualità realmente efficace».

L'articolo su L'Unione Sarda del 5 dicembre 2021 a pagina 33
L'articolo su L'Unione Sarda del 5 dicembre 2021 a pagina 33

Allegati

Link

Ultime notizie

11 agosto 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

10 agosto 2022

Comunicazione, festoso approfondimento tv dei cinque corsi di laurea presentati al Poetto

La puntata sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare è andata in onda all'interno di "Panorama sardo - speciale estate". "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. All'interno il link per la visione

08 agosto 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

05 agosto 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie