UniCa UniCa News Notizie Su REPUBBLICA la strada scelta dall’Università di Cagliari

Su REPUBBLICA la strada scelta dall’Università di Cagliari

L’Ateneo è presente nello Speciale che il quotidiano diretto da Maurizio Molinari dedica ai migliori atenei italiani. All’interno anche un servizio firmato da Cristina Nadotti, firma di punta del giornale, con alcune dichiarazioni del Rettore Maria Del Zompo e del Prorettore alla Didattica Ignazio Putzu. Per capire, ancora una volta, perché vale davvero la pena di iscriversi
31 luglio 2020
L'inaugurazione dell'opera Horizon, copertina del servizio su La Repubblica

Ampio spazio alla nostra Università nello Speciale de La Repubblica: un Ateneo che guarda al futuro

Sergio Nuvoli

Cagliari, 29 luglio 2020 – L’Università degli Studi di Cagliari occupa un posto di assoluto rilievo nello “Speciale Università” on line da oggi sul sito di Repubblica.it. Si tratta di un’iniziativa editoriale che il quotidiano diretto da Maurizio Molinari dedica agli atenei italiani, dal significativo titolo “La sfida della nuova stagione: non perdere iscritti”.

All’interno, il focus è diretto su alcuni atenei, evidentemente giudicati i più interessanti nel panorama nazionale: tra questi l’Università di Cagliari. Cristina Nadotti – firma di punta del quotidiano – firma un lungo articolo che contiene anche numerose dichiarazioni rilasciate da Maria Del Zompo, Rettore di UniCa, e da Ignazio Putzu, Prorettore alla Didattica.

E nel pezzo di apertura del dossier Ilaria Venturi, parlando del diritto allo studio, cita espressamente l'ampliamento della no tax area attuata dall'Università di Cagliari. Ne emerge un quadro che fa ben comprendere le eccellenze offerte dal nostro Ateneo, con l’orgoglio di mantenere una chiave spiccatamente multidisciplinare, che fa della contaminazione tra i saperi, dell'innovazione, della condivisione e dell’elaborazione di un autentico spirito critico molto più che semplici parole d’ordine.

In copertina, la foto della recente inaugurazione del murale firmato da Manu Invisible alla Cittadella universitaria di Monserrato, con il Rettore, il Prorettore alla Didattica, il Direttore Generale Aldo Urru e la Dirigente della Direzione Didattica Pina Locci.

Un Ateneo che guarda decisamente al futuro, come sottolinea Cristina Nadotti nel servizio, che spiega anche le modalità adottate per la ripresa delle attività di settembre.

Lo speciale del quotidiano La Repubblica dedicato all'Università, con il richiamo sul nostro Ateneo in copertina
Lo speciale del quotidiano La Repubblica dedicato all'Università, con il richiamo sul nostro Ateneo in copertina

Link

Ultime notizie

25 settembre 2020

UniCa ha un Piano per l'uguaglianza di genere

L'Ateneo di Cagliari è tra i primi in Italia a dotarsi di uno strumento che disegna un percorso di cambiamento istituzionale di medio-lungo periodo, pensato per diventare parte integrante dell’identità e del funzionamento dell’istituzione. Nato nell'ambito del progetto SUPERA coordinato da Luigi Raffo, è stato sviluppato coinvolgendo tutte le componenti dell’ateneo, con interviste, momenti di co-progettazione e un’intensa attività di consultazione. Il Rettore Del Zompo: "In un periodo in cui finalmente questi temi stanno spesso rimbalzando nel dibattito pubblico, abbiamo scelto da tempo di passare ai fatti: il Piano per l’uguaglianza di genere si affianca al Bilancio di genere". TUTTI I DETTAGLI. RASSEGNA STAMPA. LA NOTIZIA ANCHE SU REPUBBLICA.IT

25 settembre 2020

A-posto, le istruzioni per il rientro in aula

L’Università di Cagliari assicura la fruizione della didattica in modalità mista: in questi giorni gli iscritti stanno ricevendo le istruzioni per scegliere se seguire i corsi integralmente a distanza oppure seguire una parte delle lezioni in presenza attraverso una turnazione specifica. La scelta si fa on line. Il Rettore Maria Del Zompo richiama tutti alla responsabilità personale. RASSEGNA STAMPA

25 settembre 2020

Una borsa di studio intitolata a Giulio Angioni

Il Comune di Guasila e la Facoltà di Studi Umanistici di UniCa istituiscono una borsa di studio dedicata ai laureati e alle laureate in discipline demoetnoantropologiche intitolata a Giulio Angioni. L’iniziativa rientra all’interno del programma del Festival dell’Altrove. Scadenza fissata per il 28 settembre

Questionario e social

Condividi su: