UniCa UniCa News Notizie “Scuola Plastic Free”: l’associazionismo con UniCa contro le plastiche monouso

“Scuola Plastic Free”: l’associazionismo con UniCa contro le plastiche monouso

Valeria M. Nurchi, Antonio Pusceddu e Sebastiano Banni incontrano venerdì 29 novembre alle 17 nella sala consiliare del comune di Selargius studenti, docenti e genitori degli alunni delle scuole di vario ordine e grado di Quartu S. Elena, Pirri e Selargius per l’avvio di un percorso didattico condiviso
26 novembre 2019
Piero Piasotti, Anny Guttuso e Mariella Setzu dell'Associazione Give him a chance, responsabili e coordinatori del progetto " Scuola Plastic Free" e i Professori Guido Crisponi, Valeria Nurchi dell'Università di Cagliari

Sergio Nuvoli

Cagliari, 21 novembre 2019 - L’associazione “Give Him a Chance Onlus”, organizza il 29 novembre alle 17 nella sala consiliare del comune di Selargius un incontro-conferenza dal titolo “Scuola Plastic Free”, sull’omonimo progetto.

L’iniziativa prevede la partecipazione di ricercatori dell’Università di Cagliari e di docenti e genitori degli alunni delle scuole di vario ordine e grado di Quartu S. Elena, Pirri e Selargius, e si propone di promuovere il progetto che ha come obiettivo la sensibilizzazione degli studenti e delle loro famiglie all’uso responsabile delle plastiche monouso. Gli studenti coinvolti seguiranno un percorso didattico che li porterà a condividere la scelta di sostituire le bottiglie in plastica per l’acqua con una borraccia donata dall’associazione.

Il convegno avrà come relatori Valeria M. Nurchi, docente di Chimica Analitica, che parlerà delle caratteristiche delle acque destinate al consumo umano e presenterà i dati delle analisi delle acque potabili prelevate direttamente nelle scuole aderenti al progetto poste a confronto con le acque minerali commerciali, Antonio Pusceddu, docente di Ecologia, che interverrà sulle microplastiche presenti negli organismi marini, Sebastiano Banni, docente di Fisiologia della nutrizione, che parlerà del ruolo dell’alimentazione dall’infanzia all’adolescenza.

I prelievi per le determinazioni chimico analitiche delle acque nelle scuole sono stati curati dal team della prof.ssa Nurchi con il prof. Guido Crisponi, il dott. Daniele Maxia e gli studenti Denise Monfredini e Alessio Angioni del corso di Chimica dell’Università di Cagliari. Per conto dell’Associazione “Give him a chance” hanno partecipato all’organizzazione e ai prelievi, come coordinatori del progetto, Mariella Setzu, ricercatrice dell’Università di Cagliari, Anny Guttuso, vicepresidente della Associazione e Piero Piasotti, docente responsabile del progetto e relatore all’incontro.

L’associazione Give Him A Chance (https://www.givehimachance.org/), con sede a Quartu S.E., non è nuova a iniziative che coinvolgono le scuole dell’area metropolitana di Cagliari su temi riguardanti i problemi dell’infanzia nel mondo, in particolare l’inclusione sociale e l’ambiente.

Ultime notizie

11 agosto 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

08 agosto 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

08 agosto 2022

Comunicazione, stasera in tv i cinque corsi di laurea presentati al Poetto

In onda stasera l’approfondimento sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare. "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. Alle 21 su "Panorama sardo - speciale estate"

05 agosto 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie