UniCa UniCa News Notizie Saturday for Future, l’appello del Rettore

Saturday for Future, l’appello del Rettore

Maria Del Zompo con UniCa aderisce all’iniziativa che punta a trasformare il sabato nel giorno dell’impegno per la produzione e il consumo responsabili a favore dello sviluppo sostenibile, e invita tutti a fare altrettanto: “Il nostro Ateneo è già impegnato a sostenere gli obiettivi dell’Agenda ONU e intende ora sostenere e diffondere quanto l'ASviS (Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile), promotrice dell'iniziativa, suggerisce per favorire la partecipazione”. Farlo è semplicissimo: partecipando alla campagna sui social, compilando un questionario on line e seguendo gratuitamente un corso e-learning sull’Agenda 2030. RASSEGNA STAMPA
28 novembre 2019
Saturday for future

Sergio Nuvoli

Cagliari, 28 novembre 2019 - Arriva dal Rettore dell’Università di Cagliari, Maria Del Zompo, l’invito rivolto a tutti a partecipare al “Saturday for Future”, l’iniziativa che si svolgerà sabato 30 novembre. Si tratta di un evento che mira a trasformare il sabato nel giorno dell’impegno per la produzione e il consumo responsabili a favore dello sviluppo sostenibile, compiendo azioni che tutti i cittadini possono mettere in pratica e che possono innescare circoli virtuosi in grado di cambiare i modelli produttivi a favore di uno sviluppo sostenibile e, in vista delle spese natalizie, invitarli a evitare gli sprechi, ridurre al minimo i rifiuti, riciclare e scegliere in modo responsabile i prodotti che si acquistano, guardando sempre di più alla sostenibilità del modello di sviluppo.

L’obiettivo è di migliorare le abitudini di spesa per una produzione e un consumo responsabili come definito dal Goal 12 dell’Agenda 2030 (clicca per saperne di più).

“L'Università degli Studi di Cagliari,  partner della Rete delle Università Sostenibili, impegnata nell'attuazione degli Obiettivi dell'Agenda ONU 2030 – spiega il Rettore - intende condividere l'iniziativa dandone massima diffusione al proprio personale e agli studenti, auspicando una partecipazione significativa attraverso azioni concrete mirate a favorire consumi sostenibili nella convinzione che produrre e consumare responsabilmente sia di fondamentale importanza per scongiurare danni irreversibili al nostro pianeta e alle future generazioni”.

Maria Del Zompo, Rettore dell'Università di Cagliari
Maria Del Zompo, Rettore dell'Università di Cagliari

 

“Il nostro Ateneo è già impegnato a sostenere gli obiettivi dell’Agenda ONU – prosegue la prof.ssa Del Zompo - e intende ora sostenere e diffondere quanto l'ASviS (Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile), promotrice dell'iniziativa, suggerisce per favorire la partecipazione”. In particolare l’invito è a prendere parte alla campagna di sensibilizzazione sui social con l’hashtag #SaturdaysforFuture, partecipare al questionario online sulle priorità di produzione e consumo responsabili (CLICCA QUI) e seguire gratuitamente il corso e-learning dell’ASviS sull’Agenda 2030 disponibile online durante la settimana che precede la mobilitazione (CLICCA QUI PER ISCRIVERTI).

“Mi auguro che molti di noi – conclude il Rettore - si attivino in questo senso: un caro saluto e buon Saturday for Future a tutti”.

RASSEGNA STAMPA

ANSA SARDEGNA

Saturday for future, appello rettrice Cagliari Del Zompo

Il 30 iniziativa a favore dello sviluppo sostenibile

CAGLIARI

(ANSA) - CAGLIARI, 28 NOV - Arriva dalla Rettrice dell'Università di Cagliari, Maria Del Zompo, l'invito rivolto a tutti a partecipare al "Saturday for Future", l'iniziativa che si svolgerà sabato 30 novembre. Un evento che mira a trasformare il sabato nel giorno dell'impegno per la produzione e il consumo responsabili a favore dello sviluppo sostenibile, compiendo azioni che tutti i cittadini possono mettere in pratica e che possono innescare circoli virtuosi in grado di cambiare i modelli produttivi a favore di uno sviluppo sostenibile e, in vista delle spese natalizie, invitarli a evitare gli sprechi, ridurre al minimo i rifiuti, riciclare e scegliere in modo responsabile i prodotti che si acquistano, guardando sempre di più alla sostenibilità del modello di sviluppo. L'obiettivo è di migliorare le abitudini di spesa per una produzione e un consumo responsabili come definito dal Goal 12 dell'Agenda 2030 (https://asvis.it/goal12). "L'Università degli Studi di Cagliari, partner della Rete delle Università Sostenibili, impegnata nell'attuazione degli Obiettivi dell'Agenda ONU 2030 - spiega la professoressa Del Zompo - intende condividere l'iniziativa dandone massima diffusione al proprio personale e agli studenti, auspicando una partecipazione significativa attraverso azioni concrete mirate a favorire consumi sostenibili nella convinzione che produrre e consumare responsabilmente sia di fondamentale importanza per scongiurare danni irreversibili al nostro pianeta e alle future generazioni". "Il nostro Ateneo è già impegnato a sostenere gli obiettivi dell'Agenda ONU - conclude la Rettrice - e intende ora sostenere e diffondere quanto l'ASviS (Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile), promotrice dell'iniziativa, suggerisce per favorire la partecipazione". (ANSA).

ANSA.IT
ANSA.IT

Link

Ultime notizie

21 gennaio 2021

GramsciLab, premiazione delle tesi di laurea

Lunedì 25 gennaio alle 11 il GramsciLab e l'Istituto Gramsci della Sardegna premieranno le migliori tesi di laurea sul tema delle possibili letture analitiche gramsciane di contesti sociopolitici internazionali e sulla traducibilità delle categorie gramsciane in differenti ambiti disciplinari. La cerimonia si svolgerà sulla piattaforma Teams

21 gennaio 2021

Università e recupero sociale, un seminario per i 400 anni di UniCa

Giovedì 21 gennaio alle 17 un nuovo incontro organizzato dalla Facoltà di Studi Umanistici per celebrare i 400 anni dell'Ateneo. L'appuntamento, dal significativo titolo "L’Università e il recupero sociale: dalle carceri alle comunità" sarà coordinato da Cristina Cabras, docente di Psicologia sociale, e vedrà la partecipazione - con il Rettore Maria Del Zompo - di Gianfranco De Gesu, Maurizio Veneziano, Franco Prina, Maria Elena Magrin, Claudia Secci e Don Ettore Cannavera. DIRETTA STREAMING SUI CANALI SOCIAL DELL'ATENEO. RASSEGNA STAMPA

21 gennaio 2021

Rifiuti sui fondali marini, ora è emergenza

Pubblicato sulla rivista "Environmental Research Letters" uno studio che rivela la minaccia nel Mediterraneo. L'allarme arriva da un team di studiosi, tra i quali Alessandro Cau, ricercatore del Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente del nostro Ateneo. Ad elevate profondità, oltre i mille metri, spesso la biomassa pescata con lo strascico (pesci, crostacei, molluschi) è uguale o inferiore a quella dei rifiuti. Indagati dai ricercatori anche i fondali del canyon di Nora e delle Bocche di Bonifacio. RASSEGNA STAMPA

Questionario e social

Condividi su: