UniCa UniCa News Notizie Ricerca, telemedicina e bioingegneria applicate al mondo della vela

Ricerca, telemedicina e bioingegneria applicate al mondo della vela

Il gruppo di Andrea Loviselli monitora tre velisti impegnati da oggi in una crociera di trenta giorni: "Seventy...een" ha mollato gli ormeggi dal Molo Ichnusa. L'Università di Cagliari in prima fila tra terza missione, sport e conoscenze medico-scientifiche
26 giugno 2021
Cagliari. Molo Ichnusa, lapartenza di Seventy...een"

Modelli applicativi, rischi e conoscenze scientifiche tra anagrafe dei protagonisti e passione per il mare

Mario Frongia

Stamani, sabato 26 giugno, poco dopo le 9 "Seventy...een" - Bavaria 44, sloop da undici tonnellate di dislocamento - ha lasciato il Molo Ichnusa. La crociera si svilupperà nei prossimi trenta giorni nelle acque del Mediterraneo. A bordo, lo skipper Pietro Gaviati con Piercarlo Porru e Giorgio Ribollini rispettivamente di 73, 60 e 81 anni. Velisti diversamente giovani che saranno monitorati miglio dopo miglio dagli specialisti dell'Università e dell'Azienda ospedaliera universitaria di Cagliari. barca avrà sensori in grado di rilevare in tempo reale le variazioni microclimatiche ambientali e le oscillazioni meccaniche dello scafo. "Lo studio - dice Andrea Loviselli, docente Endocrinologia e Nutrizione, facoltà Medicina e Biologia, direttore Endocrinologia dell'Azienda ospedaliero-universitaria di Cagliari - è volto a ottenere un modello funzionale della consistente fetta di popolazione di velisti che fanno parte di una fascia di età avanzata. Sarà importante acquisire conoscenze medico sportive necessarie sui benefici e sui possibili rischi, legati ai diportisti che vanno a vela per periodi prolungati”.

Andrea Loviselli
Andrea Loviselli

Sollecitazioni organiche, cardio-respirazione e microclima: marinai al microscopio

Con una piattaforma avanzata di telemedicina e bioingegneria, il trio di "Seventy een" viene monitorati da un team di specialisti dell'ateneo di Cagliari e di altri atenei, con il supporto di aziende di settore. Il monitoraggio avviene a livello cardiorespiratorio e metabolico,. "Valutiamo la risposta alle sollecitazioni generate sul loro organismo da variabili microclimatiche e biomeccaniche, caratteristiche della navigazione a vela in mare aperto. Andare a bordo di natanti a vela - spiega il professor Loviselli - può porre a dura prova i meccanismi del nostro corpo che sono deputati al mantenimento dell’omeostasi delle principali variabili funzionali quali temperatura, pH, osmolarità, glicemia e attività degli enzimi monoamino ossidasi, oltre al rischio di disidratazione. Altro elemento di perturbazione omeostatica è dato dal passaggio di un normale ritmo sonno/veglia a una condizione di sonno polifasico, con un significativo aumento dei tempi di reazione a stimoli visivi e quindi rischio di incidenti in barca".

I croceristi Pietro Gaviati, Giorgio Ribollini e Piercarlo Porru
I croceristi Pietro Gaviati, Giorgio Ribollini e Piercarlo Porru

Tra carta d'identità e salute, quel che può accadere in barca a vela per navigazioni prolungate

Nel coordinamento dei ricercatori opera anche Fernanda Velluzzi (docente Malattie metaboliche, presidente regionale Società italiana obesità, responsabile del Centro obesità dell'Aou di Cagliari): "Numerosi peptidi ciclici, sintetizzati in organismi marini e dispersi nel cosìdetto sea spray aerosol, hanno mostrato potenziali attività antitumorali di cui potrebbero beneficiare dei nostri tre croceristi". La parte biomedica, con la supervisione di Andrea Loviselli, fa capo a Filippo Tocco (direttore scuola specializzazione Medicina dello sport e docente di Scienze motorie) e Roberto Solinas (cardiologo, Aou Cagliari).

 

Fernanda Velluzzi
Fernanda Velluzzi

Meccanica, industria e ricadute sul tessuto imprenditoriale

L'aspetto ingegneristico è curato da Andrea Manuello (dipartimento Ingegneria meccanica e aerospaziale, Politecnico Torino). La componente industriale e territoriale, con il supporto tecnologico, è dello spin-off dell'Università di Cagliari 2C Technologies srl, amministrato da Alberto Concu (già docente di Fisiologia, facoltà di Medicina), e dalla Società informatica ugandese Nomadyca Ltd, amministrata da Andrea Fois.

Filippo Tocco
Filippo Tocco

Ultime notizie

23 settembre 2021

Il ricordo, la memoria

In ricordo di David Carpenter Nilson, lettore (1986-2004) e professore a contratto di Traduzione nel 2004 nella allora Facoltà di Lingue di Cagliari

22 settembre 2021

Notte dei ricercatori, oggi all’Orto botanico eventi attuali e di forte impatto per la comunità

Alle 20 i saluti inaugurali di Francesco Mola, Luciano Colombo, Paolo Truzzu, Tomaso Locci e Christian Solinas. Dalle 16 si dibatte di vaccini, diritti individuali, hacker, scene del crimine, cinema, cervello, intelligenza artificiale arte terapia, scienza della sostenibilità e antimateria. La manifestazione si tiene nel cuore della città e promuove la scienza avvicinante e a portata di mano. All’Orto sarà presente, per la prima volta in Italia durante la Notte, un “Punto giallo” per la raccolta fondi organizzato con il comitato “Verità per Giulio Regeni”

22 settembre 2021

Transizione energetica, la roadmap per la neutralità climatica della Sardegna

Università di Cagliari, Sotacarbo ed Enea curano la due giorni sul tema chiave per lo sviluppo del sistema Italia. Tecnologie, scenari e politiche di riqualificazione, formazione e neutralità climatica al centro del dibattito con le massime cariche regionali e nazionali del comparto. Apertura dei lavori con i rettori Francesco Mola e Gavino Mariotti. Nel team organizzativo lo staff di Fabrizio Pilo, prorettore per Innovazione e territorio

21 settembre 2021

Notte dei ricercatori. Vaccini e pandemia tra i temi più attesi

Anche l’edizione 2021 vede l’Università di Cagliari in prima fila, venerdì 24 settembre, con tanti eventi divulgativi coordinati da ricercatrici e ricercatori, dimostrazioni scientifiche e incontri su temi attuali e di forte impatto. L’iniziativa si tiene dalle 16 alle 22,30 all’Orto botanico e, oltre al focus di grande interesse su Covid19, prevede una serie di interessanti presentazioni e attività varie dedicate a robotica, cinema, antimateria, cervello, big data, intelligenza artificiale, Internet delle cose, storia, medicina, fisica e chimica. PER PARTECIPARE OCCORRE ISCRIVERSI ONLINE

Questionario e social

Condividi su: