UniCa UniCa News Notizie Neighbour Hub, città ed energie sociali in un modello di gestione innovativo per la cura e l’uso condiviso dei beni comuni

Neighbour Hub, città ed energie sociali in un modello di gestione innovativo per la cura e l’uso condiviso dei beni comuni

Oggi alle 16 l'apertura del percorso di "Attività in cerca di spazi – spazi in cerca di attività". Le applicazioni degli specialisti del Dicaar ai quartieri di San Michele e Is Mirrionis. Tra cultura, sport, assistenza e condivisione. I saluti del prorettore Fabrizo Pilo, dei partner e delle associazioni impegnate sul territorio
21 ottobre 2022
Sinergie sociali strategiche

Un modello di gestione innovativo per la cura e l’uso condiviso dei beni comuni Urbani

Oggi, venerdì 21 ottobre, dalle 16, l'aula magna della facoltà di Ingegneria e architettura - via Marengo n. 2 - ospita il convegno sul progetto NeighbourHub. "La grande forza delle città sono le sue energie sociali". Valeria Saiu, Ivan Blecic e Emanuel Muroni presentano così il progetto. I ricercatori del Dicaar (Dipartimento ingegneria civile, ambientale e architettura sono al lavoro su tematiche di forte attualità. "Attività in cerca di spazi – spazi in cerca di attività* è la macro cornice dell'evento. "Studiamo soggetti che promuovono attività culturali e socio-assistenziali, animano gli spazi, favoriscono l’accesso dei cittadini alla cultura, allo sport, ai servizi ricreativi, socio-sanitari e assistenziali. Spesso, queste attività non sono sufficientemente coordinate e messe a valore, pur rappresentando una grande possibile leva di vitalità e sviluppo urbano" rimarcano gli specialisti. E ancora. "Molte di queste attività, inoltre, vengono promosse da associazioni a scopo volontaristico che non dispongono di adeguate strutture, che dunque sono “in cerca di spazi”. Allo stesso tempo nelle città esiste un vasto patrimonio di edifici e spazi pubblici inutilizzati o sottoutilizzati, spazi che è difficile ed oneroso manutenere, gestire, e trovare per loro usi e funzioni. Questa condizione – che vede da un lato “attività in cerca di spazi” e dall’altro “spazi in cerca di attività”, che non riescono ad incontrarsi – rappresenta una formidabile opportunità per la (ri)generazione e la (ri)vitalizzazione della città, per la riqualificazione dello spazio pubblico attraverso interventi e modelli innovativi capaci di ridare centralità e garantire un presidio costante dei luoghi e degli spazi urbani, rafforzandone la cura e l’uso".

 

Il Poetto, spiaggia metropolitana tra le più estese d'Europa, manifesto delle potenzialità infinite del capoluogo
Il Poetto, spiaggia metropolitana tra le più estese d'Europa, manifesto delle potenzialità infinite del capoluogo

Condivisione, riflessioni e punti di vista. Dagli amministratori alle associazioni

Fabrizio Pilo, prorettore delegato per il territorio e l’innovazione, apre i lavori con i saluti istituzionali. A seguire, interventi di Giorgio Massacci (direttore Dicaar), Graziano Milia (Fondazione di Sardegna). Dalle 16.30 si entra nel vivo. "Rigenerare città con la cultura" è il tema di Ezio Micelli (Università Iuav, Venezia). Quindi, Ivan Blecic, Valeria Saiu ed Emanuel Muroni presentano il progetto. Interventi di Ester Cois (dipartimento Scienze politiche e sociali), Gianmario DemuroSalvatore Lovicu (Dipartimento giurisprudenza). In scaletta, interventi dei rappresentanti delle associazioni partner del progetto: Sabrina Perra (Istituto Gramsci della Sardegna), Terenzio Calledda, Franco Meloni Maurizio Fanzecco (Associazione Casa del quartiere – Is Mirrionis), Stefano Ledda (Teatro del Segno), Carlo Atzeni (delegato d’ateneo per spazi e sostenibilità. Al dibattito sono attesi Paolo Truzzu. sindaco di Cagliari, Roberto Mura, vice sindaco Città metropolitana di Cagliari, Francesca Ghirra, Camera dei deputati,  Antonello Angioni, presidente Commissione urbanistica, Comune di Cagliari. 

Fabrizio Pilo, prorettore Ricerca scientifica
Fabrizio Pilo, prorettore Ricerca scientifica

Is Mirrionis e San Michele quali laboratori di riflessione e applicazione

Il progetto NeighbourHub (NHub) – finanziato dalla Fondazione di Sardegna nell’ambito del bando “Sviluppo locale” per le annualità 2020 e 2021 – è un progetto di ricerca-azione che nasce dalla collaborazione tra il Dicaar e numerose associazioni socio-culturali che operano nella città. "Il progetto si è posto l’obiettivo di affrontare un’esigenza concreta e urgente che ancora oggi appare irrisolta: conciliare la necessità di una più efficace cura dei Beni Comuni Urbani con la richiesta di spazi per attività sociali e culturali da parte delle diverse forme organizzate della comunità. Per rispondere a questa domanda - sottolineano i promotori - NHub propone un innovativo modello di cura e gestione che permette di semplificare le procedure di assegnazione, facilitando l’incontro tra domanda e offerta, e riducendo i tempi e gli oneri che spesso tendono ad immobilizzare sia le amministrazioni pubbliche che queste preziose energie sociali. Il convegno sarà l’occasione per presentare il modello NHub e per mostrarne le potenzialità applicative nei quartieri Is Mirrionis e San Michele a Cagliari, assunti come caso di studio pilota, nonché per ragionare più in generale sul tema della rigenerazione urbana su base culturale. *

Cagliari. Una veduta di Is MIrrionis
Cagliari. Una veduta di Is MIrrionis

Allegati

Ultime notizie

28 novembre 2022

Viaggio di studio negli USA, tra New York, Filadelfia, Atantic City e Washington

Studentesse e studenti della laurea magistrale in Ingegneria civile dell'Università di Cagliari per nove giorni a contatto con la realtà dei grandi cantieri americani di infrastrutture stradali, in contesti urbani e logistici molto diversi da quello locale. Da questa esperienza didattica scaturiranno lavori di tesi e tirocini formativi negli Stati Uniti. La soddisfazione del gruppo di allievi/e del professor Mauro Coni nel report inviato dai giovani universitari alla nostra redazione

25 novembre 2022

25 novembre, giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

Si rinnova l’appuntamento con la ricorrenza istituita dall’assemblea delle Nazioni Unite il 17 dicembre 1999. Numerose le iniziative che coinvolgono la nostra università. Ester Cois, delegata del Rettore per l’Uguaglianza di genere e presidente del Comitato unico di garanzia di UniCa, spiega: “Tenere viva l’attenzione di tutta la comunità d’ateneo - personale docente e ricercatore, personale tecnico amministrativo e bibliotecario, corpo studentesco - sul tema della diffusione di una cultura improntata sui principi dell’equità, dell’intersezionalità, dell’inclusione, della valorizzazione delle differenze”.

25 novembre 2022

CAREER DAY 2023

Il 12 e il 13 gennaio 2023 sono in calendario le due giornate organizzate dall’Università di Cagliari con l’Assessorato regionale del Lavoro e con l’Agenzia sarda per le politiche attive del lavoro (Aspal) per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Da una parte laureati/e, studenti e studentesse di UniCa e dall’altra le imprese del territorio impegnate nella ricerca di giovani preparati per garantire un apporto innovativo alle esigenze aziendali presenti e future

25 novembre 2022

L’Università di Cagliari verso l’award ''HR Excellence in Research''

Lunedì 5 dicembre 2022 nell’aula magna del rettorato il seminario istituzionale per presentare la strategia dell’ateneo e il lavoro della Struttura interna e della Cabina di regia che soprintendono a tutte le fasi di attuazione della Human Resources Strategy for Researchers (HRS4R) per ottenere il riconoscimento ufficiale dalla Commissione Europea. Ospiti e relatori dell'evento il professore emerito Fulvio Esposito (Università di Camerino) e la dottoressa Chiara Biglia (Politecnico di Torino)

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie