UniCa UniCa News Notizie Malattie rare, un team dell’Università di Cagliari in un progetto europeo

Malattie rare, un team dell’Università di Cagliari in un progetto europeo

Il gruppo di ricerca interdisciplinare guidato da Pierluigi Caboni (Scienze della vita e dell'ambiente) e Luigi Atzori (Scienze mediche) partecipa a “ProDGNE” in sinergia con team di ricerca scientifica di importanti università europee, l’Ospedale pediatrico di Ottawa e un’associazione di pazienti. Obiettivo sviluppare nuovi farmaci per il trattamento della miopatia GNE. RASSEGNA STAMPA
22 febbraio 2021
Il team coinvolto nel progetto europeo "ProDGNE"

Si tratta di una malattia genetica rara che esordisce nella prima età adulta e che determina una progressiva degenerazione dell'apparato muscolare: una patologia che colpisce circa 6 soggetti su 1 milione di persone

Sergio Nuvoli

Cagliari, 22 febbraio 2021 - Un team dell’Università di Cagliari partecipa al progetto europeo “ProDGNE” in sinergia con gruppi di ricerca scientifica di importanti università europee (Lisbona, Halle-Wittenberg, Cardiff), la realtà clinica dell'Ospedale pediatrico di Ottawa e l’associazione di pazienti “Gli Equilibristi HIBM”. La notizia arriva a pochi giorni dalla Giornata Mondiale delle Malattie Rare, in programma il prossimo 28 febbraio.

Il progetto di ricerca, della durata di tre anni, ha l'obiettivo di sviluppare nuovi farmaci, sicuri ed efficaci per il trattamento della miopatia GNE. Si tratta di una malattia genetica rara che esordisce nella prima età adulta e che determina una progressiva degenerazione dell'apparato muscolare: una patologia che colpisce circa 6 soggetti su 1 milione di persone in tutto il mondo e che in Italia ha fatto registrare circa 50 casi.

Mediante studi metabolomici e lipidomici, il team guidato da Pierluigi Caboni, coordinatore del corso di Scienze Tossicologiche  e  controllo di qualità al Dipartimento di Scienze della Vita e dell’ambiente, e Luigi Atzori, docente di Patologia clinica al Dipartimento di Scienze mediche, si concentrerà sull’individuazione di biomarcatori in grado di valutare la severità della malattia e l'efficacia dei farmaci sviluppati grazie a questo progetto di ricerca scientifica. In questo contesto Michela Onali, responsabile del progetto per l’associazione “Gli Equilibristi HIBM” afferma che “ProDGNE nasce dall’iniziativa del paziente e ha l’obiettivo di integrare i progressi scientifici e tecnologici con l’effettivo coinvolgimento attivo del paziente come promotore e co-creatore della ricerca in tutte le fasi di R&S (ricerca e sviluppo) del farmaco”. 

Cristina Manis, Cristina Pusceddu, Giulia Tolle e Sefora Starace, dottorande e borsiste nel laboratorio diretto da Pierluigi Caboni
Cristina Manis, Cristina Pusceddu, Giulia Tolle e Sefora Starace, dottorande e borsiste nel laboratorio diretto da Pierluigi Caboni

RASSEGNA STAMPA

L'UNIONE SARDA del 26 febbraio 2021

Agenda - pagina 23

Un team al lavoro

Miopatia genetica, progetto di ricerca

Un team di ricercatori dell'università guidato da Pierluigi Caboni e Luigi Atzori scende in campo contro le malattie rare. Obiettivo sviluppare nuovi farmaci per il trattamento della miopatia genetica, una malattia genetica rara che esordisce nella prima età adulta e che determina una progressiva degenerazione dell'apparato muscolare.
Il progetto
Il gruppo interdisciplinare partecipa al progetto europeo “Prodgne” in sinergia con gruppi di ricerca scientifica di importanti università europee (Lisbona, Halle-Wittenberg, Cardiff), , l'ospedale pediatrico di Ottawa e un'associazione di pazienti. La notizia arriva a pochi giorni dalla Giornata mondiale delle malattie rare, in programma domenica. Il progetto di ricerca, della durata di tre anni, ha l'obiettivo di sviluppare nuovi farmaci, sicuri ed efficaci, per il trattamento della miopatia Gne. Colpisce circa 6 soggetti su un milione di persone in tutto il mondo e che in Italia ha fatto registrare circa cinquanta casi.
I biomarcatori
Mediante studi metabolomici e lipidomici, il team guidato da Pierluigi Caboni, coordinatore del corso di Scienze Tossicologiche e controllo di qualità al Dipartimento di Scienze della Vita e dell'ambiente, e Luigi Atzori, docente di Patologia clinica al Dipartimento di Scienze mediche, si concentrerà sull'individuazione di biomarcatori in grado di valutare la severità della malattia e l'efficacia dei farmaci sviluppati. In questo contesto Michela Onali, responsabile del progetto per l'associazione “Gli Equilibristi Hibm” afferma che Prodgne ha l'obiettivo di integrare i progressi scientifici con l'effettivo coinvolgimento attivo del paziente.

La notizia su L'Unione Sarda del 26 febbraio 2021 a pagina 23
La notizia su L'Unione Sarda del 26 febbraio 2021 a pagina 23

Link

Ultime notizie

05 marzo 2021

Natura e Artificio. Giuseppe Carta all’Orto Botanico

L'Ateneo ospita un'installazione diffusa delle opere dell'artista di Banari, pittore e scultore riconosciuto a livello internazionale, negli spazi nel suo polmone verde di viale Sant'Ignazio. Attraverso le opere sapientemente inserite nei viali e nei diversi settori, lo spazio naturale dell’Orto si trasforma, germoglia di nuovi simboli fruttiferi e vitali che si diramano animando i verdi prati di vibranti e colorate presenze, suggerendo connessioni inattese. RASSEGNA STAMPA

05 marzo 2021

Un Ateneo giovane dalle radici antiche

Cerimonia di inaugurazione del 400mo Anno Accademico sentita e partecipata nonostante i limiti imposti dalla pandemia: le congratulazioni del Presidente del Consiglio, del Ministro dell'Università e della Ricerca, del Presidente della Regione Sardegna. Dopo la prolusione di altissimo livello tenuta da Alberto Mantovani, nelle relazioni il bilancio dei sei anni da Rettore di Maria Del Zompo, che al termine ha ringraziato tutti trattenendo a stento la commozione. GUARDA LE FOTO, I VIDEO E LA RASSEGNA STAMPA con i servizi andati in onda in TUTTI i TG

04 marzo 2021

Inaugurazione dell'Anno Accademico, cerimonia il 4 marzo

Si svolgerà alle 10.30 la cerimonia di inaugurazione dell'Anno Accademico 2020/2021. La prolusione affidata ad Alberto Mantovani, immunologo e oncologo di fama mondiale, avrà come tema "Immunità, dal cancro a COVID-19: sogni e sfide". Dopo gli interventi istituzionali e la relazione del Rettore Maria Del Zompo, sarà scoperta una targa commemorativa per i 400 anni dal Regio Privilegio di Fondazione del 1620. DIRETTA STREAMING della cerimonia sul sito e sui canali social di UniCa. RASSEGNA STAMPA

03 marzo 2021

Scoperte «Aurore Boreali» su una stella di neutroni

Pubblicato sulla prestigiosa rivista Nature Astronomy un articolo sulla scoperta di pulsazioni in ottico ed ultravioletto che si ripetono ogni 2.5 millesimi di secondo, da parte della Stella di Neutroni SAX J1808.4-3658, a cui Luciano Burderi ed Andrea Sanna, ricercatori di Fisica dell’Università di Cagliari, partecipano come co-autori. Il prof. Burderi: “Scoperta straordinaria: permetterà enormi progressi nella comprensione dei meccanismi dei campi magnetici”. RASSEGNA STAMPA

Questionario e social

Condividi su: