UniCa UniCa News Notizie Lynda Benhaha, dall’Algeria a Cagliari per la laurea in Relazioni internazionali

Lynda Benhaha, dall’Algeria a Cagliari per la laurea in Relazioni internazionali

Traguardo raggiunto in pieno rispetto dei tempi previsti dal Progetto di cooperazione internazionale SARDEGNA FORMED, ‘Sardegna per il Mediterraneo’. Online il video ISMOKA con l’intervista in cui la studentessa maghrebina parla dell'esperienza maturata in ateneo, dell'impatto con la nostra cultura, delle difficoltà e dei bei momenti vissuti durante i due anni del corso di specialistica della facoltà di Scienze economiche, giuridiche e politiche
17 luglio 2020
Lynda Benhaha

Ivo Cabiddu
 
Proveniente dall’Università Algeri 2, grazie al Progetto Formed, Lynda Behaha ha frequentato a Cagliari i due anni del corso di specialistica in Relazioni internazionali (facoltà di Scienze economiche, giuridiche e politiche). Discutendo ieri la tesi “Il processo di decolonizzazione algerina durante il periodo del presidente Houari Boumediene (1965-1978)”, è la prima studentessa a laurearsi nel 2020 esattamente nei tempi previsti dal programma internazionale finanziato dalla Fondazione di Sardegna con borse di mobilità per studenti di Tunisia, Marocco e Algeria.

Nell’occasione la dottoressa Behaha ha rilasciato un’intervista al nostro Ufficio Ismoka (International Students Mobility Office KAralis University of Cagliari), con la sua testimonianza sulle difficoltà incontrate e, soprattutto, sugli aspetti positivi dell’esperienza di formazione maturata nell’ateneo cagliaritano. Clicca qui per il link diretto al video realizzato da Francesca Olivi.
 

SARDEGNA FORMED (Sardegna per il Mediterraneo)

Formare giovani altamente qualificati e promuovere la cooperazione internazionale tra le università della sponda sud del Mediterraneo e della Sardegna. Sono questi alcuni degli obiettivi principali del progetto SARDEGNA FORMED (Sardegna per il Mediterraneo), in cui è da anni protagonista l’ateneo cagliaritano.

Ogni anno il progetto permette a giovani della sponda sud del Mediterraneo di effettuare i loro studi universitari nei due atenei sardi. Le università di Cagliari e Sassari, con il loro ruolo centrale nel bacino, contribuiscono al progetto riconoscendo agli studenti del Maghreb l’esonero dal pagamento delle tasse universitarie, fornendo il necessario supporto organizzativo e garantendo l’accesso ai servizi di accoglienza di norma riservati agli studenti stranieri in mobilità (il visto d’ingresso in Italia, la richiesta del permesso di soggiorno, l’assistenza nel reperimento di una sistemazione logistica in città, l’accesso alle mense di Cagliari e di Sassari, la cura della preparazione linguistica nella lingua italiana).
Al progetto collabora Unimed, l’associazione di atenei appartenenti alle nazioni che si affacciano sul bacino del Mediterraneo, curando i rapporti di cooperazione con le università del Maghreb aderenti al partenariato “Sardegna Formed” e gestendo con loro le procedure di selezione degli studenti beneficiari dell’iniziativa.
 

Nei riquadri alcune immagini tratte dal video Ismoka sull'esperienza della giovane Lynda Behaha all'Università di Cagliari
Nei riquadri alcune immagini tratte dal video Ismoka sull'esperienza della giovane Lynda Behaha all'Università di Cagliari

Link

Ultime notizie

08 agosto 2020

Dona il tuo 5x1000 all'Ateneo di Cagliari

Per sostenere la ricerca in Sardegna e il lavoro dei nostri giovani studenti e ricercatori, nella dichiarazione dei redditi firma nel riquadro “Finanziamento agli enti della ricerca scientifica e dell’università” indicando il numero di codice fiscale 80019600965

04 agosto 2020

Cardiologia, odontoiatria e cardiochirurgia assieme per una comunicazione efficace

Il Consensus maturato sull’iniziativa dei docenti dell’Università di Cagliari, Elisabetta Cotti e Giuseppe Mercuro. “Lo screening dentale preoperatorio sui pazienti in attesa di interventi chirurgici cardiovascolari elettivi” è la cornice del percorso condiviso dalle principali Società scientifiche del settore

04 agosto 2020

AD ADIUVANDUM, UniCa c’è

L’Università di Cagliari a pieno titolo nella cordata di enti e istituzioni che intendono avviare un’azione di tutela della salute nell’ambito dell’emergenza sanitaria da COVID-19: il primo passo sarà l’avvio di uno screening sugli studenti e sul personale docente e tecnico-amministrativo dell’Ateneo, anche al fine di prevenire nuovi focolai del virus. Si comincerà dalla Facoltà di Medicina e chirurgia. E’ quanto comunicato questa mattina da Maria Del Zompo, Rettore di UniCa, e Francesco Marongiu, Prorettore per le attività sanitarie dell’Ateneo, a Maria Antonietta Mongiu, coordinatrice della rete alla base dell’iniziativa. RASSEGNA STAMPA

03 agosto 2020

Le tecnologie di CentraLabs e il simulatore dell’AC75

Ricerca, scienze nautiche, professionalità. Nei laboratori della Cittadella universitaria di Monserrato l’innovativa classe di imbarcazioni, ideata per partecipare alla 36^ edizione dell’America’s Cup presented by Prada. L’intesa tra gli ingegneri coordinati da Paolo Fadda e 3D Aerospazio di Antonio Depau

Questionario e social

Condividi su: