UniCa UniCa News Notizie LIBERTA’ PER PATRICK

LIBERTA’ PER PATRICK

L’Università di Cagliari aderisce con la massima determinazione alla grande mobilitazione per chiedere l’immediata liberazione dello studente del Master in Studi di genere dell’Alma Mater di Bologna, in carcere dal febbraio 2020. Su richiesta di Amnesty International Gruppo 128 Cagliari, le sagome del ragazzo sono state posizionate in luoghi di forte significato per la comunità universitaria, per simboleggiare l’impegno e la partecipazione di tutti #freepatrickzaki. RASSEGNA STAMPA
08 febbraio 2021
Le sagome di Patrick nell'Aula magna di Palazzo Belgrano

L’Ateneo – su indicazione del Rettore Maria Del Zompo – ha risposto positivamente alla richiesta di Amnesty International Gruppo 128 Cagliari e accolto il posizionamento delle sagome di Patrick in luoghi simbolici

Sergio Nuvoli

Cagliari, 8 febbraio 2021 – L’Università degli Studi di Cagliari si unisce alla mobilitazione per chiedere la liberazione immediata di Patrick Zaki, lo studente del Master in Studi di genere dell'Università Alma Mater di Bologna, fermato all’aeroporto del Cairo, la capitale dell'Egitto, il 7 febbraio 2020.

L’Ateneo – su indicazione del Rettore Maria Del Zompo – ha risposto positivamente alla richiesta di Amnesty International Gruppo 128 Cagliari e accolto il posizionamento delle sagome di Patrick in alcuni luoghi fortemente simbolici: l’Aula Magna del Rettorato, punto simbolo per eccellenza di UniCa, la Biblioteca di Scienze politiche, i locali della Facoltà di Giurisprudenza, la Biblioteca di Studi Umanistici Dante Alighieri. E non è escluso che in queste ore altri spazi si aggiungano alla mobilitazione per chiedere a gran voce la liberazione dello studente. Questa sera - 8 febbraio - in occasione dell’anniversario della carcerazione di Patrick, la torretta del Bastione di Saint Remy sarà illuminata in giallo, il colore di Amnesty International.

La sagoma di Patrick in Biblioteca
La sagoma di Patrick in Biblioteca
La notizia letta da Lorenzo Manunza durante l'edizione del TGR RAI Sardegna delle 19.35 dell'8 febbraio 2021

Il Rettore: "Siamo vicini alla famiglia e chiediamo insieme all’Università di Bologna che il Governo italiano e l’Unione europea non smettano di prodigarsi in ogni modo per favorire il rientro di Patrick nella sua comunità”

Non è nuovo l’impegno dell’Ateneo cagliaritano a tutela della libertà di ricerca e dei diritti umani. A febbraio dell’anno scorso, in occasione del presidio organizzato da Amnesty internazional nella facoltà di Studi umanistici e nella biblioteca del Distretto di Scienze umane, Maria Del Zompo, Rettore dell’Ateneo, aveva dichiarato: “Siamo al vostro fianco. Da questa situazione emerge un atteggiamento che denota la volontà di sopprimere la libertà di pensiero e di ricerca che non può essere tollerata dallo Stato italiano. Siamo vicini alla famiglia e chiediamo insieme all’Università di Bologna che il Governo italiano e l’Unione europea non smettano di prodigarsi in ogni modo per favorire il rientro di Patrick nella sua comunità”.

Anche per la vicenda di Giulio Regeni, l’Università di Cagliari non ha mai smesso di far sentire la sua voce per chiedere verità e giustizia: fino a pochi mesi fa, infatti, il banner giallo  di Amnesty international caratterizzava le pagine social dell’Ateneo, e tornerà presto in quella posizione.

Nella Biblioteca Dante Alighieri
Nella Biblioteca Dante Alighieri

La vicenda di Patrick, riassunta da Amnesty International

Dopo l'arresto, Patrick è ricomparso il giorno successivo di fronte alla Procura della città di Mansura, dove è stato convalidato l’arresto, sulla base di un mandato di cattura contenente le accuse di minaccia alla sicurezza nazionale, incitamento a manifestazione illegale, sovversione, diffusione di notizie false e propaganda per il terrorismo.

Dopo una prima fase durata  cinque mesi di rinnovi quindicinali, per Patrick Zaki è iniziata quella dei prolungamenti di 45 giorni in 45 giorni, che può protrarsi fino a un tempo massimo di due anni, come previsto dalla legge egiziana. L’obiettivo della detenzione preventiva prolungata è di consegnare un prigioniero all’oblio.

Lunedì primo febbraio 2021, per l’undicesima volta dall’arresto, la custodia cautelare in carcere in Egitto di Patrick Zaki è stata prolungata di altri 45 giorni.

La solidarietà a Patrick espressa anche sui social di SUPERA, il progetto di UniCa per la parità di genere nella ricerca scientifica
La solidarietà a Patrick espressa anche sui social di SUPERA, il progetto di UniCa per la parità di genere nella ricerca scientifica

RASSEGNA STAMPA

L'UNIONE SARDA del 9 febbraio 2021

Cagliari - pagina 19

Amnesty international

Dal comune all'università: la città è con Patrick Zaki

Anche Cagliari si mobilita per Patrick Zaki, lo studente egiziano dell'università Alma Mater di Bologna ancora in carcere nel suo Paese.
Ieri il Bastione di Saint Remy è stato illuminato in giallo, il colore di Amnesty international, a testimonianza dell'adesione del Comune all'impegno per la causa di Patrick Zaki. La campagna sarà ripresa su social e canali riconducibili ad Amnesty international, Gruppo di Cagliari e, a livello nazionale, tramite le centinaia di iniziative avviate da altri gruppi attivi.
E in occasione del primo anniversario del suo arresto, i volontari di Amnesty sono presenti, con le sagome raffiguranti lo studente, nei luoghi simbolo della città. Obiettivo: «Non far spegnere la speranza di una rapida scarcerazione», accusa Amnesty, «e, nel contempo, per promuovere la riflessione sulle innumerevoli violazioni dei diritti umani compiute in Egitto».
Biblioteche, università, luoghi di studio sono stati coinvolti nell'iniziativa fra questi l'aula magna del rettorato, la biblioteca di Scienze politiche, la facoltà di Giurisprudenza, la biblioteca di studi umanistici Dante Alighieri ed altri ancora.
Non è escluso che in queste ore altri spazi si aggiungano alla mobilitazione per chiedere a gran voce la liberazione dello studente. «Siamo al vostro fianco», ha detto la rettrice Maria Del Zompo.

L'articolo su L'Unione Sarda del 9 febbraio 2021 a pagina 19
L'articolo su L'Unione Sarda del 9 febbraio 2021 a pagina 19

Link

Ultime notizie

17 settembre 2021

Transizione energetica, la roadmap della Sardegna

Università di Cagliari, Sotacarbo ed Enea curano la due giorni sul tema chiave per lo sviluppo del sistema Italia. Tecnologie, scenari e politiche di riqualificazione, formazione e neutralità climatica al centro del dibattito con le massime cariche regionali e nazionali del comparto. Apertura dei lavori con i rettori Francesco Mola e Gavino Mariotti. Nel team organizzativo lo staff di Fabrizio Pilo, prorettore per Innovazione e territorio

17 settembre 2021

A Giacomo Cao il Premio Navicella Sardegna 2021

Il docente del Dipartimento di Ingegneria meccanica, chimica e dei materiali premiato nella sua qualità di scienziato con il prestigioso riconoscimento assegnato annualmente a personalità sarde, di nascita, di origine o di adozione, che abbiano dato lustro alla Sardegna a livello nazionale ed internazionale. Sabato 18 settembre alle 21 su Videolina uno speciale sul Premio

16 settembre 2021

Cagliari capitale mondiale delle scienze computazionali

Organizzata con successo dal DICAAR la ventunesima conferenza internazionale ICCSA su “Computational Science and its Applications”. Inaugurate il 13 settembre dal prorettore vicario Gianni Fenu, le quattro giornate di lavori in modalità mista, in presenza e online, ospitate dalla facoltà di Ingegneria di UniCa, contano oltre 400 partecipanti di ben 58 diverse nazioni. Oggi la conclusione e l’appuntamento in Spagna per la prossima edizione

16 settembre 2021

CyberChallenge 2021, i campioni premiati dal rettore

Stamani in aula magna i sei giovani vincitori e il team dell’Università di Cagliari che nell’ultima edizione ha superato la concorrenza di trentuno atenei e due scuole militari conquistando il titolo nazionale nelle sfide di difesa e attacco informatico. Francesco Mola: “Portiamo l’orientamento e la divulgazione nei singoli Comuni e in tutte le scuole”

Questionario e social

Condividi su: