UniCa UniCa News Notizie Leonardo Invenit, ci sono anche due opere della Piloni

Leonardo Invenit, ci sono anche due opere della Piloni

Si rafforza la collaborazione tra Ateneo e Comune di Cagliari: esposti al Palazzo di Città due dipinti provenienti dalla Collezione di via Università, a impreziosire l’esposizione voluta da Palazzo Bacaredda sul genio del Rinascimento, curata da Efisio Carbone e Tiziana Ciocca. Rita Pamela Ladogana: “Sono i pezzi più importanti del nostro Museo”
10 gennaio 2020
Le due opere della Collezione Piloni esposte alla mostra su Leonardo

La responsabile scientifica della Collezione: "Abbiamo prestato a questa mostra un dipinto di Antioco Mainas e un dipinto della Bottega dei Cavaro. Ci auguriamo di arrivare presto anche ad una forma di patrimonio museale condiviso"

Sergio Nuvoli

Cagliari, 20 dicembre 2019 – Ci sono anche due pezzi pregiati della Collezione Piloni, tra le meravigliose opere che compongono “Leonardo Invenit”, la mostra fortemente voluta dal Comune di Cagliari al Palazzo di Città, curata dalla regia attenta e minuziosa di Efisio Carbone e Tiziana Ciocca. Il motivo del prestito lo ha spiegato bene Rita Pamela Ladogana, docente di Storia dell’Arte al Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni culturali durante la presentazione alla stampa: “Quella con il Comune di Cagliari è una importante collaborazione che va avanti da anni e si rafforza: ci auguriamo di arrivare presto anche ad una forma di patrimonio museale condiviso”. Concetti subito ripresi dall’assessore comunale alla cultura, Paola Piroddi, e dalla dirigente Antonella Delle Donne.

E la presenza dei pezzi della Piloni impreziosisce ancora di più un’esposizione già tanto ricca di suo, visitabile fino al 23 febbraio. Ladogana, anche responsabile scientifica della Collezione Piloni, ha portato i saluti del Rettore Maria Del Zompo: “Abbiamo prestato a questa mostra i due pezzi più importanti della Collezione Sarda Luigi Piloni – ha proseguito - un dipinto di Antioco Mainas e un dipinto della Bottega dei Cavaro. Questo diventa così un luogo in cui proseguire la collaborazione tra le istituzioni, con i Musei Civici in prima fila, partner indispensabile per la didattica erogata per i nostri studenti”.

Rita Pamela Ladogana interviene alla conferenza stampa di presentazione della mostra. Accanto a lei l'assessore Piroddi e la dirigente Delle Donne
Rita Pamela Ladogana interviene alla conferenza stampa di presentazione della mostra. Accanto a lei l'assessore Piroddi e la dirigente Delle Donne

Le opere sono state inserite, come un vero diamante, nella terza sezione della Mostra, per raccontare l'esperienza artistica sarda del XVI secolo

L’esposizione si articola in tre sezioni: in particolare, la terza racconta l'esperienza artistica sarda del XVI secolo: la fortuna di Leonardo, o meglio dei principali autori del Rinascimento italiano, è riscontrabile in un "gusto" che sempre più si internazionalizza, grazie alla circolazione sia dei maestri della Maniera, che delle stampe riproducenti i principali capolavori. La Sardegna non si sottrae a questo momento, ma partecipa attivamente, come dimostrato dalle pregevoli opere che fioriscono nelle scuole locali, trovando un felice connubio con la tradizione gotico catalana dei retabli.

E’ proprio per raccontare questa realtà che, grazie alla collaborazione con l'Università degli Studi di Cagliari e la Collezione Luigi Piloni, sono stati inseriti al Palazzo di Città i due dipinti su tavola del XVI secolo, appartenenti alla Scuola di Stampace e normalmente custoditi nelle sale di via Università 32.

Efisio Carbone e Pamela Ladogana fotografati nella sala che ospita le due opere della Collezione Piloni
Efisio Carbone e Pamela Ladogana fotografati nella sala che ospita le due opere della Collezione Piloni

Ultime notizie

24 giugno 2022

International Smart City School 2022: the challenge of climate change

SUMMER SCHOOL EUROPEA A CAGLIARI. Dal 20 giugno sono iniziate le attività della scuola internazionale sulle smart cities e la sfida imposta dal cambiamento climatico. L’iniziativa dell’Università di Cagliari, curata dal docente Luigi Mundula e organizzata insieme agli altri atenei Ue dell’alleanza Educ - Paris Nanterre, Rennes 1, Potsdam, Masaryk, Pécs - impegnerà studenti e professori delle sei università fino al primo luglio. In programma un ricco calendario di lezioni in lingua inglese, eventi, aperiNET, lavori di gruppo, visite di studio e culturali, con ampio spazio all’interazione dei partecipanti internazionali

24 giugno 2022

Un percorso che punta sulle persone: inaugurato oggi il master in gestione delle risorse umane

“L’obiettivo è agire sul territorio per rilanciarlo attraverso la formazione di profili di alta professionalità”: così Gianni Fenu, prorettore vicario dell’Università di Cagliari, ha aperto l’incontro inaugurale del master di II livello in Gestione e sviluppo delle risorse umane, che formerà 36 professioniste e professionisti nel settore della gestione e valorizzazione del personale.

23 giugno 2022

Gestione e sviluppo delle risorse umane: il 24 giugno l’evento inaugurale del master

Nasce in collaborazione con l’ASPAL il nuovo master dell’Università di Cagliari dedicato a formare nuovi manager delle risorse umane. Si tratta di figure chiave per le imprese, sempre più impegnate non solo nel controllo, ma anche nella valorizzazione del personale. L’evento di inaugurazione si svolgerà alle 10 nell’Aula Magna del Rettorato, in via Università 40

23 giugno 2022

Antonio Pigliaru Workshop on Social Norms & Cultural Codes

Si svolgerà sabato 25 giugno nell’Aula Maria Lai una conferenza internazionale ispirata all'opera di Antonio Pigliaru sul Codice della Vendetta Barbaricina, a 100 anni dalla nascita del giurista, filosofo ed etnografo sardo. Organizzata in occasione della nuova edizione della famosa opera del grande studioso sardo, l'iniziativa metterà a confronto studiosi e ricercatori provenienti da tutto il mondo sulla persistenza e sull'evoluzione delle norme sociali e sul ruolo dei codici culturali e dei codici d’onore

Questionario e social

Condividi su: