UniCa UniCa News Notizie L’economia sarda dopo la pandemia

L’economia sarda dopo la pandemia

RICERCA. Venerdì 19 giugno SEGUI IN DIRETTA da questo sito il webinar a partire dalle 16 durante il quale i ricercatori del CRENoS presentano il tradizionale Rapporto annuale sulla nostra regione, la prima analisi organica nel dopo COVID. Analisi dei dati affidata a Bianca Biagi (Università di Sassari), Barbara Dettori e Mariano Porcu (Università di Cagliari), e Mario Macis (Johns Hopkins University). Seguirà il dibattito tra i rappresentanti delle istituzioni: si confronteranno esponenti del mondo dell'impresa, del sindacato, della politica e degli enti locali. L'iniziativa sarà trasmessa in diretta anche sulla pagina Facebook e sul canale YouTube di UniCa. RASSEGNA STAMPA
19 giugno 2020
L'immagine della copertina sul volume del 27mo Rapporto CRENoS sull'economia della Sardegna

“Presentiamo alcuni scenari dell’impatto macroeconomico della pandemia sul sistema economico regionale e sul turismo – spiega la prof.ssa Marrocu - con alcune riflessioni sui metodi statistici per la misurazione e sulla capacità dei sistemi sanitari"

LINK PER SEGUIRE LA DIRETTA SU YOUTUBE


LINK PER SEGUIRE LA DIRETTA SU FACEBOOK


Sergio Nuvoli

Cagliari, 17 giugno 2020 - Si terrà venerdì 19 giugno a partire dalle 16 la consueta presentazione del Rapporto annuale del CRENoS sull’economia della Sardegna. Si tratta del 27mo dossier - elaborato dagli studiosi del Centro che raduna ricercatori dei due atenei sardi - sullo stato di salute del tessuto economico e imprenditoriale della nostra regione. Data l’impossibilità di utilizzare le solite modalità, il Rapporto sarà presentato in un webinar sulla piattaforma StreamYard, che sarà trasmesso in diretta sui canali Facebook e Youtube dell’Università di Cagliari, sul sito del CRENoS e della Fondazione di Sardegna, che coorganizza l'evento.

Sarà l’occasione per discutere insieme ai rappresentanti delle istituzioni sulle prospettive per la Sardegna dopo il COVID-19. Dopo i saluti istituzionali – di Emanuela Marrocu, direttrice CRENoS, Maria Del Zompo, Rettore dell’Ateneo cagliaritano, Carlo Mannoni, Direttore generale della Fondazione di Sardegna - e l’introduzione di Raffaele Paci, docente di Economia politica, comincerà la parte relativa ai dati.

“Presentiamo alcuni scenari dell’impatto macroeconomico della pandemia sul sistema economico regionale e sul turismo – spiega la prof.ssa Marrocu - insieme ad alcune riflessioni sui metodi statistici per la misurazione della pandemia e sulla capacità dei sistemi sanitari di affrontarla. Queste analisi serviranno poi da spunto per ragionare con i rappresentanti delle istituzioni politiche, economiche e sociali sulle conseguenze della pandemia sul tessuto economico e sociale della Sardegna e sugli interventi necessari per il suo rilancio”.

Emanuela Marrocu, direttrice del CRENoS
Emanuela Marrocu, direttrice del CRENoS

Sono stati invitati Alessandra Zedda (assessore Regione Sardegna), Michele Carrus (segretario CGIL), Giuseppe Cuccurese (ABI Sardegna), Romina Mura (deputata PD), Maurizio De Pascale (Confindustria), Emiliano Deiana (ANCI Sardegna)

L’analisi economica è affidata a Bianca Biagi (Università di Sassari) con un intervento sulle caratteristiche strutturali della Sardegna, a Barbara Dettori (Università di Cagliari, Shock Covid e ripercussioni macroeconomiche in Sardegna), Mariano Porcu (Università di Cagliari, Comunicare con la Statistica nelle crisi: supporto o illuminazione?), e Mario Macis (Johns Hopkins University, Sistemi sanitari, capacità organizzativa e preparazione alla pandemia).

Seguiranno gli interventi dei rappresentanti delle istituzioni. Quest’anno sono stati invitati Alessandra Zedda (assessore al lavoro Regione Sardegna), Michele Carrus (segretario regionale CGIL), Giuseppe Cuccurese (Presidente ABI Sardegna), Romina Mura (deputata del Partito democratico), Maurizio De Pascale (Presidente Confindustria Sardegna) e Emiliano Deiana, Presidente ANCI Sardegna.

La locandina dell'iniziativa
La locandina dell'iniziativa

RASSEGNA STAMPA

L’UNIONE SARDA di giovedì 18 giugno 2020

PRIMO PIANO - Pagina 13

Crenos. Dibattito

DOPO COVID, L'IMPATTO SULL'ECONOMIA

Le prospettive dell'economia in Sardegna dopo la pandemia è il titolo dell'incontro organizzato dal Crenos e dalla Fondazione di Sardegna, domani alle 16 sulla pagina Facebook del Crenos, Centro di ricerche economiche Nord Sud. Sarà presentato il 27° Rapporto sull'economia della Sardegna 2020. Parteciperanno Bianca Biagi e Giacomo Del Chiappa (Università di Sassari), Barbara Dettori e Mariano Porcu (Università di Cagliari), Mario Macis della John Hopkins University. Si parlerà delle ripercussioni macroeconomiche del Covid sulla Sardegna, delle conseguenze per il turismo e per il sistema sanitario, nonché della comunicazione attraverso la statistica durante le crisi. Interverranno l'assessora al Lavoro Alessandra Zedda, Michele Carrus (segretario regionale Cgil), Giuseppe Cuccurese, presidente Abi Sardegna, la deputata Pd Romina Mura, Maurizio De Pascale (presidente di Confindustria), Emiliano Deiana, presidente Anci.

L'Unione Sarda
L'Unione Sarda

LA NUOVA SARDEGNA di giovedì 18 giugno 2020

SASSARI - Pagina 15

L'ECONOMIA NEL POST PANDEMIA

Webinar del Crenos con Fondazione Sardegna e università di Sassari e Cagliari

SASSARI Domani pomeriggio, a partire dalle 16, sulla pagina Facebook del "Crenos - Centro di ricerche economiche Nord Sud", sarà trasmesso un incontro organizzato dal Crenos e dalla Fondazione di Sardegna intitolato "Le prospettive dell'economia in Sardegna dopo la pandemia". Sarà l'occasione per presentare il 27° rapporto del Centro di ricerche economiche sull'economia della Sardegna 2020. Centro di ricerche economiche Nord Sud. La presentazione, in una veste totalmente inedita, sarà costituita da un #webinar in cui, dopo aver illustrato la situazione economica della Sardegna prima del Covid19, analizzata nel Rapporto Crenos, ricercatori e rappresentanti delle istituzioni discuteranno le conseguenze della pandemia sul tessuto economico e sociale della Sardegna e sugli interventi necessari per il suo rilancio. Si parlerà delle ripercussioni macroeconomiche, delle conseguenze per il turismo e per il sistema sanitario, nonché della comunicazione attraverso la statistica durante le crisi. All'incontro parteciperanno Bianca Biagi e Giacomo Del Chiappa (università di Sassari), Barbara Dettori e Mariano Porcu (università di Cagliari), Mario Macis della John Hopkins University. In rappresentanza delle istituzioni interverranno Alessandra Zedda, assessore al Lavoro Regione Sardegna, Michele Carrus (segretario regionale della Cgil), Giuseppe Cuccurese, presidente Abi Sardegna, Romina Mura, deputata del Pd, Maurizio De Pascale (presidente Confindustria Sardegna) Emiliano Deiana, presidente dell'Anci Sardegna. I saluti istituzionali sono affidati a Emanuela Marrocu direttrice del Crenos, Maria Del Zompo, rettrice Università di Cagliari, Carlo Mannoni, direttore Generale Fondazione di Sardegna, Raffaele Paci, dell'università di Cagliari.

La Nuova Sardegna
La Nuova Sardegna

Allegati

Link

Ultime notizie

25 settembre 2020

A-posto, le istruzioni per il rientro in aula

L’Università di Cagliari assicura la fruizione della didattica in modalità mista: in questi giorni gli iscritti stanno ricevendo le istruzioni per scegliere se seguire i corsi integralmente a distanza oppure seguire una parte delle lezioni in presenza attraverso una turnazione specifica. La scelta si fa on line. Il Rettore Maria Del Zompo richiama tutti alla responsabilità personale. RASSEGNA STAMPA

25 settembre 2020

Una borsa di studio intitolata a Giulio Angioni

Il Comune di Guasila e la Facoltà di Studi Umanistici di UniCa istituiscono una borsa di studio dedicata ai laureati e alle laureate in discipline demoetnoantropologiche intitolata a Giulio Angioni. L’iniziativa rientra all’interno del programma del Festival dell’Altrove. Scadenza fissata per il 28 settembre

25 settembre 2020

UniCa ha un Piano per l'uguaglianza di genere

L'Ateneo di Cagliari è tra i primi in Italia a dotarsi di uno strumento che disegna un percorso di cambiamento istituzionale di medio-lungo periodo, pensato per diventare parte integrante dell’identità e del funzionamento dell’istituzione. Nato nell'ambito del progetto SUPERA coordinato da Luigi Raffo, è stato sviluppato coinvolgendo tutte le componenti dell’ateneo, con interviste, momenti di co-progettazione e un’intensa attività di consultazione. Il Rettore Del Zompo: "In un periodo in cui finalmente questi temi stanno spesso rimbalzando nel dibattito pubblico, abbiamo scelto da tempo di passare ai fatti: il Piano per l’uguaglianza di genere si affianca al Bilancio di genere". TUTTI I DETTAGLI. RASSEGNA STAMPA. LA NOTIZIA ANCHE SU REPUBBLICA.IT

Questionario e social

Condividi su: