UniCa UniCa News Notizie ISLAMOFOBIA. Ciclo di incontri per 5 giovedì

ISLAMOFOBIA. Ciclo di incontri per 5 giovedì

AVVISO: il workshop previsto per giovedì 5 marzo dalle ore 15:00 alle ore 18:00 È RINVIATO a data da destinarsi per effetto delle disposizioni del Governo nazionale adottate per il contenimento e la gestione dell'emergenza Coronavirus
03 marzo 2020
Sospese tutte le attività didattiche d'Ateneo: rinviata anche la serie di incontri in calendario dal 5 marzo al 2 aprile 2020

Attività culturale e didattica contro la discriminazione, diretta e indiretta

COSTRUIRE PONTI NON MURI. Il 5 marzo si inaugura in Ateneo il ciclo di incontri sul tema dell'islamofobia e delle azioni per contrastarla organizzato con l’associazione “Un ponte per”. Nell’ambito di un progetto finanziato dall’Unione Europea che coinvolge diverse università italiane, coordinano le sessioni Patrizia Manduchi e Nicola Melis, con il patrocinio del Magnifico Rettore e in collaborazione con il Comitato Unico di Garanzia di UniCa. Il primo dei cinque appuntamenti - sempre di giovedì pomeriggio, dalle ore 15 alle 18 nell’aula magna di viale Sant’Ignazio 78 - verrà aperto da Benedetta Sanna (UPP) con l’introduzione agli interventi di Nicola Melis “Riflessioni sull’idea di mondo musulmano” e di Mohamed Hashas, “Islam in Europa, Islamofobia, Islam europeo”

L’iniziativa fa capo al Dipartimento di Scienze politiche e sociali (Facoltà di Scienze economiche, giuridiche e politiche) dell’Università degli Studi di Cagliari, con le Cattedre di Mondo arabo contemporaneo e di Africa Mediterranea e Vicino Oriente. Coordinamento a cura dei docenti Patrizia Manduchi e Nicola Melis.
 
OBIETTIVI DEL PROGETTO:
 

  • aumentare la consapevolezza dei driver strutturali che normalizzano il sentimento di odio e l’intolleranza anti-musulmani (c.d. «Anti-Muslim hatred and intolerance», AMHI);
  • fornire nuove analisi sull’impatto di policy, leggi, dibattiti politici e messaggi /mediatici (che creano «structural drivers») nei processi di normalizzazione dell’AHMI, supportando le autorità nazionali ed europee nella formulazione ed adozione di best practices basate sui diritti umani;
  • rafforzare la capacità di mobilitazione della società civile attraverso la creazione ed il rafforzamento di reti transnazionali delle società civili europei ed accrescere la cooperazione con le comunità islamiche nazionali;
  • aumentare la generale consapevolezza e resilienza della popolazione ai driver strutturali tramite la diffusione di informazioni e piattaforme online.
Clicca sull'immagine per ingrandire la locandina con il programma del ciclo di incontri all'Università di Cagliari
Clicca sull'immagine per ingrandire la locandina con il programma del ciclo di incontri all'Università di Cagliari

PARTNER ORGANIZZATIVO. Un Ponte Per... (UPP, www.unponteper.it/it), l'associazione di volontariato iscritta all’elenco delle Organizzazioni Non Governative dell’Aics, capofila del progetto internazionale, è nata nel 1991, all’indomani della fine dei bombardamenti sull’Iraq. All’epoca della fondazione il suo scopo era di promuovere iniziative di solidarietà nei confronti della popolazione irachena colpita dalla guerra e dalle sanzioni economiche. Successivamente, l’intervento dell’Organizzazione è stato ampliato ad altri paesi di Medio Oriente, Nord Africa ed Europa versanti in condizioni di emergenza.
Gli attivisti dell’ONG sono dichiaratamente impegnati per la prevenzione di nuovi conflitti armati: a tale scopo operano attraverso attività di advocacy, campagne ed eventi di informazione e approfondimento, scambi culturali, progetti di cooperazione, programmi di peacebuilding e costruzione di reti. UPP considera infatti “indivisibili gli interventi di solidarietà a favore delle popolazioni colpite dalle guerre con l’impegno politico volto a incidere sulle cause scatenanti dei conflitti e la costruzione di legami tra società civili”.

 

(ic)

Il sito Internet dell'Ong è www.unponteper.it
Il sito Internet dell'Ong è www.unponteper.it

Ultime notizie

20 maggio 2022

Venerdì 27 maggio la presentazione del Rapporto CRENoS

A partire dalle 10 nell’Aula A della Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche (in viale Sant'Ignazio n.76, Cagliari) la presentazione del 29mo Rapporto sull’economia della Sardegna che il CRENoS redige ogni anno per analizzare le tendenze economiche recenti e fornire alcune analisi della congiuntura. Dopo i saluti dei rettori dei due atenei sardi, a illustrare i dati sarà Gianfranco Atzeni, docente di Economia politica all'Università di Sassari. Per accedere nell'aula sarà necessario indossare una mascherina FFP2. L'evento sarà trasmesso in streaming sul canale Youtube dell'Università di Cagliari e sulla pagina Facebook del CRENoS

20 maggio 2022

Ricerca, dal Fetal programming al come e al quando ci si potrà ammalare

“Dimmi che gestazione hai avuto e ti dirò se e di quali malattie potrai soffrire da adulto”. È stata questa, negli anni '80, l’intuizione dell’epidemiologo David Barker. L'ipotesi sostiene il lavoro, pubblicato dall'European review for medical and pharmacological sciences, curato dal team di specialisti dell’’Università di Cagliari e dell’Aou. La ricerca ha esplorato una casistica di pazienti che  hanno contratto il Covid-19

20 maggio 2022

UniCa C’è a Monumenti Aperti

Si rinnova anche per l'edizione 2022 la collaborazione tra l'Università degli Studi di Cagliari e la manifestazione Monumenti Aperti, organizzata da Imago Mundi. Otto i siti dell'Ateneo aperti al pubblico nelle giornate di sabato 21 e domenica 22 maggio: il Palazzo del Rettorato, l'Archivio storico dell'Università, la Collezione Piloni, il MUACC, i giardini della Facoltà di Scienze economiche, giuridiche e sociali, l'Orto Botanico, la Cittadella dei Musei con le sue fortificazioni e il Trentapiedi dei Monumenti a Pirri, realizzato dal laboratorio Vestigia UniCa, coordinato da Fabio Calogero Pinna, docente di Archeologia pubblica

Questionario e social

Condividi su: