UniCa UniCa News Notizie List port, tra inquinamento acustico e ambientale il progetto dei trasportisti dell'Università di Cagliari

List port, tra inquinamento acustico e ambientale il progetto dei trasportisti dell'Università di Cagliari

Si è tenuto stamani lo step conclusivo del progetto teso a individuare strategie e interventi comuni sul fronte rumore nei porti. Risposte e soluzioni con benefici per residenti, operatori e turisti. Due milioni di euro il budget dei lavori con capofila l'ateneo e gli specialisti del team di Paolo Fadda: il docente saluta e va in quiescenza. Martedì 9 novembre l'approfondimento su Sardegna Uno tv
05 novembre 2021
Paolo Fadda durante i lavori conclusivi di List Port

Inquinamento acustico nei porti: argomento sentito in ambito continentale

Mario Frongia

Stamani, venerdì 5 novembre, si è svolto on line il capitolo conclusivo di List Port dal tema “La problematica del rumore del traffico generato dalle attività portuali. Per l’Università di Cagliari iIl progetto è stato condotto dal team di Paolo Fadda - ordinario, docente di Fondamenti di trasporti e responsabile dei laboratori CentraLabs - e da Federico Sollai (responsabile tecnico). I lavori sono stati aperti dai saluti e dagli indirizzi del rettore, Francesco Mola.

 

 

Da sinistra, Federico Sollai e Paolo Fadda
Da sinistra, Federico Sollai e Paolo Fadda

Acustica ambientale, la ricerca e le competenze dell'Università di Cagliari al servizio della comunità scientifica

“Il fronte porto di molte città europee è afflitto dal traffico di veicoli privati e commerciali generato dalle attività portuali. Aree residenziali e strutture sensibili, come scuole, ospedali, case di riposo, possono essere esposte, notte e giorno, a livelli di pressione sonora che raggiungono e talvolta superano i valori critici limite stabiliti dalle norme in materia di acustica ambientale a difesa delle persone e dell’ambiente” ha detto il professor Fadda. List Port è stato avviato nell’ambito del Programma Interreg IT-FR Marittimo per “indagare la peculiarità e le caratteristiche fisiche del problema, e di individuare strategie condivise e contributi tecnici per favorire la predisposizione di linee guida di interventi coordinati per migliorare le condizioni acustiche dell’ambiente urbano” ha aggiunto il professor Sollai. Il tema viene dibattuto su vasta scala. Gli specialisti dell’ateneo di Cagliari, assieme ai partner, hanno sviluppato una metodologia sia infrastrutturale, sia di riorganizzazione logistica nel breve e medio-lungo periodo legata alle sorgenti di rumore presenti in porto e ai diversi scenari di intensità dei flussi veicolari. “Abbiamo messo a punto modelli di analisi acustica e specifiche azioni sul traffico “in tempo reale” finalizzati all’abbattimento del rumore, dopo aver condotto in differenti città portuali dell’area di cooperazione una campagna di misurazioni della pressione acustica, sincronizzate con i flussi dei mezzi utilizzati nella logistica portuale e con quelli generati e attratti dal porto” rimarcano i trasportisti.

I laboratori CentraLabs, situati in Cittadella università di Monserrato, sono una delle eccellenze dell'ateneo
I laboratori CentraLabs, situati in Cittadella università di Monserrato, sono una delle eccellenze dell'ateneo

Paolo Fadda, al servizio dell'ateneo in una lunga e prestigiosa carriera

Quarantaquattro anni di docenza universitaria e due da prorettore per l'Innovazione e il territorio, oltre a numerosi altri incarichi apicali, all'Università di Cagliari. Tre anni e mezzo assessore regionale ai Trasporti, quattro a capo dell'Autorità portuale del capoluogo. "Ho avuto solo una breve parentesi all'Università di L'Aquila. Ma sento fin da neolaureato di avere indosso la maglia dell'ateneo di Cagliari" le parole di commiato del creatore dei laboratori CentraLabs. Centinaia di pubblicazioni, testi, interventi nelle aule di mezzo mondo, dagli Stati Uniti al Sud America. Paolo Fadda è in pensione dallo scorso 1° ottobre. Ordinario di Pianificazione dei trasporti, il professore ha fatto parte per vent'anni del Consiglio superiore dei lavori pubblici. Competenze, saperi, rigore accademico, scientifico e progettuale sono alcuni dei tratti caratteristici del docente. L'evento conclusivo di List Port è stato una sorta di ultimo step di una carriera apprezzata dalla comunità scientifica locale ed estera. L'approfondimento, svoltosi non a caso nel cuore dei laboratori con gli avveniristi simulatori di volo (Airbus 320), per gru portacontainer e mezzi di carico e scarico portuali e per bus e mezzi pesanti da strada, è stato curato da Valerio Vargiu. L'intervista - immagini di Antonio Carta - va in onda martedì 9 novembre, a corredo dei telegiornali, dalle 13.15 in poi.

 

Monserrato (Ca). Una fase dell'intervista di Valerio Vargiu, a sinistra, e Paolo Fadda. L'approfondimento va in onda martedì prossimo
Monserrato (Ca). Una fase dell'intervista di Valerio Vargiu, a sinistra, e Paolo Fadda. L'approfondimento va in onda martedì prossimo

Il Dicaar e CentraLabs: lavoro di squadra e sintesi su un argomento complesso e delicato

Clima acustico delle città portuali: azione congiunta con benefici per operatori, turisti e residenti. List-Port presenta un documento metodologico di sintesi dal titolo “Indirizzi per la redazione di linee guida per la realizzazione di interventi di mitigazione del rumore generato dalle attività portuali”. I partecipanti al progetto hanno colto l’importanza del tema inerente i rumori nei porti. La gestione e gli interventi in risposta all’inquinamento ambientale sono stati tra i capisaldi della ricerca e degli studi. I lavori - circa due milioni di euro, l'Università di Cagliari capofila - condotti dai trasportisti dell’Università di Cagliari (con la partecipazione degli specialisti Roberto Baccoli e Gianfranco Fancello del Dicaar, dipartimento Ingegneria civile, ambientale e architettura) hanno avuto il contributo dei rappresentanti di Anci di Toscana e Liguria, Università di Pisa, Gip Fipan (Groupement d’Intérêt Public Formation et Insertion Professionnel le Academie de Nice), Camera commercio Bastia e Alta Corsica, Comune di Olbia.  

Una fase dell'intervento del professor Baccoli
Una fase dell'intervento del professor Baccoli

Ultime notizie

11 agosto 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

10 agosto 2022

Comunicazione, festoso approfondimento tv dei cinque corsi di laurea presentati al Poetto

La puntata sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare è andata in onda all'interno di "Panorama sardo - speciale estate". "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. All'interno il link per la visione

08 agosto 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

05 agosto 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie