UniCa UniCa News Notizie Incontro del Rettore con il Prefetto

Incontro del Rettore con il Prefetto

Continuano i colloqui istituzionali, dopo quelli con il Presidente della Regione e il Sindaco del Comune di Cagliari. A Palazzo Belgrano Sua Eccellenza Gianfranco Tomao: al centro del dialogo la situazione degli studenti e delle studentesse durante la pandemia. Il Rettore: “Come Ateneo siamo a disposizione con voi, con il Comune e con la Regione per qualunque iniziativa a favore dei giovani, che sono la categoria che più soffre questa situazione. Questo è il momento di lavorare insieme”. RASSEGNA STAMPA
28 aprile 2021
Il Rettore Mola accoglie il Prefetto Tomao davanti a Palazzo Belgrano

Il Magnifico ha sottolineato la preoccupazione per la fragilità personale e la disgregazione sociale che potrebbe crearsi per effetto della pandemia: "Per questo potenzieremo il counseling psicologico e attiveremo nuove forme di welfare studentesco"

Sergio Nuvoli

Cagliari, 28 aprile 2021 - Continuano gli incontri istituzionali del Rettore dell’Università degli Studi di Cagliari Francesco Mola. Dopo il Presidente della Regione e il Sindaco del Comune di Cagliari, incontrati proficuamente nei giorni scorsi, oggi il Magnifico ha avuto l’onore di ospitare il Prefetto S. Ecc. Gianfranco Tomao. Hanno partecipato al colloquio il Prorettore vicario Gianni Fenu, il Direttore Generale Aldo Urru e il capo di gabinetto Alessandra Orrù.

Al centro del dialogo, l’importanza del lavoro svolto dall’Ateneo a favore degli studenti e delle studentesse: l’azione svolta a favore dell’internazionalizzazione attraverso i progetti EDUC e FORMED e quella per l’uguaglianza di genere, ma anche la più recente partecipazione ai tavoli coordinati dalla Prefettura per organizzare al meglio la ripresa della didattica in presenza.

“L’università è molto viva – ha detto il Rettore - e per questo speriamo davvero di poter tornare presto alla normalità. Sarà un piacere rivederci in presenza. Tutti gli atenei italiani hanno reagito subito alla pandemia: il nostro ateneo si è prontamente attrezzato, abbiamo lavorato alacremente e in due settimane siamo riusciti a mettere 25mila studenti on line. Ma non è certamente la stessa cosa: siamo preoccupati per la fragilità personale e per la disgregazione sociale che potrebbe crearsi, per questo potenzieremo il counseling psicologico, già attivo, e attiveremo nuove forme di welfare studentesco. Come Ateneo siamo a disposizione con voi, con il Comune e con la Regione per qualunque iniziativa a favore dei giovani, che sono la categoria che più soffre questa situazione. Questo è il momento di lavorare insieme”.

L'accoglienza al Prefetto nella Sala dei Rettori: il Rettore, il Prefetto, il Direttore Generale, il Prorettore vicario, il Capo di gabinetto
L'accoglienza al Prefetto nella Sala dei Rettori: il Rettore, il Prefetto, il Direttore Generale, il Prorettore vicario, il Capo di gabinetto

Soddisfazione è stata espressa al termine della visita istituzionale dal Prefetto: “Oggi ho avuto il piacere di scoprire una realtà come quella dell’ateneo cagliaritano con una storia importante, 400 anni di eccellenza tra le università italiane"

Dopo il colloquio, il Rettore e il Prefetto hanno visitato l’Aula magna e la Sala settecentesca della Biblioteca universitaria, in compagnia del Direttore Martino Marangon, per poi soffermarsi all’interno dei locali che ospitano la Collezione Piloni.

Soddisfazione è stata espressa al termine della visita istituzionale dal Prefetto: “Oggi ho avuto il piacere di scoprire una realtà come quella dell’ateneo cagliaritano con una storia importante, 400 anni di eccellenza tra le università italiane – ha detto - Si tratta di un’università costantemente alla ricerca dell’innovazione senza dimenticare la tradizione e la storia di questa città e di questa isola. Mi pare di poter dire che ci sia la volontà e la passione di tutti - a cominciare dal Rettore - di mantenere viva questa tradizione grazie alla capacità di coniugare la storia e la tradizione con la modernità. Qui si guarda al futuro senza perdere di vista il passato”.

Ha collaborato Roberto Ibba

Un momento dell'incontro
Un momento dell'incontro

RASSEGNA STAMPA

ANSA del 28 aprile 2021

Università Cagliari: neo rettore incontra il prefetto

Dad e internazionalizzazione fra temi colloquio tra Mola e Tomao

28 Aprile , 16:53

(ANSA) - ROMA, 28 APR - Internazionalizzazione, uguaglianza di genere e partecipazione ai tavoli coordinati dalla Prefettura per organizzare al meglio la ripresa della didattica in presenza. Si è parlato anche di questi temi nel corso dell'incontro oggi tra il neo rettore dell'Università di Cagliari Francesco Mola e il prefetto Gianfranco Tomao. "L'università è molto viva - ha detto il rettore - e per questo speriamo davvero di poter tornare presto alla normalità. Sarà un piacere rivederci in presenza. Tutti gli atenei italiani hanno reagito subito alla pandemia: il nostro ateneo si è prontamente attrezzato, abbiamo lavorato alacremente e in due settimane siamo riusciti a mettere 25mila studenti on line. Ma non è certamente la stessa cosa: siamo preoccupati per la fragilità personale e per la disgregazione sociale che potrebbe crearsi, per questo potenzieremo il counseling psicologico, già attivo, e attiveremo nuove forme di welfare studentesco". Dopo il colloquio rettore e prefetto hanno visitato l'aula magna e la sala settecentesca della Biblioteca universitaria: "Oggi ho avuto il piacere di scoprire una realtà come quella dell'ateneo cagliaritano con una storia importante, 400 anni di eccellenza tra le università italiane - ha detto il prefetto Tomao - Si tratta di un'università costantemente alla ricerca dell'innovazione senza dimenticare la tradizione e la storia di questa città e di questa isola. Mi pare di poter dire che ci sia la volontà e la passione di tutti - a cominciare dal Rettore - di mantenere viva questa tradizione grazie alla capacità di coniugare la storia e la tradizione con la modernità. Qui si guarda al futuro senza perdere di vista il passato". (ANSA).

ANSA
ANSA

L'UNIONE SARDA del 29 aprile 2021

Cagliari - pagina 23

Rettore e prefetto, via al dialogo

Dopo il presidente della Regione Christian Solinas e il sindaco Paolo Truzzu, ieri il rettore Francesco Mola ha ospitato il prefetto Gianfranco Tomao. Hanno partecipato al colloquio il prorettore vicario Gianni Fenu, il Direttore generale Aldo Urru e il capo di gabinetto Alessandra Orrù. Al centro del dialogo, il lavoro svolto a favore degli studenti e dell'internazionalizzazione. «L'Università è molto viva – ha detto Mola - e per questo speriamo davvero di poter tornare presto alla normalità. Tutti gli atenei italiani hanno reagito subito alla pandemia: il nostro si è prontamente attrezzato, abbiamo lavorato alacremente e in due settimane siamo riusciti a mettere 25mila studenti on line. Siamo però preoccupati per la fragilità personale e per la disgregazione sociale che potrebbe crearsi, per questo potenzieremo il counseling psicologico, già attivo, e attiveremo nuove forme di welfare studentesco». Il rettore e il prefetto hanno visitato l'Aula magna e la Sala settecentesca della Biblioteca.Soddisfazione è stata espressa dal Prefetto: «Oggi ho avuto il piacere di scoprire una realtà con una storia importante, 400 anni di eccellenza tra le università italiane».

L'articolo su L'Unione Sarda del 29 aprile 2021 a pagina 23
L'articolo su L'Unione Sarda del 29 aprile 2021 a pagina 23

Link

Ultime notizie

21 maggio 2021

Università e 'Spazio' per i 400 anni di UniCa

Venerdì 21 aprile alle 9 la Facoltà di Ingegneria e Architettura celebrerà i 400 anni dell'Università degli Studi di Cagliari con una mostra e un seminario sul tema "Università e ‘Spazio’. Acqua, Aria, Terra". All'evento, che si svolgerà sulla piattaforma Teams e sarà trasmesso in diretta streaming sui social dell'Ateneo, interverranno il Rettore Francesco Mola, i precedenti rettori Maria Del Zompo, Giovanni Melis e Pasquale Mistretta, il presidente dell'ASI Giorgio Saccoccia, l'astronauta Maurizio Cheli, l'architetto paesaggista João Ferreira Nunes e Horacio Carabelli del Luna Rossa Prada Pirelli Team

07 maggio 2021

Parità di genere: in Ateneo due iniziative di formazione

I corsi, previsti dal Piano di uguaglianza di genere di ateneo, saranno utili ad approfondire i temi delle discriminazioni e degli stereotipi che possono condizionare i percorsi di carriera. Il primo corso è rivolto a studenti e studentesse di corsi di dottorato e specializzazione e a titolari di assegni e borse di ricerca e il secondo al personale tecnico, amministrativo e bibliotecario

Questionario e social

Condividi su: