UniCa UniCa News Notizie Inaugurato il laboratorio di Economia comportamentale: eccellenza dell’Università di Cagliari al servizio di imprese, territorio e Pa

Inaugurato il laboratorio di Economia comportamentale: eccellenza dell’Università di Cagliari al servizio di imprese, territorio e Pa

Gioiello tecnologico da circa 135mila euro, vanta 24 postazioni multimediali ultrasofisticate per le simulazioni più avanzate in ambito economico, sociale e statistico. Alla cerimonia inaugurale tenutasi a Palazzo Baffi ha preso parte il rettore Francesco Mola: “Investiremo sempre più nelle strutture e nella tecnologia perché siamo convinti che l'Università si debba fare in presenza e in condivisione"
30 giugno 2021
Da sinistra, Gaetano Melis, Rinaldo Brau, Francesco Mola, Aldo Pavan, Luciano Colombo, Stefano Usai, Gianni Fenu, Vittorio Pelligra, Maurizio Romano e Mattia Porta

Una risposta innovativa, concreta e al passo con i tempi al dipartimento di Scienze economiche e aziendali

Mario Frongia

Ieri, martedì 29 giugno, alle 17.30, al primo piano del Palazzo Baffi - Viale fra Ignazio n. 74 - è stato inaugurato il Laboratorio di economia comportamentale. Alla cerimonia hanno preso parte il rettore Francesco Mola, il direttore del dipartimento di Scienze economiche e aziendali, Aldo Pavan, gli specialisti Rinaldo Brau (dal 1° luglio neodirettore del dipartimento), Vittorio Pelligra, Claudio Conversano e Andrea Melis, i borsisti Maurizio Romano e Mattia Porta. Ai lavori hanno preso parte il prorettore vicario, Gianni Fenu, il prorettore alla Ricerca, Luciano Colombo, il presidente della facoltà di Scienze economiche, giuridiche e politiche, Stefano Usai, i dirigenti area Ricerca e Reti, Gaetano Melis e Roberto Barreri.

Da sinistra, il team del laboratorio, Vittorio Pelligra, Aldo Pavan, Maurizio Romano e Mattia Porta
Da sinistra, il team del laboratorio, Vittorio Pelligra, Aldo Pavan, Maurizio Romano e Mattia Porta

Settanta metri quadri di alta tecnologia informatica. Ma non solo

All’Università di Cagliari lo sguardo che incrocia didattica, formazione e attenzione al territorio marcia di pari passo con la ricerca, il confronto e lo scambio accademico. “Sono grato al professor Pavan e ai ricercatori del dipartimento, per l'accelerazione data per l'apertura del  laboratorio: ci faremo trovare pronti per la ripresa delle attività. Investiremo sempre più nelle strutture e nella tecnologia perché siamo convinti che l'Università si debba fare in presenza e condivisione” le parole del rettore Francesco Mola. “Un obiettivo? Oltre che per la ricerca avanzata, il laboratorio è a disposizione per seminari, corsi, esperimenti di natura sociale. Un riferimento che garantisce buone pratiche e può ospitare gli interpreti dell’economia del territorio, dai dirigenti industriali agli imprenditori, ai manager delle aree pubbliche e private. In analogia con quanto accade in altri comparti disciplinari, si simuleranno situazioni reali, verranno somministrati quesiti e si cercherà di capire e approfondire, con apparecchiature di nuova generazione, quali siano le reazioni dei partecipanti” ha puntualizzato il professor Pavan. "Un'ottima struttura, creiamo e rafforziamo ulteriori sinergie e penso ai dipartimenti di fisica e matematica" ha sottolineato il professor Colombo.

Maurizio Romano illustra le potenzialità del laboratorio al rettore e agli altri ospiti
Maurizio Romano illustra le potenzialità del laboratorio al rettore e agli altri ospiti

Una storia di successo maturata nel tempo con competenze e studi di pregio

Nel 2017 il dipartimento di Scienze economiche e aziendali mette a segno un punto speciale: è il solo che nell’ateneo del capoluogo entra nell’esclusiva lista dei dipartimenti di eccellenza delle università italiane. Da qui, l’approdo e i benefici connessi all’articolato programma di interventi. “Abbiamo avuto fondi per interventi pari a circa sette milioni di euro, incluso l’insieme delle azioni inerenti il reclutamento. Anche il laboratorio di Economia comportamentale fa capo ai fondi del 2017” ha precisato Aldo Pavan. “Offriamo un'infrastruttura capace di attrarre ricercatori internazionali nell'ambito dell'economia comportamentale. Inoltre, auspico che queste dotazioni possano incrementare le nostre collaborazioni degli altri atenei” ha sottolineato il professor Brau, Il laboratorio è situato nell’ex aula 15 ("Siete stati davvero bravi, avete dato un futuro a un'aula che ricordavo a stento" ha ammesso con un filo di ironia il rettore), vanta 24 banchi protetti, strumentazioni informatiche in ciascuna postazione e un centro di controllo, lavagna digitale e cattedra multifunzionale. "Potremo simulare i mercati, le aste, il maggior numero di scambi, modelli semplificati connessi alle votazioni, i meccanismi e le aggregazioni delle preferenze degli elettori. Lavoreremo con quattrocento soggetti volontari per gli esperimenti e potremo studiare anche la risposta alle emozioni individuali" ha spiegato il professor Pelligra.

Vittorio Pelligra durante la presentazione del laboratorio
Vittorio Pelligra durante la presentazione del laboratorio

Investimenti per un futuro tra le eccellenze della ricerca, della formazione e delle classi dirigenti

Cinque anni addietro l'ingresso nella classifica ministeriale dei migliori dipartimenti universitari del paese. Quindi, visione prospettica, intuizioni, lavoro duro. Non è dunque una sorpresa che il dipartimento di Scienze economiche e aziendali guidato fino a dopodomani da Aldo Pavan abbia i numeri per proseguire un percorso di eccellenza. Con una dotazione che consente simulazioni e studi di alto profilo, adeguati a una formazione che può essere condivisa con reciproche proficuità con altre alree disciplinari, come auspicato dal prorettore alla Ricerca, Luciano Colombo. Al primo piano di Palazzo Baffi è nata un'infrastruttura multifunzionale. Con il plauso del rettore Francesco Mola ("Mi piace pensare che anche questi genere di investimenti siano alla base della nostra governance", il laboratorio entra a pieno titolo nel bouquet d'ateneo.  

Tre studenti speciali nelle postazioni del laboratorio: da sinistra, il rettore Francesco Mola, il vicario Gianni Fenu e il prorettore Luciano Colombo
Tre studenti speciali nelle postazioni del laboratorio: da sinistra, il rettore Francesco Mola, il vicario Gianni Fenu e il prorettore Luciano Colombo

Tecnologia, elaborazione Big data tra simulazione, mercati e aste

Un assieme di attività multidisciplinari del settore economico, statistico e sociale che da "non sperimentali", grazie al laboratorio, diventano "sperimentali". “Il laboratorio fa capo a un server di alte prestazioni collegato con la direzione reti, capace di elaborare anche i Big data. Di fatto, il dipartimento - ha segnalato Rinaldo Brau - si pone all’avanguardia nella ricerca internazionale nel campo della economia comportamentale”. Al primo piano di Palazzo Baffi si respira un’aria ricca di opportunità. E il concetto che passa è nitido: non si tratta di una banale aula destinata a informatica e didattica, ma di un laboratorio di eccellenza per la ricerca. “La simulazione avrà un ruolo chiave. In economia si è abituati a pensare a un insieme di comportamenti razionali. Ma gli esseri umani non sono solo razionali. Matura così un quadro reale in cui occorrono risposte chiare, efficaci e tempestive. Un esempio? Il dirigente di una piccola impresa che - ha rimarcato il professor Pavan - ha da tempo sbocchi di mercato in Francia, si rende conto che per svariate ragioni è il percorso è compromesso. Grazie all’analisi dei dati potrà trovare indicazioni su come comportarsi e quali siano le alternative a disposizione”.

Immagini e foto di Ivo Cabiddu

Aldo Pavan lascia da dopodomani, 1° luglio, la direzione del dipartimento a Rinaldo Brau
Aldo Pavan lascia da dopodomani, 1° luglio, la direzione del dipartimento a Rinaldo Brau

Ultime notizie

17 settembre 2021

Transizione energetica, la roadmap della Sardegna

Università di Cagliari, Sotacarbo ed Enea curano la due giorni sul tema chiave per lo sviluppo del sistema Italia. Tecnologie, scenari e politiche di riqualificazione, formazione e neutralità climatica al centro del dibattito con le massime cariche regionali e nazionali del comparto. Apertura dei lavori con i rettori Francesco Mola e Gavino Mariotti. Nel team organizzativo lo staff di Fabrizio Pilo, prorettore per Innovazione e territorio

16 settembre 2021

Cagliari capitale mondiale delle scienze computazionali

Organizzata con successo dal DICAAR la ventunesima conferenza internazionale ICCSA su “Computational Science and its Applications”. Inaugurate il 13 settembre dal prorettore vicario Gianni Fenu, le quattro giornate di lavori in modalità mista, in presenza e online, ospitate dalla facoltà di Ingegneria di UniCa, contano oltre 400 partecipanti di ben 58 diverse nazioni. Oggi la conclusione e l’appuntamento in Spagna per la prossima edizione

16 settembre 2021

CyberChallenge 2021, i campioni premiati dal rettore

Stamani in aula magna i sei giovani vincitori e il team dell’Università di Cagliari che nell’ultima edizione ha superato la concorrenza di trentuno atenei e due scuole militari conquistando il titolo nazionale nelle sfide di difesa e attacco informatico. Francesco Mola: “Portiamo l’orientamento e la divulgazione nei singoli Comuni e in tutte le scuole”

Questionario e social

Condividi su: