UniCa UniCa News Notizie Il ricordo, la memoria

Il ricordo, la memoria

E' scomparso Stefano Asili, "per antonomasia il costruttore dell'immagine dell'Ateneo di Cagliari - come lo ricorda Antonello Sanna - il comunicatore per eccellenza, capace di associare sempre l'immediatezza della figura e della grafica ai contenuti della ricerca, della didattica, della fertilizzazione culturale del territorio". Il Presidente della Facoltà di Ingegneria e Architettura, Corrado Zoppi, parla di "una bellissima persona, che rimane tra noi, con la sua ricchezza umana e le sue opere". Giorgio Massacci, direttore del DICAAR: "Al nostro Ateneo, alle imprese e alla società della Sardegna, alla sua amata città di Cagliari, mancheranno i suoi continui pensieri innovativi e le sue visioni culturali"
30 aprile 2021
Stefano Asili

Pubblichiamo il ricordo di chi, tra i tantissimi nel nostro Ateneo, ha conosciuto più da vicino Stefano e ha avuto il privilegio di lavorare con lui

Stefano Asili è stato per antonomasia il costruttore dell'immagine dell'Ateneo di Cagliari, il comunicatore per eccellenza, capace di associare sempre l'immediatezza della figura e della grafica ai contenuti della ricerca, della didattica, della fertilizzazione culturale del territorio.
Ma Stefano Asili, oltre che un grande grafico pubblicato sulle riviste internazionali, era anche un intellettuale di vaglia, che ha partecipato alla produzione scientifica dell'Ateneo: alle sue idee si deve un contributo decisivo alla conquista del Premio del Paesaggio del Consiglio d'Europa nel 2011.
Per tutti quelli che hanno avuto il privilegio di lavorare con lui, è stato un insostituibile costruttore di comunità: un modello forse irripetibile, ma che è compito di tutto l'Ateneo non lasciar cadere.

Antonello Sanna

Conoscevo Stefano fin dalla scuola superiore e fin da allora ne avevo apprezzato le doti umane, la grande curiosità per la conoscenza e l'approfondimento, ed il desiderio di migliorarsi sempre.
Poi ci eravamo ritrovati qui all'Università, dopo tanti anni dai tempi della giovinezza, ed una volta, parlandomi del suo percorso intellettuale e disciplinare, mi aveva detto che tanto amava il suo lavoro da non rendersi conto del tempo che passava, nell'intensità dell'impegno e del dispiegarsi dell'entusiasmo creativo.
Certamente, e non sta a me dirlo, ma solo riecheggiare quanto tante persone competenti hanno sottolineato in questi anni, un grafico di prim'ordine. Per me, soprattutto, una bellissima persona, che rimane tra noi, con la sua ricchezza umana e le sue opere.
A presto
Corrado Zoppi
 

Il logo per le celebrazioni dei 400 anni dell'Università di Cagliari creato da Stefano Asili (cliccando sul suo sito, link in basso, si può leggere come lo ha descritto)
Il logo per le celebrazioni dei 400 anni dell'Università di Cagliari creato da Stefano Asili (cliccando sul suo sito, link in basso, si può leggere come lo ha descritto)

La prematura perdita di Stefano Asili è per il nostro Dipartimento motivo di tristezza e cordoglio. La sua opera immaginifica e geniale ha donato in tanti anni vita alle nostre iniziative scientifiche, rendendole gioiose e profonde, riunendole alle più aggiornate correnti della grafica e della comunicazione internazionale, comunità di cui era riconosciuto e rilevante esponente. Ad essa, al nostro Ateneo, alle imprese e alla società della Sardegna, alla sua amata città di Cagliari, mancheranno i suoi continui pensieri innovativi e le sue visioni culturali, segni che resteranno nel tempo e che saremo sempre fieri di portare con noi.

Giorgio Massacci

Il logo del Festival dell'Architettura di Cagliari, un'altra delle innumerevoli creazioni di Stefano Asili
Il logo del Festival dell'Architettura di Cagliari, un'altra delle innumerevoli creazioni di Stefano Asili

Link

Ultime notizie

22 maggio 2022

UniCa C’è a Monumenti Aperti

Si rinnova anche per l'edizione 2022 la collaborazione tra l'Università degli Studi di Cagliari e la manifestazione Monumenti Aperti, organizzata da Imago Mundi. Otto i siti dell'Ateneo aperti al pubblico nelle giornate di sabato 21 e domenica 22 maggio: il Palazzo del Rettorato, l'Archivio storico dell'Università, la Collezione Piloni, il MUACC, i giardini della Facoltà di Scienze economiche, giuridiche e sociali, l'Orto Botanico, la Cittadella dei Musei con le sue fortificazioni e il Trentapiedi dei Monumenti a Pirri, realizzato dal laboratorio Vestigia UniCa, coordinato da Fabio Calogero Pinna, docente di Archeologia pubblica

22 maggio 2022

Università di Cagliari ed Europa, una forte alleanza per il futuro

Andrea Melis coordina 55 studenti e sedici docenti di sei atenei in città per la Sustainable business week . Al centro dei lavori anche la risoluzione di problematiche di aziende del settore turismo. Domani il semaforo verde. I lavori del progetto Educ+M sono ospitati dalla facoltà di Scienze economiche, giuridiche e politiche. “Promuovere nuovi modelli di mobilità fisica e virtuale è uno dei nostra capisaldi” rimarca la prorettrice per l’Internazionalizzazione, Alessandra Carucci

21 maggio 2022

Sant’Arte, torna il festival di Pinuccio Sciola

Da venerdì 27 a domenica 29 maggio l’iniziativa dedicata al genio di San Sperate. Dall’Università di Cagliari il patrocinio e il coordinamento scientifico del convegno “Il Tempo di Sciola”, venerdì 27 maggio dalle ore 18 al Museo del Crudo, con l’intervento di Pamela Ladogana e Simona Campus

20 maggio 2022

Ricerca, dal Fetal programming al come e al quando ci si potrà ammalare

“Dimmi che gestazione hai avuto e ti dirò se e di quali malattie potrai soffrire da adulto”. È stata questa, negli anni '80, l’intuizione dell’epidemiologo David Barker. L'ipotesi sostiene il lavoro, pubblicato dall'European review for medical and pharmacological sciences, curato dal team di specialisti dell’’Università di Cagliari e dell’Aou. La ricerca ha esplorato una casistica di pazienti che  hanno contratto il Covid-19

Questionario e social

Condividi su: