UniCa UniCa News Notizie ICT, intesa tra l'Ateneo e la Regione

ICT, intesa tra l'Ateneo e la Regione

Siglato questa mattina un protocollo che punta a potenziare i servizi di Information Communication Technology con il contributo determinante dei ricercatori dell'Università di Cagliari, a tutto vantaggio del territorio. Il commento del Rettore: "Accordo molto importante raggiunto in un settore strategico della nostra economia: le nostre conoscenze sempre più al servizio dello sviluppo della nostra terra". RESOCONTO, con IMMAGINI, VIDEO e RASSEGNA STAMPA
25 giugno 2020
Maria Del Zompo, Gianni Fenu e Valeria Satta, assessore regionale agli Affari generali, Personale e Riforma

Il documento punta alla realizzazione di azioni di comune interesse, tra le quali la predisposizione di un piano di formazione e-learning altamente qualificato attraverso la produzione, l’erogazione e la gestione di servizi

Sergio Nuvoli

Cagliari, 23 giugno 2020 - E’ stato firmato questa mattina dal Rettore Maria Del Zompo e dall’assessore agli Affari generali, Personale e Riforma, Valeria Satta, un protocollo di intesa tra l’Università degli Studi di Cagliari e la Regione Autonoma della Sardegna in materia di istruzione, ricerca, innovazione e sviluppo del territorio. Alla firma dell’importante intesa era presente il professor Gianni Fenu, delegato di Ateneo per l’ICT.

Il documento punta alla realizzazione di azioni di comune interesse, tra le quali la predisposizione di un piano di formazione e-learning altamente qualificato attraverso la produzione, l’erogazione e la gestione di servizi di e-learning e di innovazione didattica a supporto del personale dell’amministrazione regionale. I due enti attiveranno anche apposite e specifiche misure in materia di Information Communication Technology (ICT) e sistemi informativi nei settori di maggior interesse per la Regione.

“Si tratta di una convenzione importante per noi – è il commento di Maria Del Zompo, Rettore di UniCa – Ringrazio la Giunta e il Presidente della Regione per essere andati con noi nella direzione del rafforzamento di sinergie già presenti nei rapporti tra l’Ateneo e la Regione Sardegna nelle sue varie articolazioni su ambiti come la didattica, la ricerca e i servizi. In particolare, l’Università di Cagliari potrà mettere a disposizione le proprie competenze e conoscenze per contribuire ancora di più alla crescita del nostro territorio”.

L'assessore Valeria Satta mentre firma l'accordo con l'Università di Cagliari
L'assessore Valeria Satta mentre firma l'accordo con l'Università di Cagliari
MARIA DEL ZOMPO, RETTORE DI UNICA, SPIEGA I CONTENUTI DELL'ACCORDO CON LA REGIONE

Il protocollo mira inoltre a promuovere e rafforzare la collaborazione per la realizzazione di progetti di ricerca scientifica finalizzati allo sviluppo delle conoscenze utili al territorio

Prevista inoltre la collaborazione per l’attivazione dei servizi dell’Agenda Digitale e il potenziamento dei sistemi informativi delle amministrazioni al fine di fornire alle strutture adeguati strumenti gestionali che ottimizzino le procedure e la connettività.

Il protocollo mira inoltre a promuovere e rafforzare la collaborazione per la realizzazione di progetti di ricerca scientifica finalizzati allo sviluppo delle conoscenze utili al territorio e di studi e ricerche per iniziative strategiche a favore della Sardegna. Sarà infine promosso lo sviluppo scientifico e tecnologico delle imprese facendo dell’innovazione uno dei motori principali dello sviluppo locale.

La firma del Rettore sull'accordo con la Regione
La firma del Rettore sull'accordo con la Regione

RASSEGNA STAMPA

L’UNIONE SARDA di mercoledì 24 giugno 2020

Cronaca di Cagliari - Pagina 18

PIÙ ISTRUZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE

Del Zompo: «L'ateneo mette a disposizione le competenze nei settori più avanzati»

Accordo Università-Regione per potenziare servizi a vantaggio della popolazione

L'obiettivo è far crescere la Sardegna attraverso l'istruzione, la ricerca e l'innovazione, fornendo servizi di alta qualificazione e procedure innovative. La Regione mette risorse e infrastrutture, soprattutto quelle digitali, l'università di Cagliari, invece, partecipa con le competenze e le conoscenze. Nasce così l'accordo siglato ieri tra la rettrice, Maria Del Zompo, e l'assessora regionale agli Affari Generali, Valeria Satta. «Si tratta di un'importante convenzione che va a sostenere ulteriormente le sinergie già in atto tra il nostro ateneo e l'amministrazione regionale, potenziando le collaborazioni su tutta la realtà legata alla tecnologia digitale che, in questa occasione, si potra calare nelle diverse realtà del territorio», spiega Del Zompo.

L'accordo

Nel dettaglio, il protocollo ha come oggetto lo sviluppo di tematiche sull'innovazione didattica a supporto del personale regionale, lo studio di misure nel settore Ict, l'implementazione dei servizi previsti nell'Agenda digitale nazionale e regionale. E ancora: attività per la transizione al digitale, il potenziamento dei sistemi informativi delle amministrazioni, la realizzazione di progetti di studio e ricerca scientifica, la promozione per lo sviluppo scientifico-tecnologico delle imprese, in particolare le piccole e medie imprese, per fare dell'innovazione uno dei motori principali del sistema economico regionale. «Con questo accordo si dà anche una risposta alle esigenze del territorio», spiega ancora Maria Del Zompo. «Le attività, infatti, potranno riguardare figure che non trovano lavoro o che devono ricollocarsi sul mercato dopo aver svolto una formazione superiore». Insomma, persone che, a vario titolo, hanno determinate difficoltà a stare sul mercato del lavoro o che hanno necessità di un upgrade di formazione.

Gli altri asset

L'intesa mira, inoltre, a promuovere e rafforzare la collaborazione per la realizzazione di progetti di ricerca scientifica finalizzati allo sviluppo delle conoscenze utili al territorio e di studi e ricerche per iniziative strategiche a favore della Sardegna.

Sarà infine promosso lo sviluppo scientifico e tecnologico delle imprese facendo dell'innovazione uno dei motori principali dello sviluppo locale. Questo significa che saranno coinvolti non solo e non necessariamente in via esclusiva gli studenti dell'università. Anzi.

«L'università è bella nel momento in cui la si frequenta in presenza e la si porta avanti grazie alle interazioni. Ma la tecnologia ci può dare una mano importantissima in altre realtà e questa rinnovata sinergia con la Regione è assolutamente fondamentale per permettere di avere buoni risultati».

Mauro Madeddu

 

Il presidente

«UN PROTOCOLLO PER LO SVILUPPO»

«Ricerca e innovazione sono i motori dello sviluppo economico della Sardegna», dice il presidente della Regione Christian Solinas, commentando l'intesa tra Regione e Università di Cagliari finalizzata alla realizzazione di interventi di natura didattica, di ricerca, e di servizi di alta qualificazione. «Le università rappresentano gli interlocutori ideali coi quali la Regione intende dialogare per ottenere un supporto qualificato, con l'obiettivo di individuare obiettivi strategici finalizzati a creare un sistema economico più competitivo, capace di valorizzare i punti di forza della Sardegna, le sue specificità e i beni del suo patrimonio materiale e immateriale», dice ancora il presidente della Regione.

L'accordo, sottoscritto dall'assessora Valeria Satta, valorizza le competenze dell'ateneo cagliaritano che, in questo modo, contribuisce ancora di più alla crescita della Sardegna. «Ho voluto questo protocollo fin dall'inizio del mio insediamento in Giunta», dice l'assessora. «La collaborazione tra la Regione e l'università è di fondamentale importanza perché ci permetterà di lavorare insieme in un'ottica di miglioramento per quanto riguarda i servizi, l'innovazione e la tecnologia».

Sarà soprattutto uno scambio di competenze tra «l'Università che mette a disposizione la ricerca che sta curando e creando sul tema dell'innovazione», per esempio i progetti di ricerca sull'intelligenza artificiale che si possono applicare a tutti i settori economici, dall'agricoltura al turismo, dalla pesca alla sanità, spiega l'assessora, «e tutto quello che l'assessorato regionale agli Affari Generali può produrre nel tempo ma anche già allo stato attuale». (ma. mad.)

Il servizio di Mauro Madeddu a tutta pagina pubblicato su L'UNIONE SARDA (richiamato anche in prima pagina) di mercoledì 24 giugno 2020
Il servizio di Mauro Madeddu a tutta pagina pubblicato su L'UNIONE SARDA (richiamato anche in prima pagina) di mercoledì 24 giugno 2020

LA NUOVA SARDEGNA di giovedì 24 giugno 2020

Pagina 4 - Sardegna

cagliari

Innovazione, accordo tra università e Regione

CAGLIARI Istruzione, innovazione, ricerca e sviluppo sono i quattro pilastri dell'accordo firmato dall'assessora agli affari generali, Valeria Satta, e dal rettore dell'Università di Cagliari Maria Del Zompo. L'obiettivo è dare gambe a un piano di formazione e-learning del personale dell'amministrazione regionale, sostenere l'Agenda digitale e l'Ict in generale. «Si tratta di una convenzione importante per l'Università - ha sottolineato - ha detto Maria Del Zompo - perché rafforza le sinergie che già esistono sulla didattica, la ricerca e i servizi. Noi siamo pronti a mettere a disposizione conoscenze e competenze per far crescere il territorio». Il protocollo promuoverà e rafforzerà anche la collaborazione per la realizzazione di progetti a sostegno di scelte strategiche. «Ricerca e innovazione sono i motori dello sviluppo economico. Le nostre università sono gli interlocutori ideali con cui la Regione vuole dialogare per costruire un sistema economico più competitivo, capace di valorizzare i punti di forza della Sardegna, le sue specificità e i beni del suo patrimonio materiale e immateriale», è stato il commento del governatore Christian Solinas e dell'assessora Valeria Satta.

L'articolo pubblicato su LA NUOVA SARDEGNA di mercoledì 24 giugno 2020
L'articolo pubblicato su LA NUOVA SARDEGNA di mercoledì 24 giugno 2020

Link

Ultime notizie

07 luglio 2020

On line il Manifesto degli Studi

Contiene i dettagli dell’offerta formativa per l'Anno Accademico 2020/2021 e l’indicazione di tutti i corsi di laurea, con le date delle prove di accesso e di verifica della preparazione iniziale: a disposizione 81 corsi di studio (38 triennale, 6 magistrali a ciclo unico, 37 magistrali biennali), 15 dottorati di ricerca, 35 scuole di specializzazione. ISCRIZIONI POSSIBILI A PARTIRE DAL 9 LUGLIO: per facilitare la scelta sono on line TUTTI I VIDEO degli Open Day di maggio, con la presentazione di ciascun corso e di ogni servizio offerto. RASSEGNA STAMPA

07 luglio 2020

Annalisa Bonfiglio tra le cento esperte del Paese

La banca dati che punta ad abbattere stereotipi di genere e aumentare la visibilità delle scienziate italiane, ha inserito la docente del Diee tra il pool accademico, di ricerca e professionale più qualificato. Attualità scientifica, territorio e reperibilità sono tra i criteri di una selezione che in ambito regionale annovera anche Maria Del Zompo, Marta Burgay, Patrizia Manduchi e Giulia Manca

06 luglio 2020

Addio a Ennio Morricone

L’Università di Cagliari è stata il primo ateneo italiano a conferire la laurea honoris causa al grande maestro compositore, musicista, direttore d'orchestra e arrangiatore italiano, autore delle più belle colonne sonore del cinema italiano e mondiale. Il ricordo della cerimonia di conferimento del titolo – avvenuta nel 2000 - nelle parole dell’allora Rettore Pasquale Mistretta, intervistato dal TG della RAI, e del professor Antonio Trudu. Il commento del Prorettore alla Didattica, Ignazio Putzu: "Episodio di grandissimo significato: il nostro Ateneo ha sempre avuto un'attenzione rigorosa nell'individuare personalità di altissimo profilo nel campo delle scienze e delle arti cui assegnare questo tipo di riconoscimento"

05 luglio 2020

Open Day, le magistrali e le specializzazioni di Studi Umanistici

Due giornate di orientamento online dedicate agli studenti e alle studentesse delle discipline umanistiche. L’8 e 9 luglio saranno presentati i corsi di laurea magistrale, i corsi di dottorato e le scuole di specializzazione della Facoltà di Studi Umanistici con la partecipazione di docenti, specialisti e studenti. RASSEGNA STAMPA

Questionario e social

Condividi su: