UniCa UniCa News Notizie I pazienti oncologici e l’umanizzazione delle cure ospedaliere

I pazienti oncologici e l’umanizzazione delle cure ospedaliere

Un tema delicato, complesso e in continua evoluzione. La proficua intesa tra l’Università del capoluogo e l’Arnas Brotzu con la collaborazione del Rotary club di Cagliari. “Una sinergia preziosa che ha permesso l’attivazione di un contratto biennale per una biologa specializzata in Scienze dell’alimentazione” ha precisato il prorettore Giorgio La Nasa  
11 aprile 2022
Da sinistra, Giorgio La Nasa, Giorgia Antoni, Clelia Madeddu e Nico Porcu (Rotary Cagliari)

L’attenzione ai malati, l’ospedale, un percorso innovativo

Mario Frongia

"Un primo passo verso l’umanizzazione delle cure dei pazienti ospedalizzati" è stata la cornice del convegno organizzato dal Rotary Club di Cagliari. Il percorso -  illustrato per la prima volta lo scorso 7 aprile al THotel - ha per interpreti l'Oncologia medica e l’Onco-ematologia e il Centro trapianti di midollo osseo dell’ospedale Businco diretto da Giorgio La Nasa. Il progetto intitolatolo “Supporto nutrizionale ed educazione alimentare in pazienti oncologici e onco-ematologici sottoposti a terapia standard o a trapianto di cellule staminali ematopoietiche” è nato dalla collaborazione tra l'Università di Cagliari (con in prima fila il dipartimento di Scienze mediche e sanità pubblica), l'Azienda Arnas Brotzu e il Rotary Club di Cagliari. Grazie a una importante donazione, il Rotary ha reso possibile il concretizzarsi di un rapporto di lavoro della durata di due anni per Giorgia Antoni, biologa nutrizionista speciazzata in Scienza dell'alimentazione. "I destinatari dello studio e delle attività operative saranno “i pazienti che presentano patologie oncologiche e onco-ematologiche in trattamento chemioterapico o sottoposti a trapianto di cellule staminali ematopoietiche” spiega il professor La Nasa.

Cagliari. La relazione della dottoressa Antoni. Al tavolo dei lavori, da sinistra, Giorgio La Nasa e Nico Porcu
Cagliari. La relazione della dottoressa Antoni. Al tavolo dei lavori, da sinistra, Giorgio La Nasa e Nico Porcu

Mangiare sano e in equilibrio. In ospedale e a casa

Il progetto dovrà orientare i pazienti durante il proprio percorso di cura verso un’alimentazione corretta, consapevole e soprattutto sicura. Ma dovrà anche affiancarli, con il pieno coinvolgimento delle proprie famiglie, durante l'intero evolvere della patologia. Uno scenario utile per superare l’insieme delle complicazioni legate all’alimentazione anche nel ritorno del paziente alla propria abitazione. Un passaggio di rilievo per le indicazioni della nutrizionista contrattualizzata dal dipartimento di Scienze mediche e sanità pubblica.

 

Cagliari. Un'immagine del Centro trapianti di midollo osseo, la struttura è accreditata Jacie
Cagliari. Un'immagine del Centro trapianti di midollo osseo, la struttura è accreditata Jacie

Formazione e agenda per un’alimentazione corretta

"L’iniziativa intrapresa dal Rotary, in collaborazione con il nostro ateneo e con l’azienda Arnas Brotzu, è la dimostrazione - spiega Giorgio La Nasa, prorettore per le Attività sanitarie dell'Università di Cagliari - di come una corretta sinergia fra entità di tipo differente, che si occupano, ciascuna con le proprie peculiarità, del bene sociale, possa produrre dei risultati estremamente positivi per il benessere della comunità. In questo caso specifico, il poter disporre della consulenza di un esperto nel campo della nutrizione porterà dei benefici, prima di tutto per i pazienti che affrontano il duro percorso delle patologie oncologiche e oncoematologiche, ma sarà anche un importante volano nell’attività formativa di vuole intraprendere un percorso professionale di questo tipo".

 

La locandina dell'evento tenutosi il 7 aprile
La locandina dell'evento tenutosi il 7 aprile

Ultime notizie

11 agosto 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

10 agosto 2022

Comunicazione, festoso approfondimento tv dei cinque corsi di laurea presentati al Poetto

La puntata sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare è andata in onda all'interno di "Panorama sardo - speciale estate". "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. All'interno il link per la visione

08 agosto 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

05 agosto 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie