UniCa UniCa News Notizie European Universities, l’ateneo di Cagliari nel pool scelto dall’Unione Europea

European Universities, l’ateneo di Cagliari nel pool scelto dall’Unione Europea

OGGI ALLE 15 IN AULA MAGNA DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA L’EVENTO VIENE APERTO DAL RETTORE MARIA DEL ZOMPO. Il progetto Educ è coordinato dall’Università di Potsdam e coinvolge anche Parigi-Nanterre, Rennes 1 (Francia), Masaryk (Brno, Repubblica Ceca) e Pecs (Ungheria). “Si lavora per creare una cooperazione a sostegno dei valori europei, quali inclusione, istruzione superiore, innovazione e ricerca scientifica” spiega il pro rettore Alessandra Carucci.
14 novembre 2019
Coinvolte tutte le componenti universitarie. A fondo pagina il link alla locandina con il programma dell'evento informativo

Assieme per l'inclusione, la formazione avanzata e la ricerca scientifica


Mario Frongia

Giovedì 14 novembre, dalle 15 alle 17, nell'aula magna della facoltà di Ingegneria e architettura - via Marengo, Cagliari - il rettore Maria Del Zompo apre l’incontro informativo con le componenti dell'ateneo coinvolte nel progetto ''European Digital UniverCity'' (Educ). Ai lavori - coordinati da Alessandra Carucci, pro rettore Internazionalizzazione - prende parte anche un delegato dell’Agenzia nazionale Erasmus. Insomma, anche la Sardegna dell’alta formazione e della cultura in campo per disegnare un pezzo di storia.

 

Cagliari. L'aula magna di Ingegneria e architettura
Cagliari. L'aula magna di Ingegneria e architettura

I magnifici 6. La scelta dell’Unione Europea nell'ambito del programma Erasmus+

All’evento di Cagliari partecipano i rappresentanti del personale universitario, del territorio, delle istituzioni locali e delle parti sociali, con particolare riferimento ai rappresentanti del mondo del lavoro che fanno parte dei comitati di indirizzo dei corsi di studio. L’Università di Cagliari è entrata a far parte del gruppo di atenei selezionati dall’Unione Europea nell'ambito del programma Erasmus+ “European Universities”. “Il programma - spiega  il pro rettore Alessandra Carucci - ha lo scopo di creare una cooperazione a lungo termine a sostegno dei valori europei, dell’inclusione e dell’innovazione nella didattica dell’istruzione superiore e nella ricerca scientifica. Per favorire questa cooperazione strutturale - capace di aumentare enormemente il potenziale di trasformazione dell'Unione Europea - sono state costituite 17 “Alleanze”, quali consorzi tematici e basi operative per riunire università accomunate da caratteristiche e progetti comuni, finalizzati allo sviluppo di buone pratiche e strategie vincenti per il futuro dell’alta formazione nel Continente”.

I delegati dei sei atenei prescelti dall'Unione Europea. A sinistra, Alessandra Carucci
I delegati dei sei atenei prescelti dall'Unione Europea. A sinistra, Alessandra Carucci

L'alleanza di cui fa parte l’Università di Cagliari ha ottenuto dall’UE il riconoscimento del proprio impegno e della volontà strategica di università del futuro con il finanziamento del progetto “European Digital UniverCity” (Educ). “Il progetto - sottolinea la professoressa Carucci - ha per obiettivo prioritario la promozione di nuovi modelli di mobilità fisica e virtuale di studenti, docenti e staff, favorire progetti di ricerca comuni e affrontare le sfide della società in maniera innovativa e multidisciplinare”.

 

L'Educ promuove modelli di mobilità per studenti, docenti e staff
L'Educ promuove modelli di mobilità per studenti, docenti e staff

Ciascuna "alleanza" del programma European Universities ha a disposizione un budget di cinque milioni di euro

I progetti, di durata triennale, sono stati avviati ufficialmente il primo ottobre scorso con  uno stanziamento globale di 85 milioni di euro (5 milioni per ciascun consorzio). Tra i temi chiave, il confronto sul fondamentale ruolo di "fautore del cambiamento" che European Universities si propone per il prossimo futuro, grazie alla definizione e applicazione dei futuri standard comunitari per le università. Oltre all’ateneo di Cagliari, le altre dieci "European Universities" italiane sono Bologna, Milano, Milano Bocconi, Padova, Palermo, Roma Sapienza, Roma Tor Vergata e Trento, con Accademia delle Belle Arti di Roma e Politecnico di Torino.

 

Ottantacinque milioni di euro per un'Europa moderna e un'alta formazione di qualità
Ottantacinque milioni di euro per un'Europa moderna e un'alta formazione di qualità

Allegati

Link

Ultime notizie

20 ottobre 2020

Nature Italy, nuova voce della comunità scientifica italiana

La rivista digitale del gruppo Springer è diretta da Nicola Nosengo. È disponibile in italiano e inglese su www.nature.com/natitaly. “Un prezioso riferimento anche per i ricercatori della nostra Università. Una notizia proficua anche per la divulgazione al grande pubblico” dice il prorettore dell’ateneo di Cagliari, Micaela Morelli

20 ottobre 2020

Al voto per eleggere il rappresentante dei docenti nel CdA dell’ERSU

Giovedì 22 ottobre alle urne (elettroniche) per l’elezione del rappresentante nel Consiglio di Amministrazione dell’Ente Regionale per il diritto allo studio di Cagliari. Per la prima volta la procedura di voto sarà completamente telematica: si potrà esprimere la propria preferenza dalle 9 alle 18. On line le istruzioni, i nomi dei candidati e il LINK PER VOTARE

19 ottobre 2020

Ester Cois intervistata dal TGR RAI Sardegna sul cyberbullismo

Intervistata da Antonia Moro, la docente di Sociologia del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali ha sottolineato i pericoli del flaming nei canali telematici. "Nonostante la possibilità di cancellazione - ha puntualizzato Cois - il contenuto può restare nel web e influenzare la biografia successiva della vittima"

18 ottobre 2020

La Città Cosmopolita al centro di un ciclo di seminari

Partirà il 23 ottobre il seminario permanente "La Città Cosmopolita. Teorie, fonti e metodi di ricerca” organizzato dal Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali con il Dottorato di Ricerca in Storia, Beni Culturali e Studi Internazionali. La riflessione scientifica sul tema nasce all'interno del progetto Narra_Mi - Re-thinking Minorities. National and Local Narratives from Divides to Reconstructions. Gli incontri si svolgeranno nella forma del webinar

Questionario e social

Condividi su: