UniCa UniCa News Notizie Dottorato di ricerca, e poi? Le tante prospettive per il post-doc

Dottorato di ricerca, e poi? Le tante prospettive per il post-doc

Francesco Mola: "Stiamo investendo molto per i primi livelli della formazione e per la possibilità di remunerare maggiormente dottorandi e assegnisti. Per le borse daremo certamente fondo a tutte le possibili risorse". Il rettore e i prorettori Carucci, Colombo, Onnis e Putzu hanno partecipato alla conferenza coordinata dal professor Sergioli che ha riunito tutti i responsabili dei corsi dell'Università di Cagliari insieme a tanti post-doc dell'ateneo che ora lavorano con successo in ambiti non accademici, anche a livello internazionale. "Un incontro da ripetere" il parere unanime di tutti i partecipanti
25 maggio 2022
Non solo ricerca scientifica: le aziende riconoscono che un PhD porta valore aggiunto ai team di lavoro e sa affrontare i problemi più complessi sfruttando abilità altamente raffinate grazie ad una vasta gamma di competenze

Scienza e ricerca alla base della qualità della formazione universitaria e motore dell'innovazione e sviluppo anche del settore privato

Ivo Cabiddu
 
L’incontro di ieri, nato da un’idea di Paolo Ruggerone e condotto da Giuseppe Sergioli, si è rivelato molto utile sul piano del coordinamento tra tutti i corsi di dottorato dell’ateneo di Cagliari, in un campo strategico - tra didattica di alto livello e ricerca scientifica - in particolare per l’attuale spinta proveniente dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) con i finanziamenti previsti per l’implementazione delle borse destinate a dottorati per la pubblica amministrazione e per il patrimonio culturale, per dottorati industriali e su tecnologie green, transizioni digitali e ambientali.

L'Università di Cagliari è tra i pochi atenei ad aver sempre richiesto almeno 6 mesi di esperienza all’estero per i dottorati e tutti i corsi di UniCa sono internazionali, con doppio titolo o titolo congiunto

 
ESEMPI VIRTUOSI
. Soprattutto, è stata la richiesta di tutti i coordinatori, avvallata anche dal rettore e dai prorettori presenti, "un appuntamento da ripetere periodicamente, per mantenere la connessione e non perdere di vista chi ha fatto il percorso di dottorato all’Università di Cagliari per poi intraprendere una professione in ambito non accademico". Queste esperienze, raccontate da ognuno dei giovani intervenuti nel corso della videoconferenza su Teams, sono infatti un vero e proprio arricchimento anche per l’università, in quanto rappresentano esempi concreti di sbocchi lavorativi in ambiti privati e non accademici, di cui occorre tenere maggiormente conto rispetto al passato.
 

ASCENSORE SOCIALE. Il punto di vista condiviso da tutti i partecipanti all’evento - ma in particolare dal rettore Francesco Mola, dai prorettori Ignazio Putzu (didattica), Luciano Colombo (ricerca), Alessandra Carucci (internazionalizzazione) e Valentina Onnis (orientamento e alumni), insieme al coordinatore dei corsi di dottorato Giuseppe Sergioli - è che lavorare in altre realtà, come aziende di servizi o industriali, pubbliche amministrazioni o imprese private e commerciali, non è affatto una diminutio, bensì rappresenta senz’altro un’opportunità e una scelta che rispecchia l’alto livello di specializzazione e il trampolino di lancio verso posizioni di responsabilità e successo che può garantire il terzo livello della formazione universitaria

IL RETTORE. Da parte sua Francesco Mola ha offerto spunti di riflessione sugli effetti dell’attuale periodo di contingenze negative: “Tra crisi economica, pandemia e guerra, sono e saranno tempi difficili, che creano anche maggiori disparità. Chi ha più strumenti, capacità, titoli ed esperienza acquisita avrà senz’altro più possibilità di andare avanti”. Il rettore ha inoltre ricordato i tempi del suo dottorato - “5° ciclo, allora guidavo una Dyane 6 con lo scotch alla capote, ma è stata l’esperienza più bella della mia vita!” - per sottolineare che sono anni di full immersion che segnano il passaggio da studente a scienziato. “È il primo momento per capire se avere la valigia pronta è nel tuo dna, in cui ti misuri realmente con il tuo bagaglio di conoscenza e inizi a comprendere l’umiltà e la determinazione necessaria per contare sulle proprie forze e capacità”. Nel suo intervento il professor Mola ha inoltre confermato gli sforzi dell’Università di Cagliari a sostegno dei dottorati: “Stiamo investendo molto per i primi livelli della formazione e per la possibilità di remunerare maggiormente dottorandi e assegnisti. Per le borse daremo certamente fondo a tutte le possibili risorse”. In ultimo il magnifico ha lanciato una proposta al professor Sergioli e a tutti i coordinatori dei corsi di dottorato per l’organizzazione di un prossimo grande evento, in presenza, dedicato alla cerimonia di consegna dei titoli e concomitante con un importante workshop.


 

24 maggio 2022, 16:03 - Lo screen dell'evento su Teams durante l'intervento del magnifico rettore Francesco Mola
24 maggio 2022, 16:03 - Lo screen dell'evento su Teams durante l'intervento del magnifico rettore Francesco Mola

Articolo precedente - Presentazione e programma della conferenza

17/05/2022


24 MAGGIO IN DIRETTA WEB. Grazie agli interventi di molti ex studenti di UniCa, oggi affermati professionisti in diversi contesti lavorativi di ottimo livello, che racconteranno la loro esperienza di successo, l’incontro ‘’Dottorato di ricerca: quale futuro "oltre" l'accademia?’’ permetterà di evidenziare le molteplici opportunità occupazionali al di fuori del mondo accademico. Organizzato dalla Consulta dei Coordinatori dei corsi di dottorato, presieduta dal professor Giuseppe Sergioli, l’evento sarà preceduto dagli interventi del magnifico rettore Mola e dei prorettori Putzu, Colombo e Carucci. COLLEGAMENTO SU TEAMS DALLE 15,30



Martedì 24 maggio avrà inizio alle 15.30, sulla piattaforma Teams, l’incontro Dottorato di ricerca: quale futuro "oltre" l'accademia?, organizzato dalla Consulta dei Coordinatori dei corsi di dottorato dell’Università di Cagliari. L'evento è rivolto in modo particolare a laureandi, dottorandi e ai neo-dottori di ricerca, l'accesso alla diretta web sarà comunque aperto a tutti gli interessati che vorranno collegarsi tramite il link disponibile a fondo pagina.

Il dottorato è una qualifica altamente versatile e il mercato del lavoro per i PhD è oggi molto diversificato. Oltre agli ambiti accademici, dell'insegnamento e della ricerca scientifica, si possono intraprendere carriere in altre pubbliche amministrazioni o nel mondo delle imprese private, con molteplici possibilità di sbocchi occupazionali, consentiti da una superiore preparazione sempre più riconosciuta e ricercata dalle aziende.

 

Giuseppe Sergioli
Giuseppe Sergioli

Modererà il coordinatore della Consulta, professor Giuseppe Sergioli

Con un programma di interventi assai diversificato, per i vari settori di studio e di sbocco occupazionale, l'evento raccoglierà le interessanti testimonianze di ex dottorandi dell'ateneo cagliaritano che ricoprono posizioni di lavoro significative al di fuori del contesto accademico. L’iniziativa ha infatti l’obiettivo di mettere in luce l’ampio ventaglio di opportunità offerte dai Dottorati dell’ateneo, anche al di là della tradizionale possibilità di carriera universitaria.

L'elenco degli interventi. Per il programma completo vedi in calce il link alla locandina
L'elenco degli interventi. Per il programma completo vedi in calce il link alla locandina

La serie di interessanti relazioni sarà preceduta dagli interventi del magnifico rettore, Francesco Mola, del prorettore alla didattica, Ignazio Efisio Putzu, del prorettore alla ricerca, Luciano Colombo, e della prorettrice all’internazionalizzazione, Alessandra Carucci.

Nella foto il magnifico rettore Francesco Mola. Nei riquadri, dall'alto, i prorettori Carucci, Colombo e Putzu
Nella foto il magnifico rettore Francesco Mola. Nei riquadri, dall'alto, i prorettori Carucci, Colombo e Putzu

Qui di seguito il link alla locandina e al collegamento per seguire in diretta su Teams. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il professor Sergioli, tramite email all’indirizzo di posta elettronica giuseppe.sergioli@gmail.com.



(Ivo Cabiddu)

pubbl. 17/05/2022
agg.ti: 23/05/2022 - 24/05/2022 - 25/05/2022

Allegati

Link

Ultime notizie

06 luglio 2022

Esperti di logica e filosofia in arrivo a Cagliari da tutto il mondo

Il 22° workshop ‘'Trends in Logic’' si terrà nell’ateneo cagliaritano dal 18 al 20 luglio 2022. L’evento, intitolato '‘Strong & Weak Kleene Logics’', è organizzato dal gruppo di ricerca Alophis del Dipartimento di Pedagogia, Scienze psicologiche e Filosofia in collaborazione con il Dipartimento di Matematica e Informatica. Il professor Roberto Giuntini nel comitato scientifico internazionale che presiede i lavori

04 luglio 2022

UniCa4Ukraine, conclusi i corsi di italiano

Venti cittadine ucraine hanno seguito le lezioni tenute da studentesse e studenti dei corsi di laurea magistrale in Lingue e letterature europee ed americane, Traduzione specialistica dei testi e in Filologie e letterature classiche e moderne. Nei giorni scorsi la consegna degli attestati di partecipazione

30 giugno 2022

STOREM. Giornate di studio internazionale sul tema della sostenibilità legata alle attività turistiche

Giovedì 30 giugno e venerdì 1 luglio il nostro ateneo ospita docenti e ricercatori delle università UNA e UCI del Costa Rica, Eafit della Colombia e, in collegamento, esperti dell'università UWI (Barbados) e Paul Valery (Francia) per due giornate di confronto sul progetto Erasmus+ Cbhe “Storem”. L’incontro del primo luglio è aperto al pubblico, dalle 9,30, nell’Aula 11 del polo universitario di via San Giorgio 12 (Campus Aresu) per gli interventi del professor Mario Socatelli, dell’Universidad para la Coperaticion Internacional (Costa Rica) e, a seguire, del professor Corrado Zoppi, dell’Università di Cagliari, e di Francesca Uleri (Associazione Culturale Terras)

30 giugno 2022

Malattie genetiche, l'Università di Cagliari nel nuovo Centro nazionale di ricerca

L'ateneo è tra i fondatori della struttura sorta per lo “Sviluppo di terapia genica e farmaci con tecnologia a Rna” finanziata dal Pnrr con 320 milioni di euro. Le specialiste Raffaella Origa, referente scientifica, e Patrizia Zavattari, sono le coordinatrici del progetto. Il rettore Francesco Mola: "Abbiamo conferma delle valide e riconosciute competenze del settore acquisite negli anni"  

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie