UniCa UniCa News Notizie CLab di UniCa, ponte concreto tra ricerca e fabbisogni di innovazione delle imprese

CLab di UniCa, ponte concreto tra ricerca e fabbisogni di innovazione delle imprese

A Roma brillano le le start up Bacfarm, Regenfix e Relaxis nate al Contamination dell’ateneo del capoluogo. Dall’estrazione dei carotenoidi alla rigenerazione di costosi dispositivi da laboratorio al kefir di latte di capra che cura il colon. L’evento nasce dalla collaborazione tra Intesa Sanpaolo e Università di Cagliari, Catania, Palermo, Sassari e della Tuscia
13 novembre 2019
I vincitori in posa nella sala conferenze di LVenture

Un altro tassello proficuo per le start maturate al Contamination Lab dell'Università di Cagliari

Mario Frongia

Ieri, lunedì 11 novembre, la sala convegni LVenture group - via Marsala, Roma - ha ospitato l’evento “Università, imprese e innovazione. Un ponte concreto tra il mondo della ricerca universitaria e i fabbisogni di innovazione delle imprese”. Le Università di Cagliari, Catania, Palermo, Sassari e della Tuscia hanno presentato tre idee d’impresa ciascuna. Le più meritevoli, secondo le valutazioni del comitato scientifico composto da imprenditori, banchieri, manager e docenti, sono state premiate. Sul podio le start up Bacfarm, Regenfix e Relaxis, trio maturato al ContaminationLab dell’ateneo di Cagliari diretto da Maria Chiara Di Guardo. L’evento nasce grazie alla collaborazione avviata lo scorso febbraio tra le accademie e Intesa Sanpaolo. Nel corso della serata sono state valorizzate e premiate altre dodici start-up universitarie. Dal gruppo di ricerca di Dario Piano, docente e coordinatore di un team al Dipartimento di scienze della vita e dell'ambiente dell'ateneo di Cagliari, sono maturate e proseguono le attività delle Start up Bacfarm e Regenfix. Il professor Piano è l’inventore di entrambi i brevetti. 

BacFarm. Da sinistra, Giulia Guadalupi, Davide Emilio Lobina e Samuele Antonio Gaviano
BacFarm. Da sinistra, Giulia Guadalupi, Davide Emilio Lobina e Samuele Antonio Gaviano

Profumo di successo da talenti e attitudini disciplinari diverse e contaminanti

“Aver visto Barcfarm, Regenfix e Relaxis aggiudicarsi la competizione ci inorgoglisce e conferma che la strada intrapresa con il CLab è vincente. Le start up maturate nel nostro Contamination - spiega Maria Chiara Di Guardo, prorettore Innovazione e territorio – conquistano le attenzioni degli operatori e dei mercati. E costituiscono un forte richiamo per i nostri studenti e per il tessuto produttivo della Sardegna”. In breve, linfa pregiata. Da sostenere e coccolare. Talenti e saperi diversi e contaminanti, tesi a prendere spazio nel domani. Una scelta avallata e supportata con decisione dall’ateneo di Cagliari. E premiata con un lungo e convinto applauso dagli esperti accorsi all’evento romano. 

Regenfix. Michele Francesco Meloni, Emma Cocco, Alessia Mereu e Andrea Murru
Regenfix. Michele Francesco Meloni, Emma Cocco, Alessia Mereu e Andrea Murru

Applausi per i ricercatori dell'ateneo e la proficua commistione con le start up

Nei dettagli, primo posto per Bacfarm. La fabbrica di batteri, la prima e unica al mondo, creata per estrarre carotenoidi attraverso una tecnologia brevettata. Del team fanno parte Giulia Guadalupi, Samuele Antonio Gaviano, Davide Emilio Lobina, Domenica Farci e Dario Piano. Seconda piazza per Regenfix e il primo servizio di rigenerazione di colonne cromatografiche. Ovvero, costosi dispositivi da laboratorio utilizzati nella ricerca scientifica e nella produzione di farmaci, vaccini, insulina e tanti altri prodotti di uso comune. La start up annovera Emma Cocco, Andrea Murru, Alessia Mereu, Michele Francesco Meloni, Dario Piano e Domenica Farci. Infine, terzo posto per Relaxis che ha proposto con successo il kefir di latte di capra per curare il colon. Nel team Piergiacomo Tedde, Elisabetta Secchi e Annamaria Laddomada. “Ragazze e ragazzi attenti, intraprendenti e con uno sguardo innovativo che va oltre l’immediato. Pool di studenti provenienti da diverse ambiti disciplinari che noi con l’Unica Liaison office curato dallo staff di Orsola Macis, curiamo e supportiamo con grande attenzione”. Ai lavori hanno preso parte, tra gli altri, Pierluigi Monceri (direttore regionale Lazio, Sardegna e Sicilia Intesa Sanpaolo) e Gregorio De Felice (responsabile Direzione studi e ricerche Intesa Sanpaolo).

 

Relaxis. Piergiacomo Tedde, Annamaria Laddomada, Rowena Corona e Elisabetta Secchi
Relaxis. Piergiacomo Tedde, Annamaria Laddomada, Rowena Corona e Elisabetta Secchi

Ultime notizie

20 ottobre 2020

Nature Italy, nuova voce della comunità scientifica italiana

La rivista digitale del gruppo Springer è diretta da Nicola Nosengo. È disponibile in italiano e inglese su www.nature.com/natitaly. “Un prezioso riferimento anche per i ricercatori della nostra Università. Una notizia proficua anche per la divulgazione al grande pubblico” dice il prorettore dell’ateneo di Cagliari, Micaela Morelli

20 ottobre 2020

Al voto per eleggere il rappresentante dei docenti nel CdA dell’ERSU

Giovedì 22 ottobre alle urne (elettroniche) per l’elezione del rappresentante nel Consiglio di Amministrazione dell’Ente Regionale per il diritto allo studio di Cagliari. Per la prima volta la procedura di voto sarà completamente telematica: si potrà esprimere la propria preferenza dalle 9 alle 18

19 ottobre 2020

Ester Cois intervistata dal TGR RAI Sardegna sul cyberbullismo

Intervistata da Antonia Moro, la docente di Sociologia del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali ha sottolineato i pericoli del flaming nei canali telematici. "Nonostante la possibilità di cancellazione - ha puntualizzato Cois - il contenuto può restare nel web e influenzare la biografia successiva della vittima"

18 ottobre 2020

La Città Cosmopolita al centro di un ciclo di seminari

Partirà il 23 ottobre il seminario permanente "La Città Cosmopolita. Teorie, fonti e metodi di ricerca” organizzato dal Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali con il Dottorato di Ricerca in Storia, Beni Culturali e Studi Internazionali. La riflessione scientifica sul tema nasce all'interno del progetto Narra_Mi - Re-thinking Minorities. National and Local Narratives from Divides to Reconstructions. Gli incontri si svolgeranno nella forma del webinar

Questionario e social

Condividi su: