UniCa UniCa News Notizie BESTMEDGRAPE, nuove opportunità dalla vite

BESTMEDGRAPE, nuove opportunità dalla vite

Mercoledì 27 novembre all’Orto Botanico conferenza stampa di presentazione del progetto finanziato nell’ambito del programma ENI CBC MED con un budget di 3,3 milioni di euro (cofinanziamento europeo di 2,6 milioni di euro) che punta a promuovere il trasferimento tecnologico dei risultati della ricerca sulla vite e sui possibili utilizzi dei sottoprodotti di vinificazione. Con il coordinamento dell’Università di Cagliari, coinvolti partner dalla Francia, dal Libano, dalla Tunisia e dalla Giordania. RASSEGNA STAMPA
27 novembre 2019
L'immagine di benvenuto nel sito di BESTMEDGRAPE

Il progetto - la cui responsabile scientifica è Maria Manconi (Dipartimento di Scienze della Vita e dell'Ambiente) si inserisce nel programma ENICBCMED, che finanzia progetti di cooperazione internazionale per rendere l’area mediterranea più competitiva

Sergio Nuvoli

Cagliari, 24 novembre 2019 – Si terrà mercoledì 27 novembre a partire dalle 10 all’Orto Botanico dell’Università di Cagliari la conferenza stampa di presentazione del progetto ENI CBCMED “BESTMEDGRAPE”, al termine del kickoff meeting che vede riuniti in città da lunedì 25 i partner coinvolti dall’Italia, dalla Francia, dal Libano, dalla Tunisia e dalla Giordania.

Con un budget totale di 3,3 milioni di euro (cofinanziamento europeo di 2,6 milioni di euro, 80% del totale), BESTMEDGRAPE – la sigla sta per “New Business opportunities & Environmental suSTainability using MED GRAPE nanotechnological products” - si inserisce nel programma ENI CBC MED, che finanzia progetti di cooperazione internazionale volti a rendere l’area mediterranea più competitiva, innovativa ed inclusiva.

Al centro del progetto – coordinato dall’Università di Cagliari - la vite, pianta tradizionalmente coltivata in tutta l’area del Mediterraneo, con un elevato potenziale commerciale non completamente sfruttato. Grazie all’esperienza dei partner, BESTMEDGRAPE punta a promuovere il trasferimento tecnologico dei risultati della ricerca sulla vite e sui possibili utilizzi dei sottoprodotti di vinificazione, e sostenere la nascita di nuove startup o il potenziamento di imprese già esistenti. I sottoprodotti di lavorazione del vino sono spesso considerati scarti di difficile smaltimento mentre, se adeguatamente sfruttati, hanno grandi potenzialità commerciali.

Ancora un successo per la ricerca scientifica di UniCa: riconosciuta dal programma ENI CBC MED la sinergia realizzata con partner di alto livello internazionale
Ancora un successo per la ricerca scientifica di UniCa: riconosciuta dal programma ENI CBC MED la sinergia realizzata con partner di alto livello internazionale
GUARDA IL TRAILER DEL PROGRAMMA ENI CBC MED

Mercoledì 27 novembre a partire dalle 10 negli spazi dell'Orto Botanico la conferenza stampa di presentazione del progetto, con la partecipazione di Alessandra Carucci, Prorettore all'Internazionalizzazione

Alla conferenza stampa parteciperanno il Prorettore all’Internazionalizzazione dell’Università di Cagliari Alessandra Carucci, il coordinatore del progetto Gianluigi Bacchetta, il responsabile scientifico Maria Manconi, un rappresentante dell’Autorità di Gestione del programma ENI CBC MED ed i rappresentanti di tutti i partner coinvolti: Istituto di Scienze delle Produzioni alimentari (ISPA-CNR), The National Institute of Health and Medical Research (INSERM), Francia; University of Carthage (UCAR), Tunisia; Saint Joseph University of Beirut (USJ), Libano; The National Trade Union Chamber of wine, beer and spirits' producers (UTICA), Tunisia; Berytech Foundation (BERYTECH), Libano; Jordan Society for Scientific Research, Entrepreneurship, and Creativity (JSSREC), Giordania.

“The 2014-2020 ENI CBC Mediterranean Sea Basin Programme is a multilateral Cross-Border Cooperation (CBC) initiative funded by the European Neighbourhood Instrument (ENI). The Programme objective is to foster fair, equitable and sustainable economic, social and territorial development, which may advance cross-border integration and valorise participating countries’ territories and values. The following 13 countries participate in the Programme: Cyprus, Egypt, France, Greece, Israel, Italy, Jordan, Lebanon, Malta, Palestine, Portugal, Spain, Tunisia. The Managing Authority (JMA) is the Autonomous Region of Sardinia (Italy). Official Programme languages are Arabic, English and French. For more information, please visit http://www.enicbcmed.eu/

Maria Manconi (DiSVA) coordina l'importante progetto finanziato nell'ambito del programma ENI CBC MED
Maria Manconi (DiSVA) coordina l'importante progetto finanziato nell'ambito del programma ENI CBC MED

Link

Ultime notizie

05 ottobre 2022

Igag days, si parla di Capitale Naturale

Dal 6 ottobre due giornate in cui il personale dell’Istituto di geologia ambientale e geoingegneria del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Igag) proveniente dalle sedi di Roma, Milano e Cagliari si riunisce in Sardegna per discutere dei temi di ricerca nel campo delle scienze delle Terra solida. Apertura dei lavori nell'Aula magna di via Marengo con la partecipazione del direttore del DICAAR Giorgio Massacci

05 ottobre 2022

Innovation Campus, Samsung e Università di Cagliari annunciano la prossima edizione

Mentre è in conclusione il corso 2022 - a fine ottobre le premiazioni dei migliori finalisti - l'ateneo e la company coreana confermano l'iniziativa anche per il 2023. Intelligenza artificiale e Internet of things al centro dei training a cui potrà partecipare gratuitamente una selezione di studenti e studentesse provenienti dalle facoltà STEM di UniCa. Il prorettore vicario con delega all'ICT, Gianni Fenu: "Un’ulteriore esperienza di crescita per i partecipanti, in termini di arricchimento professionale e funzionale al miglior inserimento nei contesti lavorativi pubblici e privati”

05 ottobre 2022

Archeologia, le scoperte di Nora

Una statuetta in maiolica di un babbuino del VII secolo avanti Cristo, proveniente probabilmente dall’Egitto. Tombe integre contenenti piccole statue e monili: sono queste i ritrovamenti emersi dagli scavi nella necropoli. Il lavoro dei ricercatori dell'ateneo, e delle Università di Padova, Genova e Milano, si è aperto nel 2013. Ieri, l'area archeologica è stata visitata dal rettore Francesco Mola e dal direttore del dipartimento di Lettere, lingue e beni culturali, Ignazio Putzu. Alla visita hanno preso parte i docenti Marco Giuman, Rossana Martorelli, Romina Carboni ed Emiliano Cruccas

05 ottobre 2022

Scritti in onore di Pietro Ciarlo, un convegno

Il Dipartimento di Giurisprudenza e il Dottorato di ricerca in Scienze giuridiche hanno organizzato per venerdì 7 un convegno per celebrare il professor Pietro Ciarlo, costituzionalista emerito, docente presso il nostro Ateneo fino al 2021. L'appuntamento è per le ore 10 all'aula magna "Maria Lai" di Giurisprudenza. Numerosi gli interventi previsti, la conclusione dei lavori è affidata al presidente dell’Associazione italiana dei costituzionalisti, Sandro Staiano

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie