Nelle sue prime fasi, la malattia causa delle ulcere indolori, che distruggono la pelle e le cartilagini di viso e genitali, ma non lascia segni evidenti sulle ossa risultando difficilmente diagnosticabile in paleopatologia.

Treponema pallidum - (Public domain)

Nelle sue fasi più avanzate , la sifilide attacca le ossa in vari modi, come in questi reperti di età moderna. Nel cranio, proveniente da Orgosolo, sono visibili le tipiche lesioni dette “a carie secca”.  La tibia, dal cimitero di San Sepolcro, mostra una forma “a sciabola” che è caratteristica della periostite sifilitica.

Public Health Image Library (PHIL), public domain; Wellcome Collection, public domain

Questionario e social

Condividi su: