Richieste di contributo per progetti intesi a favorire la diffusione della cultura scientifica, intesa come cultura delle scienze matematiche, fisiche, naturali, e delle tecnologie derivate, e di contribuire alla tutela e valorizzazione del patrimonio tecnico-scientifico di interesse storico conservato in Italia.

Aree d’intervento
1) progetti presentati da orti botanici, musei naturalistici o storico-scientifici, civici e universitari, pubblici o privati, anche nell’intento di promuovere un migliore coordinamento degli stessi, mirando alla costituzione di reti integrate, nonché di favorire l’attuazione di specifici;
2) progetti di formazione e aggiornamento professionale per la gestione di musei e delle città della scienza, anche mediante la collaborazione con le università, gli enti di ricerca e altre istituzioni italiane e straniere;
3) progetti volti alla promozione della cultura scientifica presentati da istituti scolastici di ogni ordine e grado diretti anche a favorire la comunicazione tra il mondo della scuola e quello della scienza, della tecnologia e della ricerca;
4) progetti, comunque, coerenti con le finalità della legge.

Titolo 3 - Contributi annuali per attività coerenti con le finalità della legge 6/20000
Le università possono presentare massimo tre progetti.
Costo progetti
minimo preventivato 10.000,00 - massimo preventivato 300.000,00 euro.
Durata
Non superiore a 18 mesi.
Modalità di erogazione dei contributi
I contributi saranno attribuiti nella misura dell’80 per cento dei costi ritenuti congrui e ammissibili.

Titolo 4 - Promozione e stipula di accordi e intese
Tra università e altre amministrazioni dello Stato, e altri enti pubblici e privati. Le università possono presentare massimo tre progetti.
Costo progetti
minimo preventivato 300.000,00 - massimo preventivato 1.000.000,00 euro.
Durata
Non superiore a 24 mesi.
Modalità di erogazione dei contributi
I contributi saranno attribuiti nella misura dell’80 per cento dei costi ritenuti ammissibili.

Modalità di presentazione
In considerazione del limite imposto dal bando, che prevede la presentazione di sole tre richieste per ateneo, e dell’accresciuto valore finanziario dei progetti, computabili fino a un massimo di 300.000,00 euro per i Contributi annuali (Titolo 2) e di 1.000.000,00 per gli Accordi di programma (Titolo 4), si richiede l’invio delle manifestazioni d'interesse da parte dei soggetti interessati, al fine di avere un primo quadro delle iniziative attivabili e allo stesso tempo di favorire lo sviluppo di sinergie e forme di collaborazione progettuale.
Tali proposte, da compilare (senza effettuare la chiusura finale), utilizzando il servizio telematico Sirio dovranno essere inviate in formato file alla direzione Ricerca al seguente indirizzo: dir.ricter@amm.unica.it, entro il 7 settembre 2012.
La preselezione dei progetti verrà effettuata da una Commissione d’ateneo, presieduta dal prorettore per la Ricerca e il territorio che, oltre alle caratteristiche sopracitate, terrà conto dei seguenti criteri di valutazione indicati dal ministero:
Contributi annuali (Titolo 3 del bando)
1) qualità dei proponenti, in termini di competenze, esperienze, capacità gestionali e relazioni esterne, partecipazioni a progetti e/o programmi nazionali, comunitari, internazionale, capacità di autofinanziamento del progetto (massimo 20 punti);
2) qualità del progetto, in termini di competenze coinvolte, di risposta stabile e pervasiva alle esigenze di diffusione della cultura scientifica su più ambiti territoriali, di capacità di attivare sinergie con altri soggetti e collegamenti funzionali a progetti-programmi-iniziative di carattere comunitario e internazionale, di fattibilità sia tecnica sia finanziaria (massimo 20 punti);
3) ricadute dei risultati attesi con particolare riferimento alla potenzialità degli stessi di contribuire alla diffusione della cultura scientifica su scala nazionale (massimo 20 punti).
Accordi di programma (Titolo 4 del bando)
1) qualità dei soggetti proponenti, in termini di competenze, esperienze, capacità gestionali e relazioni esterne, partecipazioni a progetti e/o programmi nazionali, comunitari, internazionali (massimo 20 punti);
2) qualità sovra-regionale, nazionale o internazionale della proposta, in termini di competenze coinvolte e di risposta stabile e pervasiva alle esigenze di diffusione della cultura scientifica su più ambiti territoriali, di collegamento funzionale a progetti-programmi-iniziative di carattere comunitario e internazionale, di fattibilità tecnica e finanziaria, con particolare riguardo alla congruità e pertinenza dei costi esposti (massimo 20 punti);
3) ricadute dei risultati attesi con particolare riferimento alla potenzialità degli stessi di contribuire alla diffusione della cultura scientifica su scala nazionale (massimo 20 punti).

Scadenza
7 settembre 2012.

Contatti

Indirizzo: via san Giorgio 12 (ingresso 3 - piano 2) - 09124 Cagliari
responsabile settore Promozione attività di ricerca
Lidia Melis

Questionario e social

Condividi su: