Progetti di ricerca di interesse nazionale (Prin) - Bando 2009

Bando (decreto ministeriale 19 marzo 2010 n. 51).
Proroga delle scadenze per la presentazione delle domande e rettifica articolo 2 comma 5 del bando (decreto ministeriale 1° aprile 2010 n. 76).

Scadenza: 31 maggio 2010 per i coordinatori scientifici (modello A) e 24 maggio 2010 per i responsabili di unità (modello B).

 

Responsabile settore - dr. Nicola Ruju
collaboratori - dr.ssa Simona Labieni


**********

Rendicontazione

L’inizio ufficiale del progetto decorre dal 17 ottobre 2011.
Il codice Cup da utilizzare sulle spese inerenti al programma in argomento è: F21J11000110001.

La rendicontazione contabile (a cura dei responsabili scientifici) sarà attiva sul sito personale a partire dal 17 ottobre 2013 (scadenza amministrativa del progetto) e sarà compilabile fino al 17 dicembre 2013 ore 15.
La relazione scientifica finale (a cura del coordinatore nazionale) sarà attiva sul sito personale a partire dal 17 ottobre 2013 e sarà compilabile fino al 17 gennaio 2014 ore 15.

Fac-simile rendicontazione contabile.
Fac-simile relazione scientifica finale.

Vademecum per la rendicontazione

Regole e procedure d’inserimento ed estromissione personale

Esiti delle valutazioni

Elenchi
- coordinatori nazionali dell’ateneo finanziati;
- responsabili delle unità locali dell’ateneo finanziate.

Scadenze
entro il 9 settembre 2011 - ripartizione del finanziamento tra le unità locali di ricerca da parte del coordinatore del progetto;
entro il 16 settembre 2011 - rimodulazione voci di spesa da parte del responsabile dell’unità locale.

Si precisa che ogni responsabile di unità locale dovrà indicare nel modello di rimodulazione il nominativo di un responsabile amministrativo che l’amministrazione ha individuato nella figura del segretario amministrativo di dipartimento.

L'inizio ufficiale dei progetti è fissato al 17 ottobre 2011.

Costo annuo lordo personale 2010

Tabelle costo docenti-ricercatori
(fonte direzione del Personale - Settore Stipendi personale docente)

Si tenga presente che la classe (prima colonna a sinistra) e gli scatti di riferimento (terza colonna a sinistra) sono individuabili dallo statino personale e che, il valore da tenere in considerazione, è quello indicato nell’ultima colonna a destra (costo complessivo al lordo).

Costo annuo lordo altre categorie
Assegnista di ricerca - primi due anni: € 19.012,00 - anni successivi: € 22.816,00
Dottorando - € 15.977,47 (se l’Inps è carico del dottorando € 13.638,47)
Specializzando - € 25.000,00 sino al secondo anno - € 26.000,00 dal terzo anno

Per i cococo, in base alla delibera del Consiglio di amministrazione del 1° dicembre 2009, l’importo non può superare i 25.000 euro annui.
Per il costo dei tecnici da impiegare in attività di ricerca, occorre rivolgersi alla direzione del Personale - Settore Stipendi personale tecnico amministrativo, precisando la categoria d’interesse (es. C1, D2, ecc.).

Quesiti posti al Miur

D: Il personale che non è dipendente dell’ateneo, di altra università o di ente di ricerca vigilato dal ministero, ma è stipendiato da altri enti (es. una pontificia università, una scuola pubblica secondaria, un'Irrcs, un borsista della regione, un ente privato) può essere inserito come personale a costo zero per l’Università? E se sì, in che punto? Nel punto 14.2 (“personale dipendente da altri atenei-enti”) o nel punto 14.4 (“personale non dipendente da destinare a questo specifico progetto”)?
R: Va inserito al punto 14.2 se trattasi di dipendente (fonte: Miur).

D: Un assegnista inserito nel progetto Prin 2009 che durante la vigenza dello stesso finisce il contratto di assegnista, può partecipare a un bando per l’attivazione di un altro assegno (la cui attivazione era già prevista nell’ambito dello stesso progetto)?
R: Un assegnista inserito nel progetto Prin 2009 che, durante la vigenza dello stesso finisce il contratto di assegnista, può partecipare a un bando per l’attivazione di un altro assegno (sarà predisposta apposita maschera per inserimenti estromissioni) (fonte Miur).

D: È confermata la non possibilità d'inserimento nel progetto (in nessun punto, nemmeno a costo zero), di coloro che non sono dipendenti nè dell’ateneo nè di altri enti (es. titolari di borse finanziate non dall’ateneo, laureati ecc.) e che non possono nemmeno fornire consulenze perché non hanno la partita Iva?
R: Nella voce 14.3 della modulistica può essere inserito "Personale non dipendente che abbia rapporto contrattuale, esclusivamente e direttamente, con l’università-ente cui afferisce l’unità di ricerca. Potranno essere beneficiari di contratti a titolo gratuito o retribuito sul prin se finanziato" (fonte Miur).

D: Nella voce "altri costi di esercizio", che comprende tra i costi ammissibili anche quelli per corsi, congressi, mostre e fiere il cui svolgimento avvenga nel periodo di vigenza del contratto, sono compresi i costi, oltre che per la partecipazione a tali eventi, anche per la relativa organizzazione?
R: Solitamente come organizzazione del convegno s'intende quello finale per presentare i risultati finali e che, se successivo alla scadenza, andrà nelle spese generali (fonte Miur).

D: Il costo del materiale bibliografico in che voce andrebbe ricompreso (specie se trattasi di importi consistenti)?
R: I libri vanno imputati alle “Spese generali” (fonte Miur).

D: Nel Prin 2009 il costo del mangime per gli animali da laboratorio (e delle gabbie ecc.) deve essere inserito nella voce B (spese generali) o nella voce E (altri costi di esercizio)? Si pone il quesito perché nel regolamento del Firb, questa è una voce specificamente indicata nelle spese generali, ma tale indicazione non è poi ripresa nelle istruzioni per la redazione dei progetti Prin 2009, e può trattarsi di importi consistenti.
R: Può essere compreso in altri costi di esercizio, specialmente se di natura consistente per cui non basterebbero le spese generali (fonte Miur).

Questionario e social

Condividi su: