Rischio Radon

Il Radon è un gas naturale radioattivo che proviene dal decadimento dell’uranio presente nelle rocce e nei materiali da costruzione. Dal punto di vista epidemiologico è considerato la seconda causa di tumore al polmone nella popolazione, dopo il fumo di tabacco.

  • Più pesante dell’aria tende a ristagnare nei luoghi confinati (indoor), seminterrati o nei box sotterranei e può raggiungere concentrazioni pericolose per la salute.
  • Il livello di radon raggiunto negli edifici dipende da numerosi fattori, tra i quali la tipologia di edificio (e luogo di lavoro) e dal grado di ventilazione naturale o artificiale.

Il D.Lgs. 101/20, tra le varie disposizioni, obbliga i datori di lavoro a valutare tale rischio, a classificare i luoghi di lavoro, ad informare i lavoratori ed a prendere tutti i provvedimenti del caso relativi a sorveglianza sanitaria e protezione.

Il nostro Servizio effettua misurazioni mediante l'utilizzo di dosimetri attivi e passivi.

La valutazione del rischio Radon verrà effettuata esclusivamente mediante dosimetri passivi posizionati nell'ambiente per un anno solare come previsto dalla normativa vigente.

 

Per informazioni: labrad@dsf.unica.it

Questionario e social

Condividi su: