UniCa UniCa News Notizie Gramsci nel mondo arabo

Gramsci nel mondo arabo

Martedì 20 febbraio l’incontro conclusivo del progetto “A lezione da Gramsci” dedicato alla presentazione del volume “Gramsci nel mondo arabo” curato da Patrizia Manduchi, Alessandra Marchi e Giuseppe Vacca
18 febbraio 2018
Gramsci nel mondo arabo

di Valeria Aresu

Cagliari, 19 febbraio 2018 – Domani pomeriggio alle 17 - nell’Aula Maria Lai della Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche (Via Nicolodi 104) – le curatrici Patrizia Manduchi, docente di Mondo arabo contemporaneo e Lingua araba, e Alessandra Marchi, membro del GramsciLab, presenteranno il volume “Gramsci nel mondo arabo”.  L’evento si aprirà con i saluti di Stefano Usai, Presidente della Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche, Cecilia Novelli, Direttore del Dissi, e Sabrina Perra, Direttrice dell’Istituto Gramsci della Sardegna. Parteciperanno ai lavori anche Lea Durante, docente dell’Università di Bari, Mauro Pala e Marco Ammar, docenti dell’Università di Cagliari.

 

La locandina dell'evento
La locandina dell'evento

Il volume raccoglie una selezione di saggi di autori arabi dedicati alla figura e al pensiero di Antonio Gramsci. Aperto da una presentazione di Giuseppe Vacca e da due saggi introduttivi dedicati rispettivamente alla penultima e ultima generazione di studiosi gramsciani arabi, il volume è strutturato in due sezioni: la prima comprende contributi presentati nel più importante convegno su Gramsci nel mondo arabo, tenutosi al Cairo nel 1990; la seconda riporta saggi apparsi dal Duemila in avanti, periodo caratterizzato da una radicalizzazione di matrice religiosa e politica e dalla straordinaria stagione delle rivolte arabe.

Gli scritti di sociologi, filosofi, politologi, economisti, antropologi, critici letterari, provenienti da Algeria, Tunisia, Egitto, Palestina, Siria, Iraq sono quasi tutti tradotti dall’arabo. Essi documentano l’incontro con il pensiero di Gramsci e con le sue riflessioni su società civile, intellettuali, egemonia, blocco storico, rivoluzione passiva, rilette alla luce dei variegati e complessi contesti politici e sociali arabi. Ne emerge un dibattito poco noto in Italia e certamente utile per la conoscenza del pensiero politico arabo contemporaneo.

La copertina del volume "Gramsci nel mondo arabo"
La copertina del volume "Gramsci nel mondo arabo"

L’incontro rientra nell’ambito del progetto “A lezione da Gramsci”, promosso dal GramsciLab e finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna (RAS). L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra il nostro ateneo e l’Università di Jendouba (Tunisia) con l’obiettivo di promuovere la riflessione sulle categorie analitiche gramsciane e la loro applicazione nell’area mediterranea. L’iniziativa ha affrontato tematiche estremamente attuali come il malessere sociale, economico e politico espresso nelle recenti ribellioni e nel desiderio di migrare dei giovani tunisini, con l’obiettivo di sviluppare possibili strategie d’azione volte a potenziare il senso di appartenenza alla cittadinanza globale.

“A lezione da Gramsci” ha permesso agli studenti del nostro ateneo e dell’Università di Jendouba di essere coinvolti in un progetto di scambio: una delegazione composta, oltre che dai ragazzi, da Patrizia Manduchi, Gennario Gervasio e da Alessandra Marchi, ha partecipato a una settimana di formazione a Tunisi col professor Baccar Gherib, durante il mese di novembre. Quasi tre mesi dopo, gli studenti dell’Università di Jendouba sono stati  ospiti del nostro ateneo (dal 12 al 16 febbraio), coinvolti in un ciclo di appuntamenti e attività riguardanti il pensiero gramsciano.

I ragazzi di UniCa a Tunisi e gli studenti dell'Universuità di Jendouba in Rettorato a Cagliari
I ragazzi di UniCa a Tunisi e gli studenti dell'Universuità di Jendouba in Rettorato a Cagliari

Link

Ultime notizie

27 ottobre 2021

Nobel per la Fisica 2021, riconoscimento importante per tutta la scienza italiana

Mercoledì 27 ottobre, alle 14,30, evento divulgativo nell’Aula A del Dipartimento di Fisica e in streaming sulla piattaforma Zoom. Per l’Università di Cagliari intervengono il prorettore alla Ricerca, Luciano Colombo, e il direttore del Dipartimento di Fisica, Gianluca Usai, con Enzo Marinari (Università La Sapienza, Roma) e Piero Olla (Isac-Cnr, Cagliari)

25 ottobre 2021

L'Orto botanico festeggia i 400 anni di UniCa

Si concludono mercoledì 27 ottobre alle 10.30 gli appuntamenti organizzati dalla Facoltà di Biologia e Farmacia per l'anniversario dell'Università di Cagliari con una visita guidata al polmone verde del nostro Ateneo e al l Museo Herbarium. Ad accompagnare i partecipanti il direttore dell'Orto Gianluigi Bacchetta e la docente di Botanica Annalena Cogoni

25 ottobre 2021

«Un orto al mese» fa tappa all'Università di Cagliari

Il gruppo “Orto botanici e giardini storici” della Società Botanica Italiana racconta sui social le bellezze verdi dell'Italia attraverso una diretta con i protagonisti: dal Nord al Sud del nostro Paese in mostra i polmoni verdi che fanno respirare le nostre città. “Si tratta di una modalità certamente nuova e coinvolgente – spiega Gianluigi Bacchetta, direttore dell’Orto Botanico cagliaritano – per raccontare le collezioni e le attività che quotidianamente si svolgono nel polmone verde dell’Università di Cagliari". I LINK PER SEGUIRE LA DIRETTA GIOVEDI' 28 OTTOBRE A PARTIRE DALLE 17

25 ottobre 2021

Ricerca, territorio e innovazione: l’Università di Cagliari capofila per la formazione avanzata nei trasporti del Mediterraneo

I simulatori di CentraLabs nel progetto da tre milioni e mezzo di euro con il Cirem capofila. Dalle gru portainer a bus e camion, logistica, competitività e performance di addetti portuali e autotrasporto. “La leadership dei colleghi è riconosciuta a livello mondiale” dice Francesco Mola. “Un passo strategico di rilievo” aggiunge Alessandra Carucci. “Dopodomani si parte con il kickoff meeting” spiega Gianfranco Fancello. “La ricerca si chiude nel gennaio 2024” rimarca Patrizia Serra

Questionario e social

Condividi su: