UniCa UniCa News Notizie Le migrazioni: Una prospettiva interculturale ed interdisciplinare

Le migrazioni: Una prospettiva interculturale ed interdisciplinare

Si conclude il 21 febbraio (alle 15 nell’Aula Magna del Teatro dei ciechi) il X corso di educazione alla solidarietà internazionale organizzato dall'Associazione Sucania, in collaborazione con il Centro Studi di Relazioni Industriali dell'Università di Cagliari e la Fondazione Anna Ruggiu onlus e con il sostegno della Fondazione di Sardegna
16 febbraio 2018
Solidarietà internazionale

di Valeria Aresu

Cagliari, 16 febbraio 2018 – Mercoledì 21 febbraio, alle 15 nell'Aula Magna del Teatro dei Ciechi (via Nicolodi), si terrà l’ultimo incontro del X corso di educazione alla solidarietà internazionale organizzato dall’Associazione Sucania, in collaborazione con il Centro Studi di Relazioni Industriali dell’Università di Cagliari e la Fondazione Anna Ruggiu onlus e il sostegno della Fondazione di Sardegna.

Il corso, indirizzato a studenti universitari, insegnanti e operatori del volontariato si inserisce nell’ambito del progetto “Verso la parità di genere: donne nella storia, nelle istituzioni, nel diritto e nella società”  promosso dal Dipartimento di Giurisprudenza. L’iniziativa, articolata in un ciclo di sei appuntamenti coordinati da Gianni Loy e Piera Loi, docenti di Diritto del Lavoro, ha affrontato il tema delle migrazioni attraverso un approccio interdisciplinare e interculturale, analizzando il fenomeno da un punto di vista giuridico, economico e sociale.

X corso di educazione alla solidarietà internazionale
X corso di educazione alla solidarietà internazionale

L’ultimo incontro, previsto per mercoledì 21 febbraio, verrà introdotto dal prof. Gianfranco Bottazzi e sarà incentrato sulla lectio magistralis del prof. Sami Nair, uno dei maggiori esperti mondiali in tema di immigrazione - che è stato eurodeputato, consulente del governo Jospin in Francia ed attualmente Direttore del Centro Mediterraneo Andalusia dell’Università di Siviglia - noto anche per il suo impegno sociale e per l’elaborazione della teoria del co-sviluppo in materia di immigrazione.

Il corso si concluderà con una rappresentazione sul tema dell’immigrazione coordinata da Cristina Maccini, a cui parteciperà anche Lia Careddu.

Il prof. Sami Nair
Il prof. Sami Nair

Link

Ultime notizie

19 ottobre 2019

Microcosmi di sofferenza, uno sguardo trasversale

Al via lunedì 21 ottobre alle 15 con i saluti del Rettore Maria Del Zompo l’iniziativa “IN/OUT. Percorsi di prigionia e di libertà”: intorno ad una conferenza internazionale che proseguirà fino al 23 ottobre un variegato caleidoscopio di mostre, seminari e installazioni interdisciplinari e contaminanti che coinvolge docenti e studenti

18 ottobre 2019

Criptovalute e Blockchain: verso le applicazioni reali

Martedì 22 ottobre dalle 14.30 nell’Aula Magna di Ingegneria di via Marengo 2 a Cagliari l’evento organizzato da Università di Cagliari e Sardegna Ricerche nell’ambito del progetto “Sardcoin: tecnologie blockchain a supporto del turismo in Sardegna” coordinato da Michele Marchesi

18 ottobre 2019

La sfida del cosmopolitismo al pensiero scientifico

COSMOMED, il Prorettore alla Didattica Ignazio Putzu indica la rotta dell’evento che coinvolgerà la città di Cagliari nelle prossime due settimane. Francesco Mola (Prorettore vicario): “Coinvolto un numero davvero notevole di ricercatori di differenti settori scientifico-disciplinari: rilevante apporto dell’Ateneo a un tema fondamentale per la società”. RESOCONTO con IMMAGINI e VIDEO del convegno di apertura

18 ottobre 2019

La cannabis in gravidanza espone i figli agli effetti psicotici del THC

Fa letteralmente il giro del mondo la notizia dello studio - pubblicato su Nature Neuroscience - guidato da Miriam Melis (Dipartimento di Scienze biomediche), realizzato dall’Università di Cagliari in collaborazione con l’Accademia delle Scienze Ungheresi a Budapest e l’Università del Maryland a Baltimora. Articoli anche su THE ECONOMIST, oltre che sulle principali testate giornalistiche italiane e sarde. Mostrate dai ricercatori le conseguenze negative sullo sviluppo del sistema nervoso centrale del bambino dell’assunzione in gravidanza di una droga considerata “leggera”. RASSEGNA STAMPA

Questionario e social

Condividi su: