UniCa UniCa News Notizie Vaccini, tra informazioni corrette e fantamedicina

Vaccini, tra informazioni corrette e fantamedicina

Questo pomeriggio, nell'aula magna "Alberto Boscolo" della Cittadella universitaria di Monserrato dibattito su un tema attuale e delicato. Per l'ateneo interviene Francesca Ervas, dipartimento Pedagogia, psicologia e filosofia. Il seminario prevede testimonianze di specialisti, medici e comunicatori.
11 gennaio 2018
L'evidenza scientifica e le competenze specialistiche accreditate a tutela delle nuove generazioni

VACCINI, FORMAZIONE E SCIENZA. Il seminario prevede crediti formativi per medici, giornalisti e studenti dei corsi di laurea in Scienze della comunicazione e in Medicina

Monserrato, 11 gennaio 2018
Mario Frongia


Oggi, venerdì 12 gennaio, dalle 14.30, l’aula magna “Alberto Boscolo” - Cittadella universitaria Monserrato - ospita il seminario “Comunicare con cura: il controverso caso dei vaccini, storia, filosofia, etica e cronaca di un dibattito aperto”. L’evento è organizzato dall’Ordine dei giornalisti della Sardegna con l’Azienda ospedaliero universitaria di Cagliari, i corsi di laurea in Scienza della comunicazione e Filosofia e teorie della comunicazione dell’ateneo di Cagliari, l’Osservatorio socio-territoriale per la comunicazione pubblica e la Fondazione di Sardegna. 

 


 

Francesca Ervas. Insegna Filosofia del linguaggio nella facoltà di Studi umanistici dell'ateneo di Cagliari
Francesca Ervas. Insegna Filosofia del linguaggio nella facoltà di Studi umanistici dell'ateneo di Cagliari

Vax e no vax, un tema attuale e dibattuto

 “Vax o no vax, vaccinarsi oppure no, tra dubbi e interrogativi che si pongono tanti cittadini. In medicina, la comunicazione - come precisa una nota dell’Azienda ospedaliera universitaria di Cagliari - gioca un ruolo chiave proprio per dissipare dubbi e rispondere agli interrogativi”. In sostanza, un tema di forte attualità. Medici, giornalisti ed esperti di comunicazione discutono e confrontano posizioni e indicazioni emerse e consolidate scientificamente con le derive, coltivate soprattutto in rete, antiscientifiche. “L’immunizzazione della popolazione dalle malattie infettive è un obiettivo primario per la salute pubblica. Tuttavia, nonostante l’ampio successo dei vaccini, testimoniato dalla scomparsa di alcune malattie infettive, in Italia si assiste ad un pericoloso calo della copertura vaccinale. Il seminario - si legge nella nota - ha l’obiettivo di comprendere le ragioni di questo calo, indagando il modo in cui comunicano tanto i sostenitori quanto i detrattori delle vaccinazioni. Secondo studi recenti, infatti, alla base del fenomeno di resistenza ai vaccini ci sono sia la persuasione retorica di testi disponibili nella rete, la cui efficacia sembra andare molto oltre l’informatività scientifica, sia la mancanza di fiducia negli esperti (immunologi, comunicatori scientifici, operatori sanitari), nelle loro competenze e conoscenze sul tema di sicurezza dei vaccini”.

 

Ferdinando Coghe dirige il Laboratorio di analisi chimico-cliniche e microbiologia dell'Azienda ospedaliera universitaria del capoluogo
Ferdinando Coghe dirige il Laboratorio di analisi chimico-cliniche e microbiologia dell'Azienda ospedaliera universitaria del capoluogo

"Chi ha paura dei vaccini?" è il titolo del libro firmato da Andrea Grignolio

Francesca Ervas intervista Andrea Grignolio. Ai lavori intervengono Francesca Ervas (docente dipartimento Pedagogia, psicologia e filosofia, Università di Cagliari), Ferdinando Coghe (direttore Laboratorio analisi chimico cliniche e microbiologia, Aou Cagliari), Francesco Birocchi (presidente Ordine dei giornalisti, Sardegna), Andrea Grignolio (“La Sapienza”, Roma), Elisabetta Lalumera (Università Milano-Bicocca), Marcello Montibeller (Università Sassari). Dopodomani, sabato 13, alle 10.30 Andrea Grignolio, autore del volume “Chi ha paura dei vaccini?” ricecratore anche alla Scuola normale superiore (Parigi), UNiversity of Boston e Università Rabelais (Tours), viene intervistato dalla professoressa Ervas in Aula Motzo (facoltà Studi umanistici, via Is Mirrionis 1 Cagliari). 

Cittadella universitaria di Monserrato. Uno scorcio dell'aula magna intitolata ad Alberto Boscolo, già rettore (1970/74),  storico e medievista dell'ateneo di Cagliari, scomparso nel 1987.
Cittadella universitaria di Monserrato. Uno scorcio dell'aula magna intitolata ad Alberto Boscolo, già rettore (1970/74), storico e medievista dell'ateneo di Cagliari, scomparso nel 1987.

Ultime notizie

15 ottobre 2018

Il ricordo, la memoria

Con Angelino Cherchi è scomparso il caposcuola della cardiologia in Sardegna. Il ricordo di Giuseppe Mercuro e Luigi Meloni, docenti del nostro Ateneo

15 ottobre 2018

UniCa, lo sguardo è verso il futuro

Mattinata intensa con Carlo Ratti per l’inaugurazione del 398mo Anno accademico: un viaggio indimenticabile alla scoperta del cambiamento già in atto nelle nostre città. L’invito del docente del MIT agli studenti, sulle orme di JFK: “Non chiedetevi cosa l’università può fare per voi. Domandatevi piuttosto cosa voi potete fare per l’università”. Il Rettore: “L’esito dell’accreditamento è ufficiale: siamo l’Ateneo italiano che migliora di più”. La rappresentante degli studenti, Sara Agus: “L’esperienza universitaria è palestra di vita che educa all’impegno sociale”. Il rappresentante del personale, Ernesto Batteta: “L’Ateneo può vantarsi di noi”. Resoconto, IMMAGINI e VIDEO

11 ottobre 2018

Inaugurazione dell'Anno accademico

Sarà inaugurato venerdì 12 ottobre l'Anno accademico 2018/19: la solenne cerimonia si svolgerà come di consueto nell'Aula magna di Palazzo Belgrano, sede del Rettorato, a partire dalle 10.30. Il programma prevede la relazione del Magnifico Rettore, gli interventi del rappresentante del personale Ernesto Batteta, della rappresentante del Consiglio degli studenti Sara Agus, e l'intervento del professor Carlo Ratti. L'INTERA CERIMONIA SARA' TRASMESSA IN DIRETTA STREAMING

10 ottobre 2018

Un Ateneo che migliora costantemente

Aumenta il numero degli studenti regolari, cresce il Fondo di Finanziamento Ordinario (+1.98%) per effetto dei comportamenti virtuosi dell’Ateneo, che investe sul diritto allo studio: prossimo all’apertura il Baby parking a Sa Duchessa, impegnati più di due milioni e mezzo per migliorare aule e laboratori. Venerdì l’inaugurazione del 398mo Anno accademico dell’Università degli Studi di Cagliari con il prof. Carlo Ratti, l’architetto italiano che progetta le “senseable cities”, le città del futuro

Questionario e social

Condividi su: