UniCa UniCa News Notizie Come insegnare la musica: approcci e pratiche corali

Come insegnare la musica: approcci e pratiche corali

Studi Umanistici, MUSE Unica Musica Ensemble avvia un laboratorio didattico di canto corale per gli studenti guidato da Stefania Pineider: la vocalità d’insieme come strumento di apprendimento del linguaggio musicale. FOTO, VIDEO e RASSEGNA STAMPA
14 dicembre 2017
“Cantare a scuola: repertorio, propedeutiche, tecniche esecutive"

di Rossana Orrù

Cagliari, 14 dicembre 2017 - Si è tenuto in Facoltà di Studi Umanistici il laboratorio didattico di canto corale “Cantare a scuola: repertorio, propedeutiche, tecniche esecutive", organizzato del MUSE Unica Musica Ensemble, associazione costituita per diffondere la pratica musicale nell’Ateneo e coordinato da Stefania Pineider.

Specializzata nella didattica per le scuole, dirige numerosi laboratori per rendere praticabile l’idea di ‘musica per tutti’ e per promuovere la vocalità d’insieme come strumento di apprendimento del linguaggio musicale. “Per fare musica in generale e con la voce in particolare serve pochissimo. La parte più importante del corpo per cantare sono le orecchie: eppure nessuno si cura di far crescere la nostra capacità uditiva. Capire che per cantare non è importante la voce né tantomeno il microfono è un punto di partenza molto importante”, ha esordito la docente.

Choral Lab Day - Stefania Pineider
Choral Lab Day - Stefania Pineider
Choral Lab Day - Stefania Pineider durante il laboratorio a Studi umanistici

Nel corso del laboratorio la docente ha guidato gli studenti in un percorso teorico e pratico corale che potesse fornir loro alcuni consigli utili e spunti di riflessione sulle modalità più opportune per impartire una lezione musicale e suscitare l'interesse dei bambini, ottenendo la loro fiducia.

“Un primo elemento essenziale è il tempo, occorre avere pazienza e cercare di avvicinarsi al mondo dei bambini, anche con il gioco. Un buon insegnante deve possedere non solo qualità musicale, ma soprattutto qualità d’incontro: dovete essere bambini anche voi e divertirvi a giocare – ha proseguito Pineider – dalla vostra parte avete il vantaggio di essere voi a prendere l’iniziativa, di poter condurre il gioco e improvvisare: i bambini non sanno cosa succederà”.

Choral Lab Day - Stefania Pineider e gli studenti
Choral Lab Day - Stefania Pineider e gli studenti
Choral Lab Day - guarda un video con Stefania Pineider

Gioco e autorevolezza, body percussion e filastrocche sono alcuni degli espedienti usati quotidianamente nell'attività di insegnamento suggeriti da Stefania Pineider: “Una seconda qualità è quella di  saper osservare il gruppo e capire chi è disponibile al gioco e chi no. Sin dai primi momenti in questo laboratorio ho usato diversi stratagemmi, tra gli altri quello di creare un cerchio per coinvolgere i bambini. Quando si crea il cerchio i ruoli vengono invertiti: i bambini iniziano a studiare l'insegnante: è il momento in cui si consolida il rapporto, si diventa amici pur riconoscendo comunque l’autorevolezza della persona adulta - ha precisato la direttrice del coro Studium Canticum -  Il gioco dei gomiti, dei mignoli, dei piedi e la body percussion, strumento che se usato bene può raggiungere ottimi risultati, sono giochi di conoscenza, in cui il gruppo inizia a percepirsi in maniera diversa".

Choral Lab Day - Stefania Pineider e gli studenti in cerchio
Choral Lab Day - Stefania Pineider e gli studenti in cerchio
Choral Lab Day - Stefania Pineider a Studi umanistici

L’attenzione è stata poi focalizzata sulla potenzialità della musica nell’attivazione dei processi di apprendimento. “Il messaggio che vorrei lasciarvi è che occorre offrire strumenti base affinché si apprezzi la musica.  Attraverso essa e i movimenti del corpo si attivano processi di apprendimento spontanei che vengono interiorizzati. Musica e linguaggio musicale devono andare di pari passo, in qualsiasi momento: anche in quelli di gioco che vi ho presentato è essenziale focalizzare l’attenzione sul  linguaggio musicale”.

Nell’ottica del processo istruttivo un insegnante deve fornire un approccio di tipo nutritivo: occorre variare e saper scegliere il metodo giusto misurandosi alla classe, valutare il testo adatto alle diverse esperienze e comprendere come possa essere gestito musicalmente. Una buona possibilità sono i testi teatrali e le filastrocche, utili anche per allenare l’intonazione.

 

___________________________________________

Choral Lab Day - Stefania Pineider e gli studenti
Choral Lab Day - Stefania Pineider e gli studenti
Choral Lab Day - Stefania Pineider a Studi umanistici

di Sergio Nuvoli

Cagliari, 5 dicembre 2017 - Giovedì 14 dicembre, la Facoltà di Studi Umanistici ospiterà due laboratori di canto corale, entrambi coordinati da Stefania Pineider.

Il laboratorio serale “... per tutti, coralmente” è un evento del MUSE Unica Musica Ensemble, associazione costituita per diffondere la pratica musicale nell’Ateneo. Aperto senza prenotazione a tutti gli studenti e a tutto il personale, si terrà nell’Aula 3 della Facoltà di Studi Umanistici, dalle 18 alle 20.

Il laboratorio didattico mattutino “Cantare a scuola: repertorio, propedeutiche, tecniche esecutive”, programmato nell’Aula 5 dalle 9 alle 11, è riservato agli studenti del II anno di Scienze della formazione primaria. Sono disponibili altri 15 posti per uditori. Avranno precedenza studenti e tutor di tirocinio del Corso di studi (scrivere a paolodalmolin@unica.it entro l’11 dicembre).

Dopo la formazione umanistica (Università di Cagliari, Scuola Normale Superiore di Pisa) e il diploma superiore di pianoforte, Stefania Pineider si dedica a un un lungo e ininterrotto perfezionamento nella direzione di coro. A Cagliari, fonda e dirige Studium Canticum, allargando progressivamente la base dei fruitori, dai 3 ai 70 anni, oggi riuniti in 5 cori. All’attività di direzione (400 concerti, concorsi, festival e tournées nazionali e internazionali) affianca quella di produttore artistico, ideando format di rilevante impatto nel territorio quali Spettacolo Aperto, Omaggi e sConcerti®. Specializzata nella didattica per le scuole, tiene numerosi laboratori per rendere praticabile l’idea di ‘musica per tutti’ e per promuovere la vocalità d’insieme come strumento di apprendimento del linguaggio musicale.

La giornata sarà coordinata dal Prof. Paolo Dal Molin.

Una nuova iniziativa UniCa del MUSE
Una nuova iniziativa UniCa del MUSE

RASSEGNA STAMPA

L’UNIONE SARDA di giovedì 14 dicembre 2017
Agenda Cagliari (Pagina 26 - Edizione CA)
MUSICA NELL'ATENEO

Oggi la facoltà di Studi Umanistici ospiterà due laboratori di canto corale. Il primo è “Cantare a scuola: repertorio, propedeutiche, tecniche esecutive”, in aula 5 dalle 9 alle 11, il secondo “... per tutti, coralmente” si terrà nell'aula 3 dalle 18 alle 20.

 

L’UNIONE SARDA di giovedì 14 dicembre 2017
L’UNIONE SARDA di giovedì 14 dicembre 2017
Tematiche: Terza missione

Allegati

Ultime notizie

15 dicembre 2017

UniCa ospita Paolo Fabbri, uno dei padri e maestri della semiotica

Il semiologo italiano interviene al Campus Aresu ad una serie di appuntamenti del corso di laurea in Lingue e comunicazione sulla malalingua politica, il senso delle isole e il tatuaggio, semiotica e antropologia. RASSEGNA STAMPA con l'intervista con Manuela Arca su L'UNIONE SARDA

15 dicembre 2017

Le migrazioni: una prospettiva interculturale ed interdisciplinare

Ha inizio il 18 gennaio (alle 15 in Aula B della Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche) il X corso di educazione alla solidarietà internazionale organizzato dall'Associazione Sucania, in collaborazione con il Centro Studi di Relazioni Industriali dell'Università di Cagliari e la Fondazione Anna Ruggiu onlus e con il sostegno della Fondazione di Sardegna

15 dicembre 2017

Bioedilizia, il futuro è adesso

Un Master di grande valore culturale e professionale organizzato con l’ASPAL e il Consorzio AUSI di Iglesias: bioarchitettura e rispetto dell’ambiente parole chiave per adeguarsi alle sfide di un mercato del lavoro che non aspetta. “La rete con le istituzioni e le imprese consente di costruire filiere di sicuro successo”, commenta il direttore Antonello Sanna. Qui le INTERVISTE, la FOTOGALLERY e i VIDEO dell'avvio del Master

Questionario e social

Condividi su: