UniCa UniCa News Notizie Banca del Germoplasma della Sardegna, nuovo riconoscimento internazionale

Banca del Germoplasma della Sardegna, nuovo riconoscimento internazionale

In Kuwait, all’International Symposium and Workshop on native seeds in Restoration of Dryland Ecosysistems, il direttore Gianluigi Bacchetta ha ricevuto una targa per il lavoro sviluppato dal fiore all’occhiello dell’Orto botanico di UniCa. RASSEGNA STAMPA
23 novembre 2017
Il prof. Narayana Bhat consegna al prof. Bacchetta una targa per il lavoro della Banca del Germoplasma della Sardegna

La ricerca dell'Ateneo di Cagliari ai livelli più alti nel mondo: il lavoro della Banca del Germoplasma della Sardegna, parte integrante del Centro Servizi HBK, apprezzato ancora una volta a livello mondiale. In arrivo nuovi accordi e opportunità

di Sergio Nuvoli

Cagliari, 23 novembre 2017 – Si chiude oggi in Kuwait l’International Symposium and Workshop on native seeds in Restoration of Dryland Ecosysistems, organizzato dal Kuwait Institute for scientific Research e dall’International Network for Seed-based Restoration, che si è svolto sotto l’alto patronato del Ministero kuwaitiano dell’educazione e di quello dell’Alta formazione. Ai lavori partecipa il direttore dell’Orto botanico (HBK) dell’Università degli Studi di Cagliari, Gianluigi Bacchetta, che – unico italiano - ha coordinato i lavori della sessione “Native plant conservation and selection” e ha presentato come keynote speaker una apprezzata relazione dal titolo “Seed testing and conservation of autochtonous plant species for use in restoration of damaged habitats: a Mediterranean perspective”.

Un nuovo importante riconoscimento per HBK - Hortus Botanicus Karalitanus
Un nuovo importante riconoscimento per HBK - Hortus Botanicus Karalitanus

A margine del convegno di livello mondiale, l’executive director dell’Environment and Life Sciences Research Center del Kuwait, prof. Narayana Bhat, ha consegnato al prof. Bacchetta una targa per il lavoro sviluppato nei 20 anni di vita della Banca del Germoplasma della Sardegna, parte integrante del Centro Servizi HBK, e che ancora una volta si conferma essere la struttura di riferimento per questo genere di studi: “Per questo – spiega con soddisfazione il direttore di HBK Hortus Botanicus Karalitanus – ci è stata assegnata anche la presidenza della rete ‘Genmeda’ che riunisce 18 banche del Germoplasma di 10 diversi Stati del pianeta”.

Bg-Sar, Gianluigi Bacchetta con il prof. Bhat
Bg-Sar, Gianluigi Bacchetta con il prof. Bhat

Ulteriori accordi di collaborazione sono in via di definizione con l’Environment and Life Sciences Research Center che condurranno certamente allo sviluppo di comuni progetti di recupero secondo le tecniche di seed ecology restoration proposte durante l’importante simposio (il direttore di HBK ha incontrato in Kuwait il Direttore generale, prof. Abdul Nabi Al-Ghadban).

Gianluigi Bacchetta con Abdul Nabi Al-Ghadban
Gianluigi Bacchetta con Abdul Nabi Al-Ghadban

La Banca del Germoplasma della Sardegna è parte attiva di vari network e consorzi, ed in particolare dell’International Network for Seed-Based Restoration, con cui sta lavorando attivamente. A questo proposito è stato molto significativo l’incontro, avvenuto durante i lavori del simposio, del prof. Bacchetta con il prof. Kingsley Dixon, attualmente il numero 1 al mondo per gli studi sulla seed ecology.

Gianluigi Bacchetta con Kingsley Dixon
Gianluigi Bacchetta con Kingsley Dixon

RASSEGNA STAMPA

UNIONESARDA.IT
L'Università di Cagliari brilla in Kuwait per gli studi sulla botanica
Venerdì 24 novembre 2017 - 13:07

Un importante riconoscimento internazionale per la Banca del Germoplasma della Sardegna, parte integrante del Centro Servizi dell'Orto botanico dell'Università di Cagliari, che ancora una volta si conferma essere la struttura di riferimento per questo genere di studi.
La Banca del Germoplasma è un particolare tipo di banca genetica, che ha come scopo la preservazione della varietà biologica tramite lo stoccaggio di un'adeguata quantità di specie pronte alla semina nell'eventualità di una catastrofe biologica che comporti la distruzione delle scorte di semi alimentari attualmente obbligatorie in alcuni stati.
In particolare, a margine del simposio internazionale e workshop svoltosi in Kuwait sul tema del "recupero dell'ecosistema delle terre aride", il professor Gianluigi Bacchetta, direttore dell'Orto botanico cagliaritano, ha ricevuto una targa per il ventennale lavoro svolto dalla Banca del Germoplasma.
Gianluigi Bacchetta, unico italiano al simposio, ha coordinato i lavori della sessione dedicata alla conservazione e selezione delle piante autoctone, e ha presentato un'apprezzata relazione sul tema con focus sull'area del Mediterraneo.
"Per questo - spiega con soddisfazione Bacchetta - ci è stata assegnata anche la presidenza della rete 'Genmeda' che riunisce 18 banche del Germoplasma di 10 diversi Stati del pianeta".
Ulteriori accordi di collaborazione sono in via di definizione con il prestigioso "Environment and Life Sciences Research Center" del Kuwait, con l'obiettivo di sviluppare progetti comuni di recupero secondo le tecniche proposte durante l'importante convegno.
La Banca del Germoplasma della Sardegna è parte attiva di vari network e consorzi, ed in particolare dell'International Network for Seed-Based Restoration, con cui sta lavorando attivamente. A questo proposito è stato molto significativo l'incontro, avvenuto durante i lavori del simposio, del professor Bacchetta con il professor Kingsley Dixon, attualmente il numero 1 al mondo per gli studi sulla "seed ecology", l'ecologia delle sementi.

UNIONESARDA.IT
UNIONESARDA.IT

TTECNOLOGICO.COM
Botanica. Un nuovo riconoscimento internazionale per la banca del Germoplasma dell’Università di Cagliari
Venerdì 24 novembre 2017

Si è chiuso ieri in Kuwait l’International Symposium and Workshop on native seeds in Restoration of Dryland Ecosysistems, organizzato dal Kuwait Institute for scientific Research e dall’International Network for Seed-based Restoration, che si è svolto sotto l’alto patronato del Ministero kuwaitiano dell’educazione e di quello dell’Alta formazione. Ai lavori ha partecipato il direttore dell’Orto botanico (HBK) dell’Università degli Studi di Cagliari, Gianluigi Bacchetta, che – unico italiano – ha coordinato i lavori della sessione “Native plant conservation and selection” e ha presentato come keynote speaker una apprezzata relazione dal titolo “Seed testing and conservation of autochtonous plant species for use in restoration of damaged habitats: a Mediterranean perspective”.
A margine del convegno di livello mondiale, l’executive director dell’Environment and Life Sciences Research Center del Kuwait, prof. Narayana Bhat, ha consegnato al prof. Bacchetta una targa per il lavoro sviluppato nei 20 anni di vita della Banca del Germoplasma della Sardegna, parte integrante del Centro Servizi dell’Orto botanico dell’Università di Cagliari, e che ancora una volta si conferma essere la struttura di riferimento per questo genere di studi: “Per questo – spiega con soddisfazione il direttore di HBK Hortus Botanicus Karalitanus – ci è stata assegnata anche la presidenza della rete ‘Genmeda’ che riunisce 18 banche del Germoplasma di 10 diversi Stati del pianeta”.
Ulteriori accordi di collaborazione sono in via di definizione con l’Environment and Life Sciences Research Center che condurranno certamente allo sviluppo di comuni progetti di recupero secondo le tecniche di seed ecology restoration proposte durante l’importante simposio (il direttore di HBK ha incontrato in Kuwait il Direttore generale, prof. Abdul Nabi Al-Ghadban).
La Banca del Germoplasma della Sardegna è parte attiva di vari network e consorzi, ed in particolare dell’International Network for Seed-Based Restoration, con cui sta lavorando attivamente. A questo proposito è stato molto significativo l’incontro, avvenuto durante i lavori del simposio, del prof. Bacchetta con il prof. Kingsley Dixon, attualmente il numero 1 al mondo per gli studi sulla seed ecology.

TTECNOLOGICO.COM
TTECNOLOGICO.COM

CASTEDDUONLINE.IT
Kuwait, riconoscimento per la Banca del germoplasma
Si è chiuso ieri in Kuwait l’International Symposium and Workshop on native seeds in Restoration of Dryland Ecosysistems
di Redazione Cagliari Online  24 novembre 2017

Si è chiuso ieri in Kuwait l’International Symposium and Workshop on native seeds in Restoration of Dryland Ecosysistems, organizzato dal Kuwait Institute for scientific Research e dall’International Network for Seed-based Restoration, che si è svolto sotto l’alto patronato del Ministero kuwaitiano dell’educazione e di quello dell’Alta formazione. Ai lavori ha partecipato il direttore dell’Orto botanico (HBK) dell’Università degli Studi di Cagliari, Gianluigi Bacchetta, che – unico italiano – ha coordinato i lavori della sessione “Native plant conservation and selection” e ha presentato come keynote speaker una apprezzata relazione dal titolo “Seed testing and conservation of autochtonous plant species for use in restoration of damaged habitats: a Mediterranean perspective”.
A margine del convegno di livello mondiale, l’executive director dell’Environment and Life Sciences Research Center del Kuwait, prof. Narayana Bhat, ha consegnato al prof. Bacchetta una targa per il lavoro sviluppato nei 20 anni di vita della Banca del Germoplasma della Sardegna, parte integrante del Centro Servizi dell’Orto botanico dell’Università di Cagliari, e che ancora una volta si conferma essere la struttura di riferimento per questo genere di studi: “Per questo – spiega con soddisfazione il direttore di HBK Hortus Botanicus Karalitanus – ci è stata assegnata anche la presidenza della rete ‘Genmeda’ che riunisce 18 banche del Germoplasma di 10 diversi Stati del pianeta”.
Ulteriori accordi di collaborazione sono in via di definizione con l’Environment and Life Sciences Research Center che condurranno certamente allo sviluppo di comuni progetti di recupero secondo le tecniche di seed ecology restoration proposte durante l’importante simposio (il direttore di HBK ha incontrato in Kuwait il Direttore generale, prof. Abdul Nabi Al-Ghadban).
La Banca del Germoplasma della Sardegna è parte attiva di vari network e consorzi, ed in particolare dell’International Network for Seed-Based Restoration, con cui sta lavorando attivamente. A questo proposito è stato molto significativo l’incontro, avvenuto durante i lavori del simposio, del prof. Bacchetta con il prof. Kingsley Dixon, attualmente il numero 1 al mondo per gli studi sulla seed ecology.

CASTEDDUONLINE.IT
CASTEDDUONLINE.IT

CAGLIARIPAD.IT
Banca del Germoplasma Sardegna, arriva nuovo riconoscimento internazionale
da Redazione Cagliaripad -  24 novembre 2017

Si è chiuso ieri in Kuwait l’International Symposium and Workshop on native seeds in Restoration of Dryland Ecosysistems, organizzato dal Kuwait Institute for scientific Research e dall’International Network for Seed-based Restoration, che si è svolto sotto l’alto patronato del Ministero kuwaitiano dell’educazione e di quello dell’Alta formazione. Ai lavori ha partecipato il direttore dell’Orto botanico (HBK) dell’Università degli Studi di Cagliari, Gianluigi Bacchetta, che – unico italiano – ha coordinato i lavori della sessione “Native plant conservation and selection” e ha presentato come keynote speaker una apprezzata relazione dal titolo “Seed testing and conservation of autochtonous plant species for use in restoration of damaged habitats: a Mediterranean perspective”.
A margine del convegno di livello mondiale, l’executive director dell’Environment and Life Sciences Research Center del Kuwait, prof. Narayana Bhat, ha consegnato al prof. Bacchetta una targa per il lavoro sviluppato nei 20 anni di vita della Banca del Germoplasma della Sardegna, parte integrante del Centro Servizi dell’Orto botanico dell’Università di Cagliari, e che ancora una volta si conferma essere la struttura di riferimento per questo genere di studi: “Per questo – spiega con soddisfazione il direttore di HBK Hortus Botanicus Karalitanus – ci è stata assegnata anche la presidenza della rete ‘Genmeda’ che riunisce 18 banche del Germoplasma di 10 diversi Stati del pianeta”.
Ulteriori accordi di collaborazione sono in via di definizione con l’Environment and Life Sciences Research Center che condurranno certamente allo sviluppo di comuni progetti di recupero secondo le tecniche di seed ecology restoration proposte durante l’importante simposio (il direttore di HBK ha incontrato in Kuwait il Direttore generale, prof. Abdul Nabi Al-Ghadban).
La Banca del Germoplasma della Sardegna è parte attiva di vari network e consorzi, ed in particolare dell’International Network for Seed-Based Restoration, con cui sta lavorando attivamente. A questo proposito è stato molto significativo l’incontro, avvenuto durante i lavori del simposio, del prof. Bacchetta con il prof. Kingsley Dixon, attualmente il numero 1 al mondo per gli studi sulla seed ecology.

CAGLIARIPAD.IT
CAGLIARIPAD.IT

Link

Ultime notizie

20 gennaio 2022

Ricerca, tra sostenibilità, pratiche e materiali innovativi in edilizia

Domani pomeriggio, la quarta conferenza curata dai ricercatori del Dicaar inquadra le dinamiche inerenti il settore delle costruzioni. Dalla riduzione dei consumi ad approcci sistemici e multidisciplinari passando per modelli circolari ed emissioni climateranti. All’evento prendono parte specialisti ed esperti di atenei d’oltre Tirreno. I lavori si possono seguire in diretta streaming

20 gennaio 2022

Un accordo con l’Istituto Giua

Siglata dal Rettore Francesco Mola e dalla Dirigente Romina Lai una convenzione che punta a creare un rapporto di stabile collaborazione per costituire un polo strategico in grado di potenziare l’attività didattica, di formazione, orientamento e ricerca. Si rafforza il rapporto con il mondo dell’istruzione

20 gennaio 2022

Giustizia smart, in campo l’Università di Cagliari

Coinvolge i docenti di tre dipartimenti dell’Ateneo del capoluogo sardo uno dei sei macro-progetti ammessi al finanziamento dalla Direzione generale per il Coordinamento delle politiche di coesione del Ministero della Giustizia nell’ambito del bando per “la diffusione dell’Ufficio per il Processo e l’implementazione di modelli operativi innovativi negli uffici giudiziari per lo smaltimento dell’arretrato”. In campo Giurisprudenza, Scienze economiche e aziendali e Ingegneria elettrica ed elettronica. RASSEGNA STAMPA

Questionario e social

Condividi su: