UniCa UniCa News Notizie Sul set del nuovo film di Paolo Zucca

Sul set del nuovo film di Paolo Zucca

Nell’archivio della Biblioteca del distretto tecnologico dell’Università di Cagliari le riprese de “L’uomo che comprò la luna”. Il regista: "La collaborazione con l'Ateneo è fondamentale, non solo per le location meravigliose messe a disposizione: qui, grazie al CELCAM, si formano giovani filmmaker e stagisti preparati. Non è un caso che i vostri corti siano stati presentati a Venezia". L'INTERVISTA al regista, la GALLERIA FOTOGRAFICA del set e dell'incontro con la stampa, e VIDEO
22 ottobre 2017
Il regista Paolo Zucca parla della collaborazione con UniCa per il suo nuovo film

di Sergio Nuvoli

Cagliari, 22 ottobre 2017 – “Stiamo girando in location meravigliose, come il Teatro anatomico e l’archivio della Biblioteca del Distretto tecnologico. Il rapporto con l’Università è davvero proficuo”. Lo ha detto il regista Paolo Zucca, in una pausa delle riprese del nuovo film “L’uomo che comprò la luna”, venerdì mattina negli spazi della Facoltà di via Is Maglias.

La collaborazione con l’Ateneo prevede anche - grazie alla forte intesa con il Centro per l'educazione ai linguaggi del cinema, degli audiovisivi e della multimedialità (CELCAM) diretto da Antioco Floris – la partecipazione di alcuni studenti tirocinanti alla lavorazione del lungometraggio, le cui riprese sono iniziate pochi giorni fa e avranno una durata di sei settimane con una troupe di 44 persone. L'Università degli Studi di Cagliari ha concesso gratuitamente al regista gli spazi dove sono state girate alcune scene del film.

Il regista Paolo Zucca nell'archivio della Biblioteca del Distretto tecnologico
Il regista Paolo Zucca nell'archivio della Biblioteca del Distretto tecnologico

Il film è prodotto da La Luna, Indigo Film, Paradis Films, Ska-Ndal Production, Oficina Burman, con il contributo del Mibact, dell’Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport della Regione autonoma della Sardegna e con il sostegno della Fondazione Sardegna Film Commission.

“E’ importante che l’Università – ha aggiunto il regista del notissimo “L’arbitro” – abbia un ruolo molto concreto, nel formare giovani filmmaker e stagisti preparati. Non è un caso che i corti del CELCAM finiscano a Venezia e poi facciano il giro del mondo: per questo mi auguro che anche per il nostro film la collaborazione con UniCa porti fortuna e ci spinga verso lidi radiosi, in particolare verso uno. Poi vedremo cosa succede”. Protagonisti del film Stefano Fresi, Francesco Pannofino, Jacopo Cullin, Benito Urgu, Angela Molina, Lazar Ristovski.

Nella pagina facebook di UniCa sono disponibili altre immagini delle riprese e delle interviste realizzate durante una pausa dei lavori.

Francesco Pannofino gira una scena del film di Paolo Zucca "L'uomo che comprò la luna"
Francesco Pannofino gira una scena del film di Paolo Zucca "L'uomo che comprò la luna"

Link

Ultime notizie

19 gennaio 2022

Ricerca, tra sostenibilità, pratiche e materiali innovativi in edilizia

La quarta conferenza curata dai ricercatori del Dicaar inquadra le dinamiche inerenti il settore delle costruzioni. Dalla riduzione dei consumi ad approcci sistemici e multidisciplinari passando per modelli circolari ed emissioni climateranti. All’evento prendono parte specialisti ed esperti di atenei d’oltre Tirreno. I lavori si possono seguire in diretta streaming

17 gennaio 2022

Psicologia della Salute, al via il nuovo bando

Pubblicato l'avviso per l'iscrizione alla scuola di specializzazione diretta da Marco Guicciardi. Le candidate e i candidati interessati potranno presentare le domande di partecipazione al concorso a partire dal 18 gennaio e sino al 7 febbraio, secondo le indicazioni contenute nella guida per l'iscrizione al concorso. LINK AL BANDO

15 gennaio 2022

Le cere anatomiche di Clemente Susini in vetrina su Italia1

In prima serata tv nazionale, la trasmissione Freedom-Oltre il confine dedicata a uno dei principali e pregiati tesori dell'Università di Cagliari. Un viaggio tra le straordinarie opere scientifiche e artistiche custodite in Cittadella nel museo fondato da Alessandro Riva e curato dal suo allievo, Francesco Loy

Questionario e social

Condividi su: