UniCa UniCa News Notizie MONITOOL: UniCa coinvolta nel progetto per proteggere le acque marine

MONITOOL: UniCa coinvolta nel progetto per proteggere le acque marine

Il docente di Igiene generale e applicata Marco Schintu responsabile del piano INTERREG ATLANTICO per il nostro Ateneo
25 settembre 2017
MONITOOL

di Sara Piras


Grazie all’apporto del professor Marco Schintu del Dipartimento di Scienze mediche e Sanità pubblica, l’Università di Cagliari è partner del progetto INTERREG ATLANTICO “New tools for the monitoring of water quality in marine waters” (MONITOOL). Il docente di Igiene generale e applicata è infatti responsabile del progetto per il nostro Ateneo.


MONITOOL ha come principale obiettivo quello di monitorare la qualità delle acque marine e proteggerle, consentendo l’utilizzo di dispositivi di campionamento passivo in contesto normativo europeo. Tali dispositivi sono più efficienti di quelli tradizionali, e consentono un controllo più precoce del livello di contaminanti nelle acque marine e nelle vie navigabili interne.


L’Università di Cagliari vede dunque riconosciute le competenze acquisite negli ultimi anni nel settore, implementando le tecnologie sviluppate nel Mediterraneo. Al progetto, che ha come capofila la Dublin City University, prendono parte nove istituti di ricerca della fascia atlantica, dalle Canarie alla Scozia.


MONITOOL, partito a luglio, durerà tre anni ed è stato finanziato con circa 2 milioni di euro. Il progetto è stato presentato a Dublino il 14 e 15 settembre, durante un incontro che ha riunito le istituzioni e i partner coinvolti. I primi risultati saranno illustrati al prossimo incontro generale, nel maggio 2018 a Dublino.

I partner di MONITOOL riuniti a Dublino
I partner di MONITOOL riuniti a Dublino

Ultime notizie

22 febbraio 2020

Premio Francovich al sito di Sant'Eulalia

Durante il TourismA nell’auditorium del Palazzo dei Congressi di Firenze, Paul Arthur, professore di Archeologia medievale all’università del Salento e presidente della Società degli Archeologi Medievisti Italiani ha premiato questa mattina il complesso archeologico in cui si sono formate centinaia di studenti di UniCa. Sul palco con la Presidente di Studi umanistici Rossana Martorelli i rappresentanti della riuscitissima alleanza tra istituzioni che ha consentito la riscoperta, la valorizzazione e la tutela del patrimonio culturale sardo. Durante i lavori è stata citata "UniCa&Imprese" come esempio virtuoso di collaborazione tra istituzioni e aziende, mentre Fabio Pinna ha illustrato il modello di intervento partecipato sui beni culturali attuato dal nostro Ateneo negli ultimi anni

22 febbraio 2020

CORONAVIRUS, i comportamenti da seguire

Per favorire una corretta informazione, diffondiamo il vademecum diffuso dal Ministero della Salute e dall'Istituto Superiore di Sanità in merito alla diffusione del virus. Esso contiene l'indicazione dei comportamenti da tenere per evitare il contagio.

21 febbraio 2020

Patrick George Zaky, l’Università di Cagliari al fianco del ricercatore detenuto in Egitto

Oggi Amnesty International, in occasione dell’udienza che si apre domani a Il Cairo, ha tenuto un presidio nella facoltà di Studi umanistici e nella biblioteca del Distretto di Scienze umane. Aperta la raccolta delle firme per chiedere il rilascio del giovane iscritto all’ateneo di Bologna. “È incredibile che situazioni simili possano ancora trovare asilo. Siamo fiduciosi nell’azione dell’Unione Europea e del Governo” dice Maria Del Zompo   

Questionario e social

Condividi su: