UniCa UniCa News Notizie Chimica Supramolecolare, così le ricercatrici fanno rete

Chimica Supramolecolare, così le ricercatrici fanno rete

Claudia Caltagirone nel Network delle donne fondato con Jennifer Hiscock (Università del Kent – UK), Anna McConnell (Università di Kiel – Germania), e Cally Haynes (University College London – UK). Il Rettore Maria Del Zompo: "Soddisfazione doppia per un'iniziativa che esalta il ruolo della donna e che nasce con una ricercatrice del nostro Ateneo"
25 ottobre 2019
Il logo del progetto, disegnato da Rosa Burton, e le ricercatrici che hanno dato vita al progetto: Claudia Caltagirone (UniCa), Jennifer Hiscock (Università del Kent), Anna McConnell (Università di Kiel), e Cally Haynes (University College London)

Tra le attività del Network c’è il workshop su “1st Women in Supramolecular Chemistry (WISC) workshop: an introduction to Supramolecular Chemistry techniques for early stage career researchers” che si terrà a Cagliari a settembre 2020

Sergio Nuvoli

Cagliari, 25 ottobre 2019 - Si chiama Network delle donne nella Chimica Supramolecolare (Women in Supramolecular Chemistry (WISC) Network), ed è stato fondato da Claudia Caltagirone (Università di Cagliari), Jennifer Hiscock (Università del Kent – UK), Anna McConnell (Università di Kiel – Germania), e Cally Haynes (University College London – UK). Tra le attività del Network c’è il workshop su “1st Women in Supramolecular Chemistry (WISC) workshop: an introduction to Supramolecular Chemistry techniques for early stage career researchers” che si terrà a Cagliari dal 7 al 9 settembre del prossimo anno.

L’obiettivo è incoraggiare e supportare la crescita delle donne in chimica attraverso un approccio specifico in questa aerea della disciplina. Studiando i dati forniti dalla Royal Society of Chemistry e i risultati preliminari di una ricerca portata avanti dal Network è stato identificato il bisogno, all’interno della comunità, di supportare le donne nel passaggio dalla posizione di dottoranda e di post-doc verso una carriera accademica indipendente. E’ infatti a questo punto della carriera che si perde il numero più elevato di donne in chimica.

Recenti studi dimostrano che il bisogno di far crescere il numero di donne all’interno del mondo accademico è fortemente sentito non solo in Europa ma anche negli Stati Uniti

Le attività del Network - supportato dalla Royal Society of Chemistry attraverso l’Inclusion and Diversity Fund - includono lo sviluppo di un innovativo e specifico programma di mentoring che inizierà a partire da Gennaio 2020, l’organizzazione di workshop scientifici per favorire gli incontri tra le nuove generazioni di chimiche e chimici supramolecolari, l’organizzazione di panel di discussione durante le conferenze del settore per mostrare i progressi del network e le sfide da affrontare.

Recentemente è stato pubblicato un articolo (Inorg. Chem., 2019, vol. 58, pp. 12493-12496) sulla rivista Inorganic Chemistry della American Chemical Society intitolato: The Chemistry Women Mentorship Network (ChemWMN): A Tool for Creating Critical Mass in Academic Chemistry.

Anche la pubblicazione di questo studio dimostra che il bisogno di far crescere il numero di donne all’interno del mondo accademico è fortemente sentito non solo in Europa ma anche negli Stati Uniti: “Per questo è per me motivo di orgoglio – dice la prof.ssa Caltagirone - rappresentare l’Università degli Studi di Cagliari all’interno del Network”. Soddisfazione è stata espressa dal Rettore Maria Del Zompo: “Si tratta di un’iniziativa molto bella e importante per sostenere il ruolo della donna nel mondo delle scienze “dure”, e ancor più importante è il fatto che con l’iniziativa della prof.ssa Caltagirone l’Ateneo sia rappresentato in un contesto internazionale di così alto rilievo”.

Ultime notizie

22 gennaio 2020

Canne e alghe? Utili alla spiaggia

Su “L’Unione Sarda” l’intervento di Sandro Demuro, docente di Morfodinamica e conservazione dei litorali, a proposito della Posidonia oceanica e delle canne depositate sulla spiaggia del Poetto. Uno strumento utilissimo per comprendere le dinamiche e i fenomeni in atto, con l’Ateneo che conferma il suo ruolo guida nella disseminazione e nella divulgazione della ricerca scientifica. In una parola, la Terza missione

21 gennaio 2020

La cucina incontra la scienza

TERZA MISSIONE: Germano Orrù, ordinario di Scienze tecniche mediche applicate al Dipartimento di Scienze chirurgiche, Alessandra Scano e Sara Fais, borsiste di ricerca di UniCa, intervengono mercoledì 22 gennaio a Sant’Antioco ad un seminario sugli alimenti funzionali della tradizione sarda nell’ambito di un progetto attivato dall’Istituto Professionale Enogastronomico IPIA “Emanuela Loi”. Grazie alla ricerca scientifica, crescono la sinergia con le scuole e l'interazione con il territorio

21 gennaio 2020

In Rettorato la scultura “Harmonia” dell’artista galiziano Luis Loureira

Al suo rientro dalla Spagna la professoressa Daniela Zizi ha consegnato ufficialmente al Magnifico Rettore l’opera assegnata all’Ateneo in occasione del "Premio Internacional APECSA 2019 de Divulgación do Camiño de Santiago". Prossima una sistemazione definitiva nella Facoltà di Studi umanistici

20 gennaio 2020

La mia vita in simbiosi con l’università

Pasquale Mistretta, classe 1932, ha guidato l’Ateneo dal 1991 al 2009. Ritratto dell’ex rettore dell'Università di Cagliari nell'intervista di Mario Frongia per La Nuova Sardegna: “Uomo di potere? Sì, lo sono stato, per fare cose serie e durature”. Positivo il suo giudizio sull’attuale numero uno di UniCa: “Maria Del Zompo? Sta facendo tanto e bene!”

Questionario e social

Condividi su: