UniCa UniCa News Notizie FAMELAB, il 17 marzo parte da Cagliari il talent show scientifico

FAMELAB, il 17 marzo parte da Cagliari il talent show scientifico

Si apre in Sardegna la selezione riservata ai futuri Einstein. Tre minuti per raccontare alla giuria la propria passione per la scienza
22 febbraio 2017

iscriviti!
SCIENZA: CACCIA AI TALENTI. IL 17 MARZO SELEZIONI A CAGLIARI. Per la prima volta a Cagliari le selezioni di FameLab, la competizione che vede giovani amanti della scienza raccontare in tre minuti la propria passione a una giuria con rappresentanti del mondo scientifico e della comunicazione.

 
Si apre in Sardegna la selezione riservata ai futuri Einstein. I partecipanti hanno tre minuti per raccontare alla giuria la loro passione per la scienza
 
Cagliari, 22 febbraio 2017
Mario Frongia

 
Venerdì 17 marzo alle 16, l’auditorium dell’Osservatorio Astronomico di Cagliari - via della Scienza n. 5, località Cuccuru Angius, Selargius - ospita le selezioni di “Famelab”, la competizione dedicata a quanti amano la scienza. La partecipazione è libera: occorre essere maggiorenni e non aver compiuto quarantuno anni al 30 aprile 2017. Per iscriversi si deve accedere al link https://goo.gl/PpFpQe.

www.famelab-italy.it  
 
www.famelab-italy.itCACCIA AI TALENTI
.
I partecipanti devono raccontare in tre minuti la propria passione per i temi della scienza a una giuria tecnica formata da esperti e rappresentanti del mondo scientifico e della comunicazione. “FameLab” approda per la prima volta a Cagliari. Con un obiettivo: contribuire alla ricerca di nuovi talenti in Sardegna. L’iniziativa è curata da Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn - sezione di Cagliari) e Istituto nazionale di astrofisica (Osservatorio astronomico di Cagliari (Inaf-Oac) - in collaborazione con l’Università del capoluogo e l’associazione Laboratorio scienza. Un pool di enti di pregio, credito e statura internazionale, impegnati da quest’anno in questo speciale progetto di divulgazione scientifica.
 
“FAMELAB”, DIVULGAZIONE E INCORAGGIAMENTO. L’evento nasce nel 2005 dal Cheltenham Science Festival, che si tiene nel Regno Unito e viene promosso in venticinque nazioni. “FameLab” arriva in Italia nel 2012 grazie all’organizzazione “Psiquadro-Perugia Science Fest”. L’idea è di far uscire la scienza dalle aule e renderla divertente, incoraggiando giovani ricercatori, studenti universitari e professionisti del settore, a condividere il loro interesse davanti a telecamere e pubblico. A seguire, le valutazioni della giuria. Oltre al coinvolgimento degli specialisti di Cagliari, “FameLab” Italia apre le selezioni anche ad Ancona, Catania, L’Aquila, Modena, Napoli, Padova, Perugia, Torino e Trieste. Da ciascuna città verranno selezionati due finalisti che parteciperanno alla “FameLab Masterclass”, workshop di formazione in comunicazione della scienza. Alla finale internazionale del concorso prenderà parte il vincitore italiano che si confronterà con gli altri concorrenti provenienti da ogni parte del mondo. La gara si svolgerà a giugno, a Cheltenham in Inghilterra.
 
IN RETE
www.famelab-italy.it

SOCIAL
@FameLabItalia
#famelab
#famelabitalia

INFO
Francesca Frau, ffrau@oa-cagliari.inaf.it, tel. 329 6603815 / 070 71180238

LOCANDINA ITALIANO                    clicca per ingrandire                    LOCANDINA INGLESEclicca per ingrandire    clicca per ingrandire

Tre minuti e una manciata di parole per comunicare al pubblico un argomento scientifico che ti appassiona. Se sei uno scienziato, un ricercatore o uno studente universitario e hai voglia di mettere alla prova il tuo talento di comunicatore, puoi partecipare a FameLab Italia. Come in ogni talent show, i partecipanti vengono giudicati da una giuria di esperti provenienti dal mondo della scienza e della comunicazione. I vincitori nazionali si confrontano con i vincitori della competizione in altri 28 paesi del mondo. La finale internazionale durante il Cheltenham Science Festival, nel Regno Unito.


 





 

 

 

(ic)

 

 

 

 

Ultime notizie

28 novembre 2022

Viaggio di studio negli USA, tra New York, Filadelfia, Atantic City e Washington

Studentesse e studenti della laurea magistrale in Ingegneria civile dell'Università di Cagliari per nove giorni a contatto con la realtà dei grandi cantieri americani di infrastrutture stradali, in contesti urbani e logistici molto diversi da quello locale. Da questa esperienza didattica scaturiranno lavori di tesi e tirocini formativi negli Stati Uniti. La soddisfazione del gruppo di allievi/e del professor Mauro Coni nel report inviato dai giovani universitari alla nostra redazione

25 novembre 2022

25 novembre, giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

Si rinnova l’appuntamento con la ricorrenza istituita dall’assemblea delle Nazioni Unite il 17 dicembre 1999. Numerose le iniziative che coinvolgono la nostra università. Ester Cois, delegata del Rettore per l’Uguaglianza di genere e presidente del Comitato unico di garanzia di UniCa, spiega: “Tenere viva l’attenzione di tutta la comunità d’ateneo - personale docente e ricercatore, personale tecnico amministrativo e bibliotecario, corpo studentesco - sul tema della diffusione di una cultura improntata sui principi dell’equità, dell’intersezionalità, dell’inclusione, della valorizzazione delle differenze”.

25 novembre 2022

CAREER DAY 2023

Il 12 e il 13 gennaio 2023 sono in calendario le due giornate organizzate dall’Università di Cagliari con l’Assessorato regionale del Lavoro e con l’Agenzia sarda per le politiche attive del lavoro (Aspal) per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Da una parte laureati/e, studenti e studentesse di UniCa e dall’altra le imprese del territorio impegnate nella ricerca di giovani preparati per garantire un apporto innovativo alle esigenze aziendali presenti e future

25 novembre 2022

L’Università di Cagliari verso l’award ''HR Excellence in Research''

Lunedì 5 dicembre 2022 nell’aula magna del rettorato il seminario istituzionale per presentare la strategia dell’ateneo e il lavoro della Struttura interna e della Cabina di regia che soprintendono a tutte le fasi di attuazione della Human Resources Strategy for Researchers (HRS4R) per ottenere il riconoscimento ufficiale dalla Commissione Europea. Ospiti e relatori dell'evento il professore emerito Fulvio Esposito (Università di Camerino) e la dottoressa Chiara Biglia (Politecnico di Torino)

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie