UniCa UniCa News Notizie Un’iniziativa a sostegno dei giovani e dei piu deboli

Un’iniziativa a sostegno dei giovani e dei piu deboli

I sindacati hanno illustrato al mondo accademico le ragioni dello sciopero generale del 5 febbraio
28 gennaio 2010
il Rettore, Enzo Costa (Cgil), Oriana Putzolu (Cisl), Francesca Ticca (Uil)
 
Cagliari, 28 gennaio 2010 - “L’Università di Cagliari non farà mancare il proprio contributo di idee e proposte alla difficile sfida per lo sviluppo che attende la Sardegna”. Lo ha detto il Rettore, prof. Giovanni Melis, introducendo l’incontro con le segreterie regionali dei sindacati Cgil, Cisl e Uil, che hanno illustrato ai rappresentanti del mondo universitario le ragioni dello sciopero generale indetto per venerdì prossimo. Erano presenti i componenti del Senato accademico e del Consiglio degli studenti.
 
“Si tratta – ha rimarcato il Rettore, evidenziando come il rapporto dell’Università con le forze sociali non sia un fatto episodico – di una iniziativa a sostegno delle classi più deboli e, soprattutto, dei nostri giovani. Occorre essere certi che il futuro è in Europa, di cui occorre accettare le regole ed essere capaci di produrre nuova ricchezza: questa è la prospettiva che ci attende. Ma per questo è necessaria parità di opportunità rispetto alle altre regioni: è un problema che abbiamo posto anche al Ministro Gelmini e alla classe politica regionale”.
 
Enzo Costa, segretario regionale Cgil, ha chiarito che “lo sciopero generale è lo strumento estremo contro la crisi, non contro il presidente della Giunta regionale o del Consiglio, ai quali pure chiediamo un’azione più incisiva. La Sardegna non può assorbire ulteriori tagli”. Dopo aver sottolineato l’unità che contraddistingue da oltre un anno i sindacati sardi, Costa ha aggiunto che “in 15 mesi sono stati persi 30mila posti di lavoro, e più di 600 imprese hanno proclamato lo stato di crisi. Abbiamo bisogno di offrire ai giovani una prospettiva certa: per questo chiediamo che l’attuale situazione di difficoltà non venga più affrontata in modo episodico, ma come l’emergenza dell’intero sistema regionale”.
 
 
 
“Abbiamo necessità di stare uniti – ha fatto eco Oriana Putzolu, della segreteria regionale Cisl – Serve una Regione che abbia capacità di progettazione e di spesa, perché il nostro è un sistema sociale fortemente indebolito”.
 
Il segretario generale della Uil, Francesca Ticca, ha riconosciuto che “la sensibilità dei Rettori è una grande opportunità per il sindacato. Abbiamo lanciato una sfida: in periodi come quello che stiamo attraversando, serve grande unità di intenti per decidere su quale modello di sviluppo investire. Luoghi come questo, che producono conoscenza, possono aiutare l’Isola ad uscire dal pantano”.
 
Gli interventi di alcuni presidi e di alcuni rappresentanti degli studenti hanno concluso l’incontro.
 
(Ufficio stampa e redazione web - fotografie di Francesco Cogotti)

Ultime notizie

24 gennaio 2022

Un pensiero per cancellare la violenza di genere

La Facoltà di Ingegneria e Architettura lancia un concorso di idee per individuare una citazione che rappresenti in modo significativo la campagna di sensibilizzazione nei confronti del contrasto alla violenza di genere. La frase prescelta sarà incisa su una targa collocata in prossimità della panchina rossa nel giardino della Facoltà, dipinta il 25 novembre scorso in occasione della manifestazione “Una pennellata per cancellare la violenza di genere”

20 gennaio 2022

Ricerca, tra sostenibilità, pratiche e materiali innovativi in edilizia

Domani pomeriggio, la quarta conferenza curata dai ricercatori del Dicaar inquadra le dinamiche inerenti il settore delle costruzioni. Dalla riduzione dei consumi ad approcci sistemici e multidisciplinari passando per modelli circolari ed emissioni climateranti. All’evento prendono parte specialisti ed esperti di atenei d’oltre Tirreno. I lavori si possono seguire in diretta streaming

20 gennaio 2022

Un accordo con l’Istituto Giua

Siglata dal Rettore Francesco Mola e dalla Dirigente Romina Lai una convenzione che punta a creare un rapporto di stabile collaborazione per costituire un polo strategico in grado di potenziare l’attività didattica, di formazione, orientamento e ricerca. Si rafforza il rapporto con il mondo dell’istruzione

Questionario e social

Condividi su: