UniCa UniCa News Notizie Tre giorni di sciopero dei medici specializzandi

Tre giorni di sciopero dei medici specializzandi

Dal 2 fino al 4 aprile i 20.000 specializzandi si asterranno dalle attività assistenziali
02 aprile 2007
Protesta dei medici specializzandi a partire da oggi: i 20.000 specializzandi si asterranno infatti dalle attività assistenziali per tre giorni, da oggi 2 aprile fino al 4 aprile, per rivendicare il nuovo contratto e il bando di concorso per l’ammissione alle scuole. La protesta si pensa possa creare disagi soprattutto nei Policlinici Universitari dove è forte la loro presenza anche in corsia.
I medici avevano già scioperato il 2 marzo e oggi saranno presenti in Piazza Montecitorio chiedendo l’attenzione del governo sul problema. Dopo il tanto atteso finanziamento della legge 368/99 avvenuto con la Finanziaria 2006, lo scorso 8 marzo il Presidente del Consiglio Romano Prodi ha firmato il primo decreto che stabilisce il nuovo trattamento economico a copertura del contratto di formazione specialistica dei medici specializzandi. Questa misura non ha sbloccato però la situazione, che gli specializzandi giudicano «di confusione e vuoto legislativo che perdura ormai dall’autunno scorso nei policlinici universitari, situazione che cambierà solo in presenza dello schema tipo di contratto, ancora bloccato nelle maglie della burocrazia e delle discussioni tra diversi ministeri». I medici denunciano la mancanza di tutele per la categoria che in molti reparti ospedalieri rappresenta una importante risorsa per potere assistere i malati.
Medici specializzandi, frequentatori e neolaureati si asterranno quindi dalle attività assistenziali dalle ore 8 di oggi alle ore 8 del 5 aprile. Nella manifestazione nazionale di oggi a Piazza Montecitorio gli specializzandi chiederanno ancora una volta al Ministro dell’Università Mussi, al Ministro della Salute Livia Turco e al Presidente del Consiglio Romano Prodi l’uscita immediata del Decreto con lo schema tipo di contratto che applica il contratto di formazione specialistica e l’uscita immediata del Bando di Concorso per l’ammissione alle scuole di specializzazione. La protesta ha trovato il sostegno di tutte le sigle sindacali mediche.

Fonte: Sole24ore/Federfarma

Ultime notizie

25 novembre 2022

CAREER DAY 2023

Il 12 e il 13 gennaio 2023 sono in calendario le due giornate organizzate dall’Università di Cagliari con l’Assessorato regionale del Lavoro e con l’Agenzia sarda per le politiche attive del lavoro (Aspal) per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Da una parte laureati/e, studenti e studentesse di UniCa e dall’altra le imprese del territorio impegnate nella ricerca di giovani preparati per garantire un apporto innovativo alle esigenze aziendali presenti e future

25 novembre 2022

25 novembre, giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

Si rinnova l’appuntamento con la ricorrenza istituita dall’assemblea delle Nazioni Unite il 17 dicembre 1999. Numerose le iniziative che coinvolgono la nostra università. Ester Cois, delegata del Rettore per l’Uguaglianza di genere e presidente del Comitato unico di garanzia di UniCa, spiega: “Tenere viva l’attenzione di tutta la comunità d’ateneo - personale docente e ricercatore, personale tecnico amministrativo e bibliotecario, corpo studentesco - sul tema della diffusione di una cultura improntata sui principi dell’equità, dell’intersezionalità, dell’inclusione, della valorizzazione delle differenze”.

23 novembre 2022

Techlog, i simulatori gru, bus e camion del gruppo Trasporti d’ateneo sono strategici per la formazione degli operatori portuali e dell’autotrasporto

Il progetto internazionale, coordinato dagli specialisti dell’Università di Cagliari, è sbarcato in Tunisia per il lancio del Living lab che aggrega atenei, camere di commercio, imprese e operatori di cinque Paesi europei. I lavori - finanziati con tre milioni e mezzo di euro - si sono chiusi con successo. “Lavoriamo su analisi e soluzioni per trasferimento tecnologico, logistica, efficientamento, guida sicura ed ecologica nei porti, con importanti ricadute anche per il sistema isolano” dice Gianfranco Fancello. FOTO E VIDEO DELLE DUE GIORNATE

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie