UniCa UniCa News Notizie Manuale di Legislazione turistica della Sardegna

Manuale di Legislazione turistica della Sardegna

Presentato l’aggiornamento del testo curato dai proff. Massimo Deiana e Valentina Corona
23 marzo 2007
Presentato l’aggiornamento del testo curato dal preside di Giurisprudenza Massimo Deiana e dalla prof.ssa Valentina Corona, docente di Legislazione del turismo a Oristano. Interventi del preside di Economia Roberto Malavasi e dell’assessore regionale Luisanna Depau
 
Cagliari, 23 marzo 2007 - La legislazione del turismo è una materia affermata in campo didattico, scientifico e anche professionale. Nel corso degli anni sono cresciute le esigenze di preparazione per l’esame universitario e la necessità di conoscenze approfondite per operatori e professionisti del settore, legali, amministratori e funzionari pubblici.
Il “Manuale di legislazione turistica della Sardegna”, curato da Massimo Deiana e Valentina Corona, ha colmato appunto una lacuna nell’offerta di strumenti didattici con dimensione scientifica adeguata agli studi universitari e alle esigenze professionali.
  
Durante la presentazione del volume - questa mattina nell’Aula magna della facoltà di Economia, in viale Fra’ Ignazio - è stata possibile una riflessione sulla legislazione del turismo in Sardegna. Nell’attuale legislatura Soru è in corso infatti un profondo rinnovamento delle regole nel settore turistico. Di particolare rilevanza l’approvazione della Legge regionale 20/2006, che liberalizza le professioni del turismo. Da qui la necessità di aggiornare il Manuale, scritto nel 2006.
  

 
Di seguito due odierni comunicati dell’Agenzia Italia
 
Cagliari, 23 marzo 2007 (AGI)
Ateneo Cagliari: aggiornato manuale legislazione turistica
 
"L’85% dei laureati in Economia e gestione dei servizi turistici riesce a trovare lavoro adeguato ai suoi studi". È quanto emerge dalla relazione del preside della facoltà di Economia dell’università di Cagliari, Roberto Malavasi, che ha introdotto la presentazione del "Manuale di legislazione turistica della Sardegna". Il volume è stato redatto, nel 2006, dal preside della facoltà di Giurisprudenza Massimo Deiana e dalla docente di Legislazione del turismo del corso di laurea dedicato al turismo con sede a Oristano, Valentina Corona. Stamattina è stato presentato l’aggiornamento del Manuale, resosi necessario dopo il varo della legge regionale n. 20 del 18 dicembre 2006, sulle liberalizzazioni delle professioni del turismo. Al convegno, nell’aula magna della facoltà di Economia, ha partecipato anche l’assessore regionale al Turismo Luisanna Depau, che ha sostenuto la pubblicazione. "Mi occupo di questo settore da 15 anni - ha detto l’esponente dell’esecutivo Soru - e ci sono sempre state molte parole e sono mancati studi specifici. Oggi, tra le tante leggi di questo Governo regionale, ce n’è una. apparentemente molto piccola, quella sulle liberalizzazioni delle professioni nel settore turistico, che però segna un assaggio importante nella legislazione del settore".
 
"Dopo anni di colpevole immobilismo che ha paralizzato il settore,  favorendo una crescita sregolata, finalmente ora assistiamo a una regolamentazione del turismo", ha spiegato nel convegno di presentazione del volume "Legislazione turistica della Sardegna" il presidente della facoltà di Giurisprudenza, Massimo Deiana. È sulla scia di questa nuova attenzione normativa per il comparto chiave dell’economia della Sardegna che l’Università degli studi di Cagliari ha riunito tutte le leggi in materia in un unico volume, edito nel 2006 e ripubblicato con un’appendice nel 2007, destinato agli studenti del corso di laurea di Economia e gestione dei servizi turistici ma anche agli operatori del settore. Come ha spiegato la coautrice, Valentina Corona, docente supplente di Legislazione del turismo ad Oristano: "Il settore ha bisogno di essere rimodernato, visto che le norme cui fa riferimento oggi sono vecchie di 20 anni. Basti pensare alle tabelle per le strutture ricettive con parametri assolutamente anacronistici come la televisione in bianco e nero. In nessun caso, si prevede la pay tv o Internet come parametro di qualità. C’è bisogno di rivedere i riferimenti, un po’ come succede con il paniere Istat". Deiana ha, invece, puntato l’attenzione sui passi in avanti compiuti dalla Giunta regionale, che attraverso l’assessorato al Turismo ha collaborato con gli autori nella stesura del manuale. "Ci sono buone prospettive, come quelle create dall’Agenzia per la Promozione della Sardegna, che dovrebbe decollare a breve", ha ricordato il docente. "Inoltre, c’è un altro strumento importante, i Sistemi turistici locali, ottimo punto di incontro tra pubblico e privato. Quello che manca è una normativa che riguardi le strutture ricettive e le agenzie di viaggio, la cui legislazione risale al 1988". La Corona ha sottolineato che il recente decreto Bersani (per il quale la Camera ha votato la fiducia) al comma 4 dell’articolo 10 liberalizza la professioni del turismo. "Ma la regione ha fatto da precursore, con la legge 20/2006. In queste materie, lo stato dovrebbe farsi da parte".
 

Ultime notizie

17 gennaio 2020

Psicologia della Salute, c’è la Scuola di specializzazione

Domande di partecipazione alla selezione entro il 30 gennaio. Formerà psicologi specialisti nel campo della salute, in una prospettiva multidisciplinare, con un titolo che consente di poter partecipare ai concorsi per Dirigente Psicologo del Servizio Sanitario Nazionale e abilita all’esercizio della professione psicoterapeutica. ON LINE IL BANDO E LE ISTRUZIONI PER PARTECIPARE

16 gennaio 2020

Sviluppo sostenibile, via al dialogo con la Regione

Durante l’incontro tra il Rettore Maria Del Zompo e l’Assessore Gianni Lampis è stata rimarcata la condivisione di principi e obiettivi dell’Agenda 2030 sullo Sviluppo sostenibile. Verso la costituzione di un gruppo di lavoro per organizzare insieme specifiche iniziative sul tema

15 gennaio 2020

Elezioni Consiglio Universitario Nazionale

Giovedì 16 gennaio ultima delle tre giornate di voto per eleggere nel CUN un professore di I fascia dell’area scientifico-disciplinare 14, un ricercatore dell’area scientifico-disciplinare 06 e un ricercatore dell’area scientifico-disciplinare 08. Seggio aperto in Rettorato dalle 11 fino alle 13.45

15 gennaio 2020

5G: l’Università di Cagliari tra i sei vincitori del Bando Mise

Progetto da oltre un milione di euro in collaborazione con Linkem e Tiscali. Un grande risultato per l’Università di Cagliari, capofila, grazie alla sperimentazione coordinata dal professor Luigi Atzori, del Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica, terza classificata tra le proposte relative al “Programma di supporto delle tecnologie emergenti nell'ambito del 5G”. Dimostrata ancora una volta la capacità dell'Ateneo di proporre ricerca scientifica di elevato valore nel settore delle comunicazioni di nuova generazione. Coinvolti anche l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, GreenShare, Flosslab, la Regione Sardegna, i comuni di Cagliari, Guspini e Iglesias, il CTM e Abbanoa

Questionario e social

Condividi su: