UniCa UniCa News Notizie USA: un intero ateneo passa a Mac

USA: un intero ateneo passa a Mac

Wilkes University: investimento di 1milione e 400mila dollari per realizzare un campus tutto Mac con una rete di 1.700 macchine
23 febbraio 2007

Una intera università USA passa a Mac 

Un investimento in tecnologia pari a 1,4 milioni di dollari che permetterà di realizzare un campus tutto Mac con una rete di 1.700 macchine. Ecco spiegate le ragioni e i numeri dei dirigenti dell’università...


23 febbraio 200 - Edifici in stile coloniale ricoperti di edera compongono la Wilkes University, un campus universitario della East Coast immerso nel verde di una cittadina americana, a sole due ore da Manhattan e Philadelphia. L’attenzione dei fan della Mela si è concentrata sul campus universitario a seguito di un comunicato stampa e per le dichiarazioni dei dirigenti e dei responsabili della struttura. Wilkes University è infatti una delle prime università che si è impegnata per uno switch totale da PC a Mac.

Quindi non solo le aule, l’attrezzatura per insegnati e professori e i server, ma anche tutti i computer installati all’interno del campus, nelle stanze degli studenti e nelle aree pubbliche. Il passaggio alla piattaforma Apple è in corso e sarà completato in circa tre anni. L’obiettivo è quello di offrire agli studenti i migliori strumenti per affrontare gli studi, un singolo computer per sfruttare la facilità d’uso e la tecnologia Mac senza rinunciare ai numerosi applicativi Windows in circolazione.

Interessanti le dichiarazioni di Scott Byers, vice presidente area finanza e consigliere generale dell’università: "I Mac sono costruiti con tecnologia e hardware superiori, inoltre la loro abilità di far girare Windows significa che abbiamo accesso a qualsiasi programma disponibile per Windows. Stiamo rendendo più efficienti il lavoro e l’apprendimento. È il meglio dei due mondi".

Il passaggio a un campus tutto Apple richiede un investimento di 1,4 milioni di dollari e permetterà la sostituzione totale di 1700 computer PC con altrettante postazioni Mac. Byers e gli altri dirigenti dell’università sono convinti della bontà dello switch tecnologico per l’intero campus: "Si tratta di un piano di rinnovamento tecnologico aggressivo che garantirà agli studenti e allo staff l’accesso alle più recenti tecnlogie. Stiamo anche creando un network IT virtualmente privo di virus".

Convinto dello switch ad Apple anche il preside dell’università Tim Gilmour che concentra l’attenzione sui benefici della piattaforma: "L’esperienza con i più avanzati computer oggi disponibili garantirà un vantaggio ai nostri studenti quando entreranno nel mercato del lavoro, che richiede conoscenze tecnologiche sempre superiori".

Lo switch totale della Wilkes University sarebbe stato un testimonial perfetto per la campagna marketing Passa al Mac, una iniziativa di un anno fa circa in cui sul sito apple si confrontavano i vantaggi della piattaforma Mac rispetto ai sistemi Intel-Windows, riportando dichiarazioni e impressioni di singoli utenti che avevano appena compiuto lo switch.
 
L. M. Grandi 
 


 
IN RETE

- http://www.wilkes.edu/pages/194.asp?item=12228  
- http://www.macitynet.it/macity/aA27315/index.shtml  




 

Ultime notizie

27 settembre 2022

BESTMEDGRAPE, al via la conferenza internazionale

L'appuntamento è per martedì 27 settembre dalle 9 nell'Aula magna del Polo di via Marengo: si tratta del progetto finanziato dalla Commissione Europea con oltre tre milioni di euro, guidato dall'Università di Cagliari, che punta a promuovere il riutilizzo degli scarti della vinificazione per ottenere creme di bellezza, integratori e prodotti farmaceutici, creando al contempo nuove opportunità commerciali per giovani imprenditori

27 settembre 2022

La Banca del Germoplasma compie 25 anni

La struttura ospitata all'interno del polmone verde del nostro Ateneo taglia un importante traguardo: giovedì 29 settembre iniziano le celebrazioni nell'Aula Eva Mameli Calvino. BG-SAR, con il suo scrigno di biodiversità a 25 gradi centigradi sotto zero, attualmente custodisce circa 3500 lotti di semi riferibili a circa 1500 taxa vegetali provenienti da numerosi territori del Mediterraneo, specialmente insulari. Una realtà importantissima per la nostra Isola, ma non solo, in cui si confrontano ogni giorno ricercatrici e ricercatori provenienti da tutto il mondo

27 settembre 2022

EDUC Entrepreneurship Days

Mercoledì 28 e giovedì 29 settembre si svolgono gli EEDays, organizzati dal team Educ dell'Università di Cagliari con il coordinamento della prorettrice all’Internazionalizzazione, Alessandra Carucci, in collaborazione con il Centro per l'Innovazione e l'imprenditorialità (Crea) di UniCa. Partecipano studenti e studentesse, dei diversi atenei europei partner dell'alleanza, che avranno modo di incontrare e confrontarsi con il mondo dell'imprenditoria e della ricerca

27 settembre 2022

Sharper 2022, la ricerca tra salute, guerra, formazione avanzata, clima e scienza

Presentata all’Orto botanico la Notte delle ricercatrici e dei ricercatori che si tiene venerdì prossimo. Stili di vita, bullismo, robotica, astronomia, lotta al cancro, istruzione in carcere. Eventi divulgativi, laboratori, giochi per i bimbi curati dagli specialisti dell’ateneo, di enti culturali e di ricerca. “Raccontare e coinvolgere, la nostra missione nella e per la scienza” le parole di Francesco Mola e Luciano Colombo

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie