UniCa UniCa News Notizie L’Università di Firenze al collasso?

L’Università di Firenze al collasso?

E’ un bilancio lacrime e sangue
29 dicembre 2006
Villa Montalve finisce alla Regione Toscana, scatta il blocco del turn – over di tutto il personale, e 700 mila euro di tagli alla ricerca. Quello approvato ieri dal Consiglio di amministrazione dell’Università di Firenze è un bilancio di previsione 2007 a tinte fosche.

Non sarà certo un anno facile quello alle porte, per l'Università di Firenze. Ieri il cda dell'ateneo fiorentino ha dato il disco verde al bilancio preventivo per l'anno 2007. In un quadro finanziario di grave difficoltà per l’intero sistema universitario italiano, anche quest’anno il pareggio del bilancio – che ammonterà a circa 536 milioni di euro – è stato raggiunto con la previsione della vendita di beni del patrimonio.
L’entrata aggiuntiva - di 46 milioni di euro - verrà dalla cessione del complesso delle Montalve alla Regione Toscana: questa mattina è stato siglato dal rettore Augusto Marinelli e dal presidente Claudio Martini un protocollo d’intesa, che prevede anche un progetto congiunto di utilizzo dell’immobile.
“Per poter andare avanti siamo ancora una volta costretti a ricorrere a misure eccezionali – ha sottolineato il rettore Augusto Marinelli – Voglio ricordare che le misure proposte per il contenimento del disavanzo non sono il frutto di libere scelte dell’ateneo, ma vengono imposte dai mancati finanziamenti di spese decise esternamente, prime fra tutte gli adeguamenti contrattuali del personale. Non posso che rinnovare perciò un forte dissenso nei confronti delle politiche nazionali di finanziamento dell’università e della ricerca”.
Il bilancio 2007 dell’Università di Firenze è, infatti, fortemente segnato anche da altre misure severe. In primo luogo il blocco totale del turn over di tutto il personale - una commissione avrà il compito di monitorare questo provvedimento – quindi tagli del 10% delle dotazioni alle unità amministrative, riduzione del budget per le supplenze e i contratti e anche dei fondi di ateneo per la ricerca, “ma l’ateneo si impegnerà per il cofinanziamento dei progetti di ricerca a livello nazionale, i cosiddetti PRIN – ha precisato Marinelli - anzi abbiamo deciso di innalzare la percentuale a nostro carico, per sostenere la competitività dei nostri ricercatori. E un segnale di fiducia per il futuro è anche l’incremento delle dotazioni del sistema bibliotecario – l’unica voce del bilancio in aumento - che finanzieremo con una parte dei fondi della ricerca provenienti da enti esterni”.



Fonte: http://www.intoscana.it

 

Ultime notizie

02 ottobre 2022

Sharper 2022, la festa della scienza e della ricerca all’Orto botanico

Una Notte speciale nel cuore di Cagliari. Oltre duemilacinquecento presenze, 400 volontari, un centinaio di ricercatrici e ricercatori e una sessantina di eventi. La divulgazione chiara e immediata tra salute, stili di vita, robotica, astrofisica, costruzione di strade e ponti con gli scarti, fascino della chimica e della matematica, riciclo, crisi idrica, droghe, mondo animale, farmaci antitumorali, preistoria, tecniche di indagine di Polizia e Carabinieri, impronte digitali, voce e visi contraffatti: ricerche e discipline raccontate nei talk, tra laboratori, esperimenti e giochi per i bimbi curati. Molto apprezzato anche l’angolo solidale per Giulio Regeni. La manifestazione ha colto una forte attenzione da comunità civile e sociale, giovani e associazioni. In chiusura la caccia al tesoro scientifica con il successo dei team “Spagna” e “Stati Uniti”. “La scienza è passione e lavoro. Siamo soddisfatti, l’Università punta a coinvolgere e includere le diverse fasce della popolazione” ha detto Luciano Colombo

29 settembre 2022

«Un fiore all’occhiello dell’Ateneo»

Le parole di Fabrizio Pilo, prorettore all’innovazione e ai rapporti con il territorio, all’avvio delle celebrazioni per i 25 anni della Banca del Germoplasma della Sardegna: una realtà di altissimo livello scientifico, custodita nell’Orto Botanico di UniCa, al centro di una fitta rete di collaborazioni internazionali: quasi 7 milioni e 400mila euro di finanziamenti per 65 progetti realizzati con partner di 26 Paesi, 293 articoli scientifici, di cui 258 su importanti riviste internazionali, firmati da oltre 230 autori diversi, 19 volumi pubblicati

28 settembre 2022

Biodiversità a rischio, un workshop all’Orto Botanico di UniCa

Al via gli incontri di SEEDFORCE, un progetto LIFE guidato dal Museo delle Scienze di Trento che coinvolge 15 partner italiani e stranieri con lo scopo di salvaguardare 29 specie autoctone dall’estinzione. Coinvolti i ricercatori dell’Università di Cagliari

28 settembre 2022

Tessuto Digitale Metropolitano: nuove soluzioni per una città più “intelligente”

Presentati alla Manifattura Tabacchi i risultati delle attività di ricerca, formazione e trasferimento tecnologico portate avanti in 5 anni a partire dal 2017 dall’Università di Cagliari e dal CRS4 nell’ambito del progetto TDM finanziato da Sardegna Ricerche. L’intervento del prorettore alla ricerca Luciano Colombo: "Un'iniziativa che rafforza la collaborazione con gli enti presenti sul territorio su temi di grande impatto e attualità"

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie