UniCa UniCa News Notizie Finanziaria, Mussi: ’’Non sarò il ministro dei tagli all’università’’

Finanziaria, Mussi: ’’Non sarò il ministro dei tagli all’università’’

Il titolare del dicastero della Ricerca chiede che i Ds facciano sentire il loro peso: ’’Si riduce la percentuale di investimenti: occorrono correzioni’’
21 ottobre 2006

Roma, 21 ott. (Adnkronos) - Fabio Mussi non vuole passare alla storia come il ministro, di un coalizione di centrosinistra, che ha tagliato le risorse all'università. Il ministro della Ricerca scientifica e dell'Università lo ha detto a chiare lettere, durante l'intervento alla direzione dei Ds, commentando la natura e i contenuti della Manovra economica. ''Occorre portare la Finanziaria, ormai ben oltre i 30 miliardi che avevamo inizialmente ipotizzato, ad un approdo sostenibile. Abbiamo tutti condiviso - ha convenuto Mussi - la necessità del rientro rapido entro parametri europei. Ma da questo non credo occorra arretrare, c'è un problema di comunicazione, certo, ma anche di correzione''. ''Vorrei segnalare che si sta alzando un'onda ripida di delusione nel mondo della scuola, dell'università e della ricerca, per il quale le aspettative e la fiducia in noi erano altissime. L'esigenza di risanamento - ha insistito - vale per tutti, ma c'è qualcosa da correggere. Bisogna stare attenti perché se deludiamo si può determinare un clima politico molto molto difficile. Nella Finanziaria ci sono innovazioni di sistema strategiche rilevanti e misure significative per la ricerca''.

''Insostenibile - ha dichiarato Mussi - è invece la parte che riguarda l'università dove noi aggiungiamo 94 milioni di euro e, con l'inflazione al 2% e un tasso di crescita oltre l'1, ne tagliamo 150. Cioè si riduce la percentuale di investimenti nell'università. Da luglio provo a dirlo in tutti i modi e trovo un muro. Queste non possono essere scelte lasciate in mano ai tecnici. Chiedo che su questo punto, e parlo di 150 milioni di euro su 40 miliardi di Manovra, il partito metta tutto il suo peso per una correzione. Certo io come ministro - ha avvisato concludendo - non sono disponibile ad assumermi questa responsabilità''.

Ultime notizie

02 ottobre 2022

Sharper 2022, la festa della scienza e della ricerca all’Orto botanico

Una Notte speciale nel cuore di Cagliari. Oltre duemilacinquecento presenze, 400 volontari, un centinaio di ricercatrici e ricercatori e una sessantina di eventi. La divulgazione chiara e immediata tra salute, stili di vita, robotica, astrofisica, costruzione di strade e ponti con gli scarti, fascino della chimica e della matematica, riciclo, crisi idrica, droghe, mondo animale, farmaci antitumorali, preistoria, tecniche di indagine di Polizia e Carabinieri, impronte digitali, voce e visi contraffatti: ricerche e discipline raccontate nei talk, tra laboratori, esperimenti e giochi per i bimbi curati. Molto apprezzato anche l’angolo solidale per Giulio Regeni. La manifestazione ha colto una forte attenzione da comunità civile e sociale, giovani e associazioni. In chiusura la caccia al tesoro scientifica con il successo dei team “Spagna” e “Stati Uniti”. “La scienza è passione e lavoro. Siamo soddisfatti, l’Università punta a coinvolgere e includere le diverse fasce della popolazione” ha detto Luciano Colombo

29 settembre 2022

«Un fiore all’occhiello dell’Ateneo»

Le parole di Fabrizio Pilo, prorettore all’innovazione e ai rapporti con il territorio, all’avvio delle celebrazioni per i 25 anni della Banca del Germoplasma della Sardegna: una realtà di altissimo livello scientifico, custodita nell’Orto Botanico di UniCa, al centro di una fitta rete di collaborazioni internazionali: quasi 7 milioni e 400mila euro di finanziamenti per 65 progetti realizzati con partner di 26 Paesi, 293 articoli scientifici, di cui 258 su importanti riviste internazionali, firmati da oltre 230 autori diversi, 19 volumi pubblicati

28 settembre 2022

Biodiversità a rischio, un workshop all’Orto Botanico di UniCa

Al via gli incontri di SEEDFORCE, un progetto LIFE guidato dal Museo delle Scienze di Trento che coinvolge 15 partner italiani e stranieri con lo scopo di salvaguardare 29 specie autoctone dall’estinzione. Coinvolti i ricercatori dell’Università di Cagliari

28 settembre 2022

Tessuto Digitale Metropolitano: nuove soluzioni per una città più “intelligente”

Presentati alla Manifattura Tabacchi i risultati delle attività di ricerca, formazione e trasferimento tecnologico portate avanti in 5 anni a partire dal 2017 dall’Università di Cagliari e dal CRS4 nell’ambito del progetto TDM finanziato da Sardegna Ricerche. L’intervento del prorettore alla ricerca Luciano Colombo: "Un'iniziativa che rafforza la collaborazione con gli enti presenti sul territorio su temi di grande impatto e attualità"

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie