UniCa UniCa News Notizie A Giurisprudenza un convegno su innovazione, territorio e best practice

A Giurisprudenza un convegno su innovazione, territorio e best practice

Fare impresa con la ricerca. Gli spin off dell’Università di Cagliari: una riflessione sui risultati e sulle prospettive
11 maggio 2012

Fare impresa con la ricerca. Gli spin off dell’Università di Cagliari: una riflessione sui risultati e sulle prospettive
 
Cagliari, 7 maggio 2012 (MF) - Venerdì 11 maggio, alle 9, l’aula magna della facoltà di Giurisprudenza - via Nicolodi, n. 102 - ospita il convegno “Fare impresa con la ricerca. Gli spin off dell’Università di Cagliari: una riflessione sui risultati e sulle prospettive”. I lavori vengono aperti dal rettore dell’ateneo di Cagliari, Giovanni Melis, e dal preside di Giurisprudenza, Massimo Deiana.
 
La scaletta dei lavori. Dopo i saluti dei professori Melis e Deiana, Francesco Pigliaru, prorettore delegato per Ricerca scientifica, attività istituzionali, Innovazione e Attività produttive, interviene su “Spin off e terza missione”. Loris Nadotti, presidente Pni Cube (Associazione italiana incubatori universitari e business plan competition) parla di “Regolamenti universitari e sostegno attivo agli spin off: best practice”. Gianluca Cadeddu, d.g. Centro regionale programmazione, relaziona su: “Incentivi per la creazione e sviluppo di imprese innovative”. Roberto Saba, segretario generale Confindustria Sardegna, fa il punto su “Ricerca e innovazione: il punto di vista delle imprese”. Previsti anche gli interventi delle imprese spin off dell’Università di Cagliari, Flosslab srl, con i professori Michele Marchesi e Giulio Concas, Respect srl, professor Fabrizio Pilo, TechOnYou, prof.ssa Annalisa Bonfiglio. 
 
Unica e Flosslab. Il convegno è organizzato dall’Università di Cagliari con il supporto e su proposta di Flosslab, nell’ambito del progetto Innova.Re. L’obiettivo dei lavori è di fare il punto sull’attività degli spin off universitari e accademici dell’ateneo del capoluogo sardo. 
 
Spin off e ricerca. Gli spin off sono società il cui fine è quello di trasferire i risultati della ricerca all’interno di un sistema imprenditoriale capace di operare in contesti innovativi. Con gli spin off gli atenei intendono favorire l’avvio d’iniziative imprenditoriali a elevato contenuto d’innovazione per lo sfruttamento dei risultati della ricerca scientifica, allo scopo di ampliare le potenzialità del sistema della ricerca universitaria, di sviluppare nuove occasioni di formazione, e di favorire il contatto tra strutture di ricerca universitarie e il mondo produttivo. Le università promuovono la costituzione di società che utilizzano, sviluppano e commercializzano nuovi prodotti che derivano dalla ricerca. Le società si basano esclusivamente su competenze sviluppate dalla ricerca scientifica. Di fatto, sono l’anello di congiunzione tra la struttura universitaria e il tessuto socio-economico locale. E rappresentano il luogo in cui il sapere scientifico si trasforma in conoscenze utili per la creazione di prodotti innovativi e di servizi realmente competitivi. 
 
Info: Paola Carboni (content manager progetto Innova.Re), Unica Liaison Office. 070. 6756511- pcarboni@amm.unica.it
 
Locandina
 

Ultime notizie

10 maggio 2021

Università e 'Spazio' per i 400 anni di UniCa

Venerdì 21 aprile alle 9 la Facoltà di Ingegneria e Architettura celebrerà i 400 anni dell'Università degli Studi di Cagliari con una mostra e un seminario sul tema "Università e ‘Spazio’. Acqua, Aria, Terra". All'evento, che si svolgerà sulla piattaforma Teams e sarà trasmesso in diretta streaming sui social dell'Ateneo, interverranno il Rettore Francesco Mola, i precedenti rettori Maria Del Zompo, Giovanni Melis e Pasquale Mistretta, il presidente dell'ASI Giorgio Saccoccia, l'astronauta Maurizio Cheli, l'architetto paesaggista João Ferreira Nunes e Horacio Carabelli del Luna Rossa Prada Pirelli Team

07 maggio 2021

Parità di genere: in Ateneo due iniziative di formazione

I corsi, previsti dal Piano di uguaglianza di genere di ateneo, saranno utili ad approfondire i temi delle discriminazioni e degli stereotipi che possono condizionare i percorsi di carriera. Il primo corso è rivolto a studenti e studentesse di corsi di dottorato e specializzazione e a titolari di assegni e borse di ricerca e il secondo al personale tecnico, amministrativo e bibliotecario

Questionario e social

Condividi su: