UniCa UniCa News Notizie Dal Cisia: test di orientamento per gli studenti di Ingegneria e Architettura

Dal Cisia: test di orientamento per gli studenti di Ingegneria e Architettura

I test hanno finalità orientative per alcuni corsi di laurea, selettive per altri; permettono di formulare una graduatoria degli aspiranti basata sulle loro attitudini a intraprendere con successo gli studi.
29 agosto 2006

Le principali finalità del CISIA possono essere sintetizzate nei compiti definiti dallo statuto all’articolo 1. Concorrono a delineare natura e obbiettivi del centro:

- la promozione, il coordinamento e la messa a punto di un test di orientamento da proporre agli studenti in ingresso all’Università, affinché possano valutare il possesso di prerequisiti adeguati agli studi di Ingegneria e Architettura;
- la necessità di fornire alle Facoltà afferenti elementi quantitativi sia per l’attribuzione degli Obblighi Formativi Aggiuntivi in ingresso, come previsti dall’art.6 d.m.509/99, che per poter valutare il loro successivo soddisfacimento;
- la promozione di un’azione costante di monitoraggio dei risultati, al fine di un miglioramento continuo della capacità valutativa del test;
- la necessità di promuovere e coordinare il rapporto con la Scuola Secondaria Italiana di II Grado, ma anche con Scuole Europee, al fine di diffondere contenuti e risultati del test e di favorire il pre-orientamento degli studenti durante gli ultimi anni di scuola;
- la promozione di collaborazioni tra le Facoltà consorziate, anche attraverso il coinvolgimento di altri Istituti di Istruzione Universitaria, al fine di sviluppare iniziative sull’orientamento all’ingresso, concedendo borse di studio e ricerca in merito ad attività sperimentali in tale settore e stimolare iniziative di divulgazione delle attività di orientamento agli studi di Ingegneria ed Architettura.

Vai al sito CISIA

Ultime notizie

30 giugno 2022

STOREM. Giornate di studio internazionale sul tema della sostenibilità legata alle attività turistiche

Giovedì 30 giugno e venerdì 1 luglio il nostro ateneo ospita docenti e ricercatori delle università UNA e UCI del Costa Rica, Eafit della Colombia e, in collegamento, esperti dell'università UWI (Barbados) e Paul Valery (Francia) per due giornate di confronto sul progetto Erasmus+ Cbhe “Storem”. L’incontro del primo luglio è aperto al pubblico, dalle 9,30, nell’Aula 11 del polo universitario di via San Giorgio 12 (Campus Aresu) per gli interventi del professor Mario Socatelli, dell’Universidad para la Coperaticion Internacional (Costa Rica) e, a seguire, del professor Corrado Zoppi, dell’Università di Cagliari, e di Francesca Uleri (Associazione Culturale Terras)

30 giugno 2022

Malattie genetiche, l'Università di Cagliari nel nuovo Centro nazionale di ricerca

L'ateneo è tra i fondatori della struttura sorta per lo “Sviluppo di terapia genica e farmaci con tecnologia a Rna” finanziata dal Pnrr con 320 milioni di euro. Le specialiste Raffaella Origa, referente scientifica, e Patrizia Zavattari, sono le coordinatrici del progetto. Il rettore Francesco Mola: "Abbiamo conferma delle valide e riconosciute competenze del settore acquisite negli anni"  

28 giugno 2022

Raccontare la ricerca: adesioni entro il 4 luglio per la SHARPER Night 2022

Data e sede sono già confermate: si terrà venerdì 30 settembre 2022 nell’Orto botanico di Cagliari la nuova edizione di SHARPER Night, iniziativa inserita nel contesto europeo delle European Researchers’ night. Fino al prossimo lunedì 4 luglio ricercatrici e ricercatori dell'Ateneo potranno inviare le proprie proposte per organizzare eventi, conversazioni, podcast e laboratori collegati all’iniziativa.

Questionario e social

Condividi su: