UniCa UniCa News Notizie Primi passi della Carta Europea dei Ricercatori nel sistema Università-Enti di Ricerca

Primi passi della Carta Europea dei Ricercatori nel sistema Università-Enti di Ricerca

Atenei ed Enti di ricerca hanno presentato a Camerino il progetto di un Osservatorio Nazionale per il monitoraggio dell’applicazione della Carta nel sistema Università/Enti di ricerca
06 luglio 2006

Il 13 dicembre 2005 gli Enti di ricerca hanno sottoscritto in Campidoglio la «Carta europea dei ricercatori» e il «Codice di condotta per la loro assunzione». Questo atto ha fatto seguito a quello organizzato a Camerino da parte del sistema universitario italiano. Oggi, Atenei ed Enti di ricerca presentano insieme a Camerino il progetto di un Osservatorio Nazionale per il monitoraggio dell'applicazione della Carta nel sistema Università/Enti di ricerca. Prosegue l'impegno assunto dall'Enea nel coordinare la promozione dell'adesione da parte degli Enti di ricerca ai principi espressi dalla Carta e dal Codice di condotta. «L'Osservatorio/Portale (www.cartaeuropeadeiricercatori.it) sulla Carta Europea dei Ricercatori promosso dall'Enea, dall'Università di Camerino e dalla Conferenza dei Rettori, rappresenta - ha sottolineato il Commissario dell'Enea, prof. Luigi Paganetto - un impegno congiunto per la realizzazione di uno spazio di discussione e approfondimento sui temi che afferiscono alla professione del ricercatore, quali il reclutamento, la valutazione, la mobilità, le questioni di genere, oltre che, naturalmente, per il monitoraggio e la diffusione delle buone prassi in ambito istituzionale»
Per la prima volta, Università ed Enti di ricerca si riuniscono per affrontare temi cruciali per lo sviluppo del Paese e, «come Università di Camerino siamo fieri di ospitare un evento di così alto profilo», ha sottolineato il Rettore Fulvio Esposito.
«La presenza della Comunità scientifica nazionale, rappresentata sia dalle Istituzioni sia dai ricercatori afferenti al complesso delle istituzioni di ricerca che hanno sottoscritto la Carta, sottolinea - ha evidenziato il prof. Paganetto - la volontà di proseguire per realizzare gli obiettivi di Lisbona, proprio a partire dalla valorizzazione degli uomini e delle donne che della ricerca hanno fatto il loro impegno sociale e civile. L'Osservatorio sull'applicazione della Carta e del Codice, promosso dalla Conferenza dei Rettori delle Università, dall'Università di Camerino e dall'Enea, rappresenta un nuovo ulteriore passo in questa direzione».

Tratto da: http://www.vglobale.it/

Ultime notizie

15 gennaio 2022

Le cere anatomiche di Clemente Susini in vetrina su Italia1

Oggi, in prima serata tv nazionale, la trasmissione Freedom-Oltre il confine è dedicata a uno dei principali e pregiati tesori dell'Università di Cagliari. Un viaggio tra le straordinarie opere scientifiche e artistiche custodite in Cittadella nel museo fondato da Alessandro Riva e curato dal suo allievo, Francesco Loy

14 gennaio 2022

La solidarietà dell'Ateneo alla studentessa aggredita

L’Università di Cagliari supporta con forza la necessità di denunciare ogni episodio violento di cui si sia vittime o testimoni alle autorità competenti, con le quali conferma un rapporto di massima e fattiva collaborazione, e di promuovere e tenere vivo il dibattito pubblico su questi temi fondamentali per la tutela e l’esercizio dei diritti di cittadinanza sostanziale di tutte e tutti

12 gennaio 2022

Esami e lauree possibili anche a distanza

Lo prevede un decreto firmato dal Rettore Francesco Mola che precisa che “la modalità in presenza potrà essere adottata se, in relazione al numero degli iscritti a ciascun appello, al numero di laureandi e alla disponibilità di spazi adeguati, potranno essere garantite le condizioni di sicurezza previste dai protocolli vigenti”. “Gli organi dell’Ateneo – commenta il Magnifico – stanno portando avanti una costante opera di monitoraggio per garantire la prosecuzione delle attività in sicurezza, calibrando e adottando le misure a seconda dell’evoluzione della situazione”. RASSEGNA STAMPA E SERVIZI DEI TG

Questionario e social

Condividi su: