UniCa UniCa News Notizie Università: le prime lauree internazionali

Università: le prime lauree internazionali

Questa e’ la laurea congiunta, un titolo di studio che per la prima volta l’ateneo di Palermo ha conferito lunedi’ 10 luglio alle 11 nella Sala Magna dello Steri ai primi tre giovani che hanno seguito il percorso di studi universitario tra Palermo e l’Universite’ de Marne-la-Valle’e, in Francia.
10 luglio 2006

di Carmen Morrone

La laurea congiunta italo-francese in Informatica tra i due atenei e’ stata attivata a partire dall’anno accademico 2004-2005 e finanziata dall’Universita’ italo-francese (Uif) nell’ambito del programma ’’Vinci’’. I tre studenti, Stefano Alletti, Alessandro Siragusa e Filippo Utro, otterranno congiuntamente la licence d’Informatique presso l’Universite’ de Marne-la-Valle’e e la laurea triennale in Informatica dell’ateneo di Palermo. Alla cerimonia sara’ presente una delegazione dell’ateneo francese (il vicepresidente Michel Roussignol, il direttore delle relazioni internazional Pierre-Andre’ Picon, il coordinatore del progetto ’’laurea congiunta’’ Jacques Desarmenien) e una rappresentanza dell’Universita’ di Palermo, con il rettore Giuseppe Silvestri, il preside della facolta’ di Scienze Francesco Raimondo, il responsabile dell’ufficio Relazioni internazionali Pasquale Assennato, il presidente del corso di laurea in Informatica Vito di Gesu’, il coordinatore del progetto per Palermo, Antonio Restivo.

Il progetto prevede che ogni studente frequenti i primi due anni presso l’Universita’ di provenienza e il terzo anno presso la sede partner, in questo caso quella di Marne-la-Vallee’. Ognuno dei due atenei riconosce l’equivalenza dei primi due anni della licence/laurea triennale svolti presso l’altra sede, un riconoscimento che avviene a seguito di una analisi dettagliata dei contenuti dei corsi per stabilire l’equipollenza tra gli insegnamenti impartiti nei due Paesi. Per ottenere il doppio diploma lo studente deve sostenere con successo, presso la sede ospitante, esami corrispondenti a un numero minimo di 30 crediti. Sono anche previsti scambi di docenti. Ogni anno accademico vengono selezionati, da ciascuna delle due universita’, un certo numero di studenti interessati al conseguimento del doppio diploma, in funzione delle risorse disponibili. Per l’anno accademico 2004-2005 hanno partecipato al progetto sette studenti dell’Universita’ di Palermo, e per l’anno 2005-2006 cinque studenti.

Tratto da: www.vita.it

Ultime notizie

20 gennaio 2022

Ricerca, tra sostenibilità, pratiche e materiali innovativi in edilizia

Domani pomeriggio, la quarta conferenza curata dai ricercatori del Dicaar inquadra le dinamiche inerenti il settore delle costruzioni. Dalla riduzione dei consumi ad approcci sistemici e multidisciplinari passando per modelli circolari ed emissioni climateranti. All’evento prendono parte specialisti ed esperti di atenei d’oltre Tirreno. I lavori si possono seguire in diretta streaming

20 gennaio 2022

Un accordo con l’Istituto Giua

Siglata dal Rettore Francesco Mola e dalla Dirigente Romina Lai una convenzione che punta a creare un rapporto di stabile collaborazione per costituire un polo strategico in grado di potenziare l’attività didattica, di formazione, orientamento e ricerca. Si rafforza il rapporto con il mondo dell’istruzione

20 gennaio 2022

Giustizia smart, in campo l’Università di Cagliari

Coinvolge i docenti di tre dipartimenti dell’Ateneo del capoluogo sardo uno dei sei macro-progetti ammessi al finanziamento dalla Direzione generale per il Coordinamento delle politiche di coesione del Ministero della Giustizia nell’ambito del bando per “la diffusione dell’Ufficio per il Processo e l’implementazione di modelli operativi innovativi negli uffici giudiziari per lo smaltimento dell’arretrato”. In campo Giurisprudenza, Scienze economiche e aziendali e Ingegneria elettrica ed elettronica. RASSEGNA STAMPA

Questionario e social

Condividi su: