UniCa UniCa News Notizie L'eccellenza dell'ingegneria italiana

L'eccellenza dell'ingegneria italiana

Le ferrovie italiane affrontano sfide tecnologiche tra le più rilevanti al mondo. Venerdì 11 ottobre nell'Aula Magna della Facoltà di Ingegneria di Cagliari (Via Marengo) una conferenza promossa dai docenti dei settori «Strade, Ferrovie ed Aeroporti», «Ingegneria e Sicurezza degli Scavi» e «Geologia Applicata», dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Cagliari e dall’Ordine dei Geologi della Sardegna, patrocinata da ASIT (Associazione Scientifica Infrastrutture Trasporto). Tra gli interventi programmati, quello di Mauro Coni, sul ruolo dell'innovazione e della ricerca scientifica. RASSEGNA STAMPA
10 ottobre 2019
L'Aula magna di Ingegneria ospiterà l'importante simposio

Sergio Nuvoli

Cagliari, 7 ottobre 2019 - Sono moltissimi i progetti infrastrutturali, in corso di esecuzione o programmati a breve-medio termine, che vedono protagonista l'Ingegneria Italiana: dalle linee metropolitane di Napoli, Roma e Milano, al passante ferroviario di Firenze, ai collegamenti ferroviari transalpini internazionali, al Nuovo ponte di Genova, ed altri ancora.
Notevoli sono i contenuti del Piano Industriale 2019-2023 delle Ferrovie dello Stato Italiane: ammontano a 58 miliardi di euro gli investimenti previsti nel Piano. Un impegno record, mai così alto, che conferma FS quale primo investitore in Italia, con punte fino a 13 miliardi all’anno (+75% rispetto al 2018).

Si prevede la creazione di 120mila posti di lavoro all’anno, 15mila assunzioni dirette nei prossimi 5 anni e un contributo al PIL fra lo 0,7 e lo 0,9% annuo. L’obbiettivo è quello di trasformare la mobilità collettiva in Italia, migliorando drasticamente il livello di servizio alle persone, con un forte salto di qualità dell’offerta. La crescita stimata è di 90 milioni di passeggeri  all’anno, con una riduzione di 600 milioni di chilogrammi di CO2 e 400mila auto sulle strade.

Di particolare rilievo è il Base Brenner Tunnel (BBT) che sarà il collegamento ferroviario sotterraneo più lungo al mondo. L’opera, in costruzione sotto il passo del Brennero, parte in Italia da Fortezza e dopo 55 km si unirà alla galleria di circonvallazione a sud di Innsbruck in Austria, raggiungendo complessivamente 64 km.

Numerosi ingegneri e studenti della Facoltà di Ingegneria e Architettura di Cagliari sono coinvolti nelle opere grazie all’attenzione rivolta da FS e dalle Imprese alla formazione accademica e professionale.

La conferenza, patrocinata da ASIT (Associazione Scientifica Infrastrutture Trasporto) è promossa dai docenti dei settori «Strade, Ferrovie ed Aeroporti», «Ingegneria e Sicurezza degli Scavi» e «Geologia Applicata» dell’Università degli Studi di Cagliari, dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Cagliari e dall’Ordine dei Geologi della Sardegna. Ai partecipanti ingegneri e i geologi saranno riconosciuti 2 CFP

IL PROGRAMMA

09:00 - 09:30 Registrazione dei partecipanti

09:30 - 10:15 Saluti e introduzione
Cristian Solinas, Presidente della Regione Autonoma della Sardegna

Giorgio Massacci, Direttore del DICAAR e Professore di Ingegneria e Sicurezza degli Scavi, Università degli Studi di Cagliari

Sandro Catta, Presidente dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Cagliari

Giancarlo Carboni, Presidente dall’Ordine dei Geologi della Sardegna

10:15 - Interventi programmati
IL RUOLO DELL’INNOVAZIONE E DELLA RICERCA SCIENTIFICA
prof. Mauro Coni – ASIT, Professore di Strade, Ferrovie ed Aeroporti Università di Cagliari

LE RAGIONI E LA COMPLESSITÀ DI UN’OPERA FERROVIARIA
Ing. Raffaele Zurlo – Amministratore Delegato della Societa' "INFRARAIL Firenze" del Gruppo FS

GLI ASPETTI PROGETTUALI ED ESECUTIVI DEL BBT
Ing. Antonio Voza – Direttore dei Lavori  Brenner Basis Tunnel – Lotto Mules 2-3

11.30 Pausa caffè

LA PROGETTAZIONE GEOLOGICA NELL’AMBITO DELLE INFRASTRUTTURE
Prof.  Stefania Da Pelo, Professore di Geologia Applicata, Università di Cagliari

LE INFRASTRUTTURE FERROVIARIE RFI PER L’ITALIA E LA SARDEGNA
Ing. Pierpaolo Olla - Responsabile Direzione Territoriale Commerciale Tirrenica Centro Sud  RFI

12:45 Interventi e domande

13.15  Conclusioni

scarica la locandina completa
scarica la locandina completa

RASSEGNA STAMPA

L’UNIONE SARDA di giovedì 10 ottobre 2019
Agenda (Pagina 25 - Edizione CA)
Le tecnologie al servizio dei trasporti:
Ingegneria coinvolta nei progetti delle Fs
UNIVERSITÀ. Un convegno nell'aula magna della facoltà

Le ferrovie italiane affrontano sfide tecnologiche enormi. Numerosi ingegneri e studenti della facoltà di Ingegneria cagliaritana sono coinvolti nelle opere, grazie all'attenzione rivolta dalle Ferrorie dello Stato e dalle imprese alla formazione accademica e professionale. Se ne parlerà nel convegno “L'eccellenza dell'ingegneria italiana”, domani dalle 9 nell'aula magna della facoltà di Ingegneria, in via Marengo 2.
Investimenti delle Fs
Sono moltissimi i progetti infrastrutturali, in corso o programmati a breve-medio termine, di cui è protagonista l'ingegneria italiana: le metropolitane di Napoli, Roma e Milano, il passante ferroviario di Firenze, le ferrovie transalpine, il nuovo ponte di Genova e altri. Il Piano industriale 2019-2023 delle Fs prevede 58 miliardi di euro di investimenti. Un impegno mai così alto: Fs è il primo investitore in Italia con punte di 13 miliardi all'anno. In arrivo 120mila posti di lavoro all'anno, 15mila assunzioni dirette nei prossimi cinque e un contributo al Pil fra lo 0,7 e lo 0,9 per cento. L'obiettivo è trasformare la mobilità collettiva in Italia, migliorando drasticamente il livello del servizio. La crescita stimata è di 90 milioni di passeggeri all'anno, con una riduzione di 600mila tonnellate di CO2 e 400mila auto sulle strade.
L'incontro di domani
Apre alle 9.30 il saluto del presidente della Regione, Cristian Solinas. Interviene poi Giorgio Massacci, direttore del Dicaar e docente di Ingegneria e sicurezza degli scavi. Seguono Sandro Catta, presidente dell'Ordine provinciale degli ingegneri, e Giancarlo Carboni, presidente dall'Ordine dei geologi sardo. Alle 10.15 l'intervento sul ruolo dell'innovazione e della ricerca scientifica del docente Mauro Coni, poi “Le ragioni e la complessità di un'opera ferroviaria” di Raffaele Zurlo, ad della Infrarail di Firenze (gruppo Fs). “Gli aspetti progettuali ed esecutivi del Bbt” è il tema di Antonio Voxa, direttore dei lavori del Brenner basis tunnel lotto Mules 2-3. Stefania Da Pelo, docente di Geologia applicata in città, parlerà di “Progettazione geologica nell'ambito delle infrastrutture”, Pierpaolo Olla (responsabile della Direzione territoriale commerciale tirrenica Centrosud di Rfi) di “Infrastrutture ferroviarie Rfi per l'Italia e la Sardegna”.

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

Ultime notizie

17 ottobre 2019

MEDISS, soluzioni innovative al problema della scarsa disponibilità idrica

“Mediterranean Integrated System for water Supply” è il progetto coordinato da Giovanni Sistu: con il CIREM-CRENoS ed ENAS, sono coinvolti il Palestinian Wastewater Engineers Group, capofila palestinese, la Comunità di Jerico (Palestina), Aqaba Water Company (Giordania), Institute des Regions Arides (Tunisia), in collaborazione con gli stakeholders locali Cooperativa Coltivatori Arborea e Comune di Arborea. Kickoff meeting lunedì 21 ottobre

16 ottobre 2019

Accademia e geologi, sinergia vincente

Dopodomani trenta istituti e oltre 2.500 allievi coinvolti in Sardegna nella giornata dedicata alla geologia. Nelle scuole italiane le nuove generazioni vicine a uso corretto del territorio, salvaguardia dell’ambiente e valutazione consapevole dei rischi naturali. La pregiata intesa del dipartimento di Scienze chimiche e geologiche dell’Università di Cagliari con l’Ordine professionale. Mossa azzeccata per sensibilizzare alla cultura geologica

16 ottobre 2019

La cannabis in gravidanza espone i figli agli effetti psicotici del THC

Pubblicato su Nature Neuroscience uno studio guidato da Miriam Melis (Dipartimento di Scienze biomediche), realizzato dall’Università di Cagliari in collaborazione con l’Accademia delle Scienze Ungheresi a Budapest e l’Università del Maryland a Baltimora, che mostra le conseguenze negative sullo sviluppo del sistema nervoso centrale del bambino dell’assunzione in gravidanza di una droga considerata “leggera”

14 ottobre 2019

La tecnologia di UniCa custodisce i dati ambientali dei parchi dell’Himalaya – Karakorum Range

Dipartimento di Scienze chimiche e geologiche, siglato un accordo di collaborazione scientifica per la realizzazione di un sistema di acquisizione e gestione di dati ambientali a supporto del Piano di gestione del Parco del Deosai nel Pakistan settentrionale. Maria Teresa Melis ha guidato un team che sta implementando una piattaforma di acquisizione e gestione di dati ambientali basata sull’utilizzo di una nuova app che si appoggi su immagini da satellite ESA-Sentinel

Questionario e social

Condividi su: